+3906689791 scrivici@era.ong
Politica e lingue

piu’ che corretto (senza punti esclamativi)

piu’ che corretto (senza punti esclamativi)

Il testo della mozione è piu’ che corretto (senza punti esclamativi).
E il paragrafo in questione non è affatto il testo presentato a mia prima firma.
Solo non è nella formulazione cacofonica prospettata da Taddei e nessuno (nemmeno lo stesso Taddei) ha chiesto che invece fosse in quella e quella formulazione soltanto.
Quello che ho ritenuto accogliere era il senso individuato un pò da tutti (soprattutto da Bona e Clerici) che bisognasse porre l’accento sulla pericolosità dell’egemonia dell’inglese e non della lingua in se.
Cosa che mi trova perfettamente d’accordo anche se, allo stato attuale delle cose, personalmente ritengo sia debole politicamente. Ossia è come se noi si stesse giocando di fioretto mentre l’altro tira l’atomica.
Comunque ho ritenuto di accogliere ugualmente quel tipo di sollecitazione e in tal senso risulta infatti cambiato il paragrafo.

Giorgio Kadmo Pagano
ARTISTA dal 1977 TEORICO dell'ARTE e ARCHITETTO dal 1985 GIORNALISTA dal 1993, ESPERTO d'ECONOMIA LINGUISTICA dal 1997.

Lascia un commento

0:00
0:00