radikala leksiko, puntata del 29 Aprile

ecco le parole spiegate nella puntata del 29 Aprile:

1. DIRITTI E DOVERI DELLE PERSONE STABILMENTE CONVIVENTI (DICO)

DIRITTI si dice RAJTOJ:
formazione della parola:
radice: rajt-
terminazione: -o (sostantivo)
terminazione: -j (plurale)
rajt-o-j

la congiuzione “E” si traduce: KAJ

DOVERI si dice DEVOJ
formazione della parola:
radice: dev-
terminazione: -o (sostantivo)
terminazione: -j (plurale)
dev-o-j

DELLE si traduce DE LA
Perchè?
In italiano la preposizione articolata DELLE è formata dalla preposizione DI, unita all'articolo determinativo LE. In esperanto, la preposizione e l'articolo vanno scritte separatamente. Quindi traduciamo prima la preposizione DI e poi l'articolo LE.
DI si traduce DE.
LE si traduce LA.

N.B.: In esperanto l'articolo è solo determinativo, è sempre uguale in tutti i generi e numeri: LA.

PERSONE si traduce PERSONOJ
formazione della parola:
radice: person-
terminazione: -o (sostantivo)
terminazione: -j (plurale)
person-o-j

STABILMENTE nel senso di “in modo durevole” si traduce DAŬRE
formazione della parola:
radice: daŭr-
terminazione: -e (avverbio)

CONVIVENTI si traduce KUNVIVANTAJ
parola che deriva dal verbo KUNVIVI (convivere).
Dal verbo kunvivi, formiamo il participio presente attivo, che in esperanto si ottiene aggiungendo alla radice del verbo il suffisso -ant-,
a cui si aggiunge la terminazione -a dell'aggettivo.
Quindi: kunviv-ant-a.
Aggiungiamo in fine la -j del plurale dopo la -a, poiché abbiamo bisogno di un aggettivo plurale:
kunviv-ant-a-j.

Dunque “Diritti e doveri delle persone stabilmente conviventi” si dice:
RAJTOJ KAJ DEVOJ DE LA PERSONOJ DAŬRE KUNVIVANTAJ

2. MATRIMONIO

Per spiegare questa parola prendiamo il concetto un po' alla larga:

MARITO si dice EDZO
formazione della parola:
radice: edz-
terminazione: -o (sostantivo)

DIVENTARE MARITO, quindi “sposarsi per un uomo” si dice EDZIĜI.
formazione della parola:
radice: edz-
suffisso: –iĝ- che indica “farsi”, “divenire”
terminazione: -i (verbo all'infinito)
edz-iĝ-i

MOGLIE si dice EDZINO.
formazione della parola:
radice: edz-
suffisso: -in- che indica “genere femminile”
terminazione: -o (sostantivo)
edz-in-o

DIVENTARE MOGLIE, quindi “sposarsi per una donna” si dice EDZINIĜI.
formazione della parola:
radice: edz-
suffisso: -in- che indica “genere femminile”
suffisso: –iĝ- che indica “farsi”, “divenire”
terminazione: -i (verbo all'infinito)
edz-in-iĝ-i

SPOSARSI (verbo che valga sia per un uomo che per una donna) si dice GEEDZIĜI.
formazione della parola:
prefisso: -ge che indica unione dei generi maschile e femminile
radice: edz-
suffisso: –iĝ- che indica “farsi”, “divenire”
terminazione: -i (verbo all'infinito)
ge-edz-iĝ-i

MATRIMONIO si dice GEEDZIĜO.
formazione della parola:
prefisso: -ge che indica unione dei generi maschile e femminile
radice: edz-
suffisso: –iĝ- che indica “farsi”, “divenire”
terminazione: -o (sostantivo)

N.B.: per ottenere il sostantivo “geedziĝo” è bastato sostituire la terminazione -i del verbo all'infinito del verbo “ge-edz-iĝ-i”, sposarsi, con la terminazione -o del sostantivo: “ge-edz-iĝ-o”.

alla prossima puntata!
[addsig]

Lascia un commento

0:00
0:00