Seminari per la formazione di una cultura europea

AL VIA I PERCORSI SEMINARIALI PER LA FORMAZIONE DI UNA CULTURA EUROPEA PROMOSSI DA ISTITUTO FERNANDO SANTI DI NAPOLI E DA IRES CAMPANIA
NAPOLI- In occasione del cinquantenario della firma dei Trattati di Roma del 1957, trattati che gettarono le basi per l’Europa Unita, gli Istituti Ires Campania e Istituto Fernando Santi di Napoli, hanno organizzato una serie di seminari atti a contribuire alla diffusione della cultura europea nel Mezzogiorno. Il Progetto e l’organizzazione dei seminari, che data la complessità di argomenti e contenuti, hanno una durata biennale, sono di Giuseppe Biasco, Giovanni De Falco, Vincenzo Esposito dell’Ires e di Nino Cavaliere e Carmine Penzavecchia dell’Istituto Fernando Santi. Partendo dal quadro costituzionale e culturale dei dibattiti che animano la sfera pubblica europea, i seminari intendono tracciare le linee dei contributi che la società civile e le istituzioni (locali, nazionali, intergovernative e comunitarie) recano su questioni di vivo rilievo sociale e politico. Pensati come strumento di informazione e di riflessione, i seminari si avvalgono della partecipazione non solo di studiosi e ricercatori, ma anche di figure impegnate nella vita pubblica e di personalità istituzionali. Tra i temi cui sono dedicati i seminari si ricordano l’allargamento dell’Unione Europea, le riforme istituzionali europee, il rapporto tra la Costituzione Europea e le costituzioni nazionali, le politiche sociali ed economiche europee.
Il primo seminario su “Altiero Spinelli ed il Manifesto di Ventotene” si è svolto presso l’Istituto per gli Studi Filosofici di Napoli lo scorso 28 marzo.
Ha introdotto i lavori Ottavio Lucarelli redattore di “La Repubblica”. Dopo i saluti di Giovanni De Falco, Direttore scientifico dell’Ires Campania e Claudio Luongo Presidente dell’Istituto Fernando Santi di Napoli ha preso la parola l’avv. Gerardo Marotta che ha ringraziato per aver scelto il suo Istituto come sede del primo seminario, ed ha inoltre incitato i promotori a continuare con seminari ed iniziative atte a contribuire ad un crescita politica e culturale di matrice europeista.
Si sono poi susseguiti gli interventi di Felice Besostri, docente di Diritto Internazionale dell’Università di Milano, che ha prodotto una dettagliata analisi del Manifesto di Ventotene; e di Giuseppe Biasco, ricercatore dell’Ires Campania, che ha illustrato la figura di Altiero Spinelli approfondendone i diversi aspetti.
Infine sono state proiettate le interviste a Filippo Caria e Gaetano Arfè sulla figura di Altiero Spinelli, sul Manifesto di Ventotene dandone una lettura critica che ne ha evidenziato la sua attualità.
Straordinaria e numerosa la presenza di studiosi, politici e di numerosi giovani che hanno seguito con interesse i lavori seminariali.
La Gioventù Federalista Europea di Napoli ha chiesto di aderire e partecipare alle prossime iniziative.
Il prossimo appuntamento, previsto a maggio, sarà dedicato a Jean Monet, la dichiarazione Schumann l'inizio dell'Europa. Biagio De Giovanni, Giuseppe Cacciatore e Paolo Frascani illustreranno il ruolo e l’azione di Jean Monet, la nascita dell’Europa unita.
Il terzo seminario è previsto ad ottobre e verterà sul Trattato di Roma del 1957 e il Mercato Comune Europeo. Ne parleranno Adriano Giannola, Andrea Geremicca e Rino Giuliani.
A febbraio 2008 il quarto appuntamento sulla comunità economica europea, gli anni ‘70 ed il parlamento europeo. Relatori saranno Gilberto Marselli, Ugo Marani e Ugo Leone. Seguiranno approfondimenti sugli anni ‘80 e l'allargamento dell'Europa, sull’Unione Europea e il trattato di Maastricht, sulla costituzione europea, su Eugenio Colorni e i trentacinque anni per l’Europa.
Patrocinata dal Comune di Napoli, aderiscono all’iniziativa anche l’Istituto Italiano per gli Studi Filosofici, Istituto del Banco di Napoli – Fondazione Dipartimento di Filosofia “A. Aliotta” – Università degli Studi di Napoli “Federico II”, Fondazione Giacomo Brodolini, Fondazione Bruno Buozzi, Fondazione Francesco De Martino, Fondazione Di Vagno, Fondazione Giuseppe Di Vittorio, Fondazione Mezzogiorno Europa, Fondazione Pietro Nenni, Associazione Casa del Popolo Ponticelli (Napoli), Associazione Elio Pomello, Gioventù Federalista Europea Napoli, Osservatorio Mezzogiorno Europa.

aise

03/04/07


[addsig]

Lascia un commento

0:00
0:00