Un popolo diventa povero e servo quando gli rubano la lingua

Ignazio Buttitta

Ma oggi i complici dei ladri sono tra noi

Un populu

Mittilu a catina
spugghiatilu
attuppatici a vucca,
è ancora libiru.
Livatici u travagghiu
u passaportu
a tavula unni mancia
u lettu unni dormi,
è ancora riccu.

Un populu
diventa poviru e servu
quannu ci arrobbanu a lingua
addutata di padri:
è persu pi sempri.

Un popolo

Mettetelo in catene
spogliatelo
tappategli la bocca,
è ancora libero.
Toglietegli il lavoro
il passaporto
la tavola dove mangia
il letto dove dorme,
è ancora ricco.

Un popolo
diventa povero e servo
quando gli rubano la lingua
avuta in dote dai padri:
è perduto per sempre.

Da: Io faccio il poeta di Ignazio Buttitta

Lascia un commento

0:00
0:00