Ue: momento Sputnik per l’Europa

[fimg=left]http://www.democrazialinguistica.it/4/momento_sputnik.jpg[/fimg] Ue, Giorgio Pagano: “momento Sputnik per l’Europa”
Dichiarazione del Segretario dell’Associazione Radicale Esperanto.
“Il ‘momento Sputnik’ di cui ha parlato Obama al popolo americano in Europa si chiama Esperanto”. Lo dichiara Giorgio Pagano, Segretario dell’Associazione Radicale Esperanto.
“Con i 16 miliardi di dollari risparmiati sull’insegnamento della lingua straniera, il Governo statunitense ha finanziato un terzo della ricerca pubblica americana nel 2005: pensate quanta ricerca pubblica europea si potrebbe fare se i 350 miliardi di EURO annui che i Paesi non anglofoni spendono per l’apprendimento dell’inglese fossero risparmiati e investiti!
E’ questa la madre di tutte le innovazioni senza la quale la politica all’interno dell’Ue si riduce a un mero affare per colonizzatori e imitatori”, prosegue Pagano.
“Dobbiamo pensare a lavorare per il benessere dell’intera Unione, non a diventare fonte di “felicità” per altre Costituzioni. In Italia si chiudono le porte delle scuole ai madrelingua italiani e si aprono ai madrelingua inglesi: dalla Riforma che prevede l’insegnamento in inglese di discipline non linguistiche agli incentivi per chi discute la tesi nella lingua degli USA e del Regno Unito.
Prepariamo cervelli in una lingua che non è la propria, senza stanziare fondi adeguati alla ricerca né dare loro posti di lavoro, investendo così su ragazzi che mandiamo a creare ricchezza all’estero: è tempo di lavorare per rendere forti gli italiani e tutti gli europei, basta col rendere forti i più forti. Dobbiamo divenire i primi esportatori al mondo di democrazia linguistica”, conclude il Segretario.

Roma, 26 gennaio 2010

Lascia un commento

0:00
0:00