“Viva il latino, lingua inutile”.

Risate al buio.

di Francesco Cevasco.

Il latino dei Coldplay.

Nicola Gardini che insegna ad Oxford scrive un libro, “Viva il latino, lingua inutile” (Garzanti, pp. 240, eu 16,90), e aggiunge che senza il latino non saremmo quel che siamo. Ha ragione: facciamo finta che, come sarebbe piaciuto a qualche “stultus”, il latino fosse stato abolito dall’insegnamento assai tempo fa. Non sapremmo nemmeno come è nata l’Italia (vedi Virgilio, “Eneide”). E Chris Martin, se non avesse studiato il latino (per 15 anni), non sarebbe il “frontman” dei Coldplay.
(Da La Lettura, (Corriere della Sera), 20/11/2016).

{donate}

 

 

Lascia un commento

0:00
0:00