Scuola: Zingaretti venga in piazza con noi il 28 maggio

Da sx Thierry Meyssan e Giorgio Kadmo Pagano

COMUNICATO STAMPA

Scuola, Pagano (Radicali/ERA): “Zingaretti venga in piazza con noi il 28 maggio”

Dichiarazione di Giorgio Pagano – Radicali/ERA

“Zingaretti venga alla nostra manifestazione il 28 maggio contro la politica linguistica del Miur”. Lo dichiara Giorgio Pagano, Segretario dell’Associazione Radicale Esperanto.

“Il Presidente della Provincia ha espresso la sua indignazione per i tagli ai docenti di lingua inglese, specificando come l’inglese per tutti sia l’unico modo per i nostri figli ‘per essere al pari dei loro coetanei cittadini del mondo’: peccato che non saranno mai alla pari dei loro coetanei cittadini britannici o americani, che l’inglese lo sanno dalla nascita. Zingaretti critica giustamente lo scandalo dei tagli ai docenti, ma difende il luogocomunismo dell’apprendimento forzato dell’inglese, dietro il quale il Miur si è trincerato proprio per abbattere i posti di lavoro e incentivare il precariato, come nel caso del CLIL o in quello del livello B2 d’inglese obbligatorio per poter insegnare materie come italiano, francese o educazione fisica”, aggiunge Pagano.

“Se davvero il Presidente vuole difendere gli insegnanti, lo aspettiamo il 28 maggio alle ore 15.00, alla nostra manifestazione a fianco dei docenti di lingua. Speriamo che risponda al nostro invito e dimostri di essere dalla parte dei lavoratori e delle pari opportunità, non dei privilegi e dei falsi luoghi comuni usati dal governo per prostrare la categoria”.

Roma, 23 maggio 2011

Lascia un commento

0:00
0:00