+3906689791 scrivici@era.ong
Politica e lingue

NEL BASCO LA CHIAVE DELLA LINGUA ETRUSCA

ETRUSCHI: STUDIOSO SPAGNOLO, NEL BASCO LA CHIAVE DELLA LINGUA =

MADRID, 14 APR. -(ADNKRONOS)- FORSE TROVATA LA VERA CHIAVE PER DECIFRARE LA MISTERIOSA LINGUA PARLATA DAGLI ETRUSCHI E ARRIVATA FINO A NOI SOLO ATTRAVERSO ISCRIZIONI, CIRCA SEIMILA, NELLA QUASI TOTALITA’ FUNERARIE, E ATTRAVERSO ALCUNI TESTI PIU’ AMPI, COME LE LAMINE DI PYRGI, LA TEGOLA DI CAPUA, LA MUMMIA DI ZAGABRIA, IL ‘LIBER LINTEUS’. IL SUO SEGRETO SAREBBE RACCHIUSO, SECONDO UNO STORICO DELLA LINGUA SPAGNOLO, JORGE ALONSO GARCIA, NEL DIALETTO PARLATO ANCOR OGGI DA DUE #MILIONI E MEZZO DI BASCHI, L’EUSKERA, CHE NON APPARTIENE AL GRUPPO DELLE LINGUE INDO-EUROPEE E LA CUI ORIGINE E’ TUTTORA PRESSOCHE’ SCONOSCIUTA.

LA SCOPERTA DI ALONSO, CONTENUTA IN UNO STUDIO, CHE E’ IN CORSO DI PUBBLICAZIONE, POTREBBE PORTARE ALL’INDIVIDUAZIONE DELLE REGOLE GRAMMATICALI E SINTATTICHE DELL’ETRUSCO, I CUI MECCANISMI ANCORA SFUGGONO, NONOSTANTE AUTOREVOLI TENTATIVI DI TRADUZIONE DELLE SINGOLE PAROLE. MA NON SOLO. POTREBBE AIUTARE ANCHE A CIRCOSCRIVERE L’AREA GEOGRAFICA DI PROVENIENZA DI QUESTA ANTICA POPOLAZIONE, VISSUTA IN ETRURIA DAL VII AL PRIMO SECOLO A.C.: L’AFRICA NORDOCCIDENTALE, TERRA DALLA QUALE SEIMILA ANNI FA SAREBBERO GIUNTI IN SPAGNA I BASCHI. UNA TESI CHE TROVA FONDAMENTO IN MOLTEPLICI ELEMENTI LINGUISTICI CHE ACCOMUNEREBBERO I DIALETTI BERBERI ALL’EUSKERA E ALL’ETRUSCO.

COMPARANDO APPUNTO QUESTE TRE LINGUE ALONSO E’ RIUSCITO A TRADURRE ALCUNE EPIGRAFI ETRUSCHE, FINORA ASSOLUTAMENTE IMPENETRABILI. E’ PARTITO DA UNA PAROLA, ASSAI PRESENTE NELLE ISCRIZIONI FUNERARIE: ‘DULE’, CHE SUONA STRAORDINARIAMENTE SIMILE ALLA PAROLA BASCA E BERBERA ‘DULLE’, COMUNEMENTE USATA COME SINONIMO DI ”MORTE”. E DA UNA FRASE EUSKERA, ”BALTZ-UR-A-TEAN-NAS", CHE E’ UNA METAFORA MOLTO DIFFUSA CHE SIGNIFICA LETTERALMENTE ”SONO AL CANCELLO DEL FIUME DEL BUIO”, CHE SI AVVICINA MOLTISSIMO ALLA SCRITTA ETRUSCA ”VELTH-UR-A-TIN-NAS”.

USANDO SEMPRE L’EUSKERA COME CHIAVE, ALONSO HA ANCHE TRADOTTO I TESTI DELLE TAVOLETTE D’ORO DI PYRGI, CHE NON SAREBBERO, SECONDO IL LINGUISTA SPAGNOLO, TESTI DI INTERESSE STORICO COME PRESUMONO MOLTI ETRUSCOLOGI, MA CONTERREBBERO UNA SORTA DI GUIDA SPIRITUALE PER AFFRONTARE LA MORTE. NUMEROSI SAREBBERO I RIFERIMENTI, HA ANTICIPATO LO STUDIOSO, AD UNA ”SIGNORA ” O ”MADRE DEL BUIO”, UNA SPECIE DI DIVINITA’ PREPOSTA AD ACCOMPAGNARE I CREDENTI DURANTE IL LORO ULTIMO VIAGGIO.
14-APR-97

Lascia un commento

0:00
0:00