Parlamentari a imparare l’italiano

Micciché promuove l’italiano

Rimando a scuola i parlamentari

di Giuseppe Giustolisi

Gianfranco Micciché, Presidente dell’Assemblea regionale siciliana, vorrebbe leggi più chiare e comprensibili per il volgo. Ma evidentemente i parlamentari siciliani, oltre a essere digiuni di inglese, devono avere qualche problema anche con l’italiano. Come risolverlo? Micciché ha la soluzione pronta: a margine di un seminario sulla riforma delle Assemblee regionali, tenutosi nei giorni scorsi a Palermo, ha annunciato una convenzione con l’Università per attività di studio finalizzate a migliorare il linguaggio sofferente del legislatore isolano. Dai banchi del Parlamento a quelli di scuola. Il percorso inverso non va più di moda.

(Da Magazine – Corriere della Sera -, 15/11/2007).

[addsig]

Lascia un commento

0:00
0:00