Villa Peheunia cresce puntando sul turismo

La comunità mapuche Puel di Villa Peheunia, nella Provincia di Neuquen, Patagonia Argentina – una sessantina di famiglie che si dedicavano all’allevamento di capre – da qualche anno ha preso in gestione una stazione sciistica che sorge sull’antico sito Batea Mahuida.

Sono i discendenti di quei Mapuche che arrivarono alla Cordigliera fuggendo dal deserto dove cadevano sotto i colpi dei conquistatori.

I Puel hanno stabilito una relazione magica con il Cerro Batea Mahuida (montagna innevata) che oggi, almeno per la stagione sciistica, si è convertita in attività economica.

Nella scorsa stagione, circa 3.000 turisti sono stati ricevuti a Batea Mahuida da venti giovani della comunità Puel che, forniti di sci e slitte, hanno trovato una forma possibile per rimanere nella comunità e trarre un beneficio economico.

Oggi infatti molti mapuche sono costretti a lasciare le terre tradizionali, per pressioni esterne ma anche per mancanza di alternative, e a vivere nelle villas miseria (bidonville) delle grandi città.

La gestione di attività economiche (come per esempio un turismo veramente responsabile) rappresenta in alcuni casi una valida alternativa alla emarginazione cui sono condannati molti gruppi indigeni dell’America Latina.

Fonti : Rio Negro on Line (San Martín de los Andes)

Questo messaggio è stato modificato da: Silvia_Zaccaria, 13 Dic 2007 – 15:30 [addsig]

Lascia un commento

0:00
0:00