Passaporti ai sudtirolesi: «Dall’Austria un atto ostile»

Il Cancelliere Sebastian Kurz al Consiglio federale austriaco.

Il ministro Fraccaro

Passaporti ai sudtirolesi: «Dall’Austria un atto ostile»

«Le notizie del Governo austriaco di procedere sulla strada del doppio passaporto per i cittadini sudtirolesi destano inquietudine». Da trentino d`adozione,Riccardo Fraccaro non intende cedere al doppio passaporto che l’esecutivo guidato da Sebastian Kurz vorrebbe concedere ai cittadini dell’Alto Adige. Così Fraccaro invita Vienna a rinunciare «a ogni velleità su un tema così importante, evitando ulteriori strumentalizzazioni politiche ed elettorale». Anche perché, chiosa, «se fosse confermato quanto riportato dai media saremo di fronte a un atto inopportuno e ostile che intendiamo respingere con fermezza». Il ministro per i Rapporti con il Parlamento si è subito messo in contatto con il ministro degli Esteri Enzo Moavero Milanesi che «sta approfondendo la questione». Non a caso proprio Moavero prima ha commentato così: «Prima di essere un atto ostile è un atto francamente curioso». E poi ha incaricato l’ambasciatore Sergio Barbanti di chiedere chiarimenti alle autorità austriache. Mentre da Vienna annunciano che la condizioni legislativa per il doppio passaporto «saranno poste non prima del 2019-2020».

Corriere della Sera | 24.7.2018

Lascia un commento

0:00
0:00