Tiscali

Ho visto che Tiscali si è fatto, come dire, un” eco” della voce di ERA

Avrei voluto dare il mio parere, purtroppo non sono abbonata a Tiscali Italia…

Allora lo scrivo qui:

Salve!

Io sono francese e vorrei dire parrecchie cose.

Per primo, non è perché qualche universitari prediscono che nel 2015 la meta del mondo parlera inglese, che questo è vero: 15 anni prima del falimento del communismo en Europa Centrale, chi l’aveva previsto???

Pero, è un rischio da considerare e da evitare assolutamente.

Poi, “parlare l’inglese”, significa qui essere capace di dire e capire: “Per favore, grazie, quanto costa questo? Arrivederci…” ecc. Poche cose, insomma. Forse duemila parole (che sono quasi niente), frasi semplicissime, niente che possa permettere di difendere i propri interessi, fare poesia, ecc…

Io, che sono francese e ho viaggiato in Italia, non considero che parlo veramente “bene” l’italiano. In Francia mi dicono che parlo bene l’inglese (specialmente gli inglesi che si comprano case in Francia e non sanno parlare il francese per niente). Pero io so benissimo che l’inglese lo parlo molto piu male dell’italiano. Eppure l’ho studiato piu di 7 anni e praticato in diverse circostanze.

Sono docente, e credo sul serio che l’avvenire della democrazia è nell’esperanto, lingua che ho imparato in qualche mesi, e che voglio cosi bene come voglio bene all’italiano…

Se parlate francese, potete anche leggere questo “blog” fatto da un amico mio.

Parole à Tous[addsig]

2 commenti

  • Ho visto che Tiscali si è fatto, come dire, un” eco” della voce di ERA

    Avrei voluto dare il mio parere, purtroppo non sono abbonata a Tiscali Italia…

    Allora lo scrivo qui:

    Salve!

    Io sono francese e vorrei dire parrecchie cose.

    Per primo, non è perché qualche universitari prediscono che nel 2015 la meta del mondo parlera inglese, che questo è vero: 15 anni prima del falimento del communismo en Europa Centrale, chi l’aveva previsto???

    Pero, è un rischio da considerare e da evitare assolutamente.

    Poi, “parlare l’inglese”, significa qui essere capace di dire e capire: “Per favore, grazie, quanto costa questo? Arrivederci…” ecc. Poche cose, insomma. Forse duemila parole (che sono quasi niente), frasi semplicissime, niente che possa permettere di difendere i propri interessi, fare poesia, ecc…

    Io, che sono francese e ho viaggiato in Italia, non considero che parlo veramente “bene” l’italiano. In Francia mi dicono che parlo bene l’inglese (specialmente gli inglesi che si comprano case in Francia e non sanno parlare il francese per niente). Pero io so benissimo che l’inglese lo parlo molto piu male dell’italiano. Eppure l’ho studiato piu di 7 anni e praticato in diverse circostanze.

    Sono docente, e credo sul serio che l’avvenire della democrazia è nell’esperanto, lingua che ho imparato in qualche mesi, e che voglio cosi bene come voglio bene all’italiano…

    Se parlate francese, potete anche leggere questo “blog” fatto da un amico mio.

    Parole à Tous[addsig]

  • Ho visto che Tiscali si è fatto, come dire, un” eco” della voce di ERA

    Avrei voluto dare il mio parere, purtroppo non sono abbonata a Tiscali Italia…

    Allora lo scrivo qui:

    Salve!

    Io sono francese e vorrei dire parrecchie cose.

    Per primo, non è perché qualche universitari prediscono che nel 2015 la meta del mondo parlera inglese, che questo è vero: 15 anni prima del falimento del communismo en Europa Centrale, chi l’aveva previsto???

    Pero, è un rischio da considerare e da evitare assolutamente.

    Poi, “parlare l’inglese”, significa qui essere capace di dire e capire: “Per favore, grazie, quanto costa questo? Arrivederci…” ecc. Poche cose, insomma. Forse duemila parole (che sono quasi niente), frasi semplicissime, niente che possa permettere di difendere i propri interessi, fare poesia, ecc…

    Io, che sono francese e ho viaggiato in Italia, non considero che parlo veramente “bene” l’italiano. In Francia mi dicono che parlo bene l’inglese (specialmente gli inglesi che si comprano case in Francia e non sanno parlare il francese per niente). Pero io so benissimo che l’inglese lo parlo molto piu male dell’italiano. Eppure l’ho studiato piu di 7 anni e praticato in diverse circostanze.

    Sono docente, e credo sul serio che l’avvenire della democrazia è nell’esperanto, lingua che ho imparato in qualche mesi, e che voglio cosi bene come voglio bene all’italiano…

    Se parlate francese, potete anche leggere questo “blog” fatto da un amico mio.

    Parole à Tous[addsig]

Lascia un commento

0:00
0:00