Nasce il primo circolo ARCI Esperanto

Foto Roberto Monaldo / LaPresse 26-11-2021

Il 25 aprile 2006 si costituisce a Milano in via Orti 17 (mm Crocetta) alle 11 il primo Circolo Arci Esperanto, intitolato al primo esperantista socialista e operaio che diede vita ad iniziative esperantiste nel Partito socialista nel lontano 1918, Vezio Cassinelli.
Perché un esperantista, o un simpatizzante esperantista, dovrebbe aderire ad un Circolo Arci che ha sede a Milano?
Perché é la prima volta che un Arci provinciale accetta nel suo seno un circolo che si dedica interamente all'esperanto.
Perché molti si iscriverebbero all'Arci solo per avere sconti al cinema.
Perché quando si entra in un qualsiasi Circolo Arci si dà segno di una presenza che fa parlare dell'esperanto
Perchè il Circolo Arci Esperanto, con sede a Milano, può prendere tutte le iniziative utili a diffondere l'esperanto su tutto il territorio nazionale e in tutti gli ambienti che gli sono vicini e in cui la parità linguistica diventa un tema di discussione.
Perché il contributo numerico può di certo attirare l'attenzione dell'Arci nazionale sulle nostre tematiche, relative alla parita' linguistica nella comunicazione internazionale
Perché si appoggia un progetto di crescita culturale, politica e umana che ci é propria a prescindere dall'esperanto ma che con l'esperanto noi portiamo ai nostri amici e compagni dell'Arci, tutti assieme, individuando nei rapporti umani e civili con i nostri amici esperantisti nel mondo un faro imprescindibile della nostra azione.
Chi desiderasse aderire, dare il proprio contributo o ricevere informazioni puo' scrivere all'indirizzo io@andreamontagner.it o telefonare al numero 347 0774831.
Andrea Montagner
[addsig]

1 commento

  • Il 25 aprile 2006 si costituisce a Milano in via Orti 17 (mm Crocetta) alle 11 il primo Circolo Arci Esperanto, intitolato al primo esperantista socialista e operaio che diede vita ad iniziative esperantiste nel

    Partito socialista nel lontano 1918, Vezio Cassinelli.

    Perché un esperantista, o un simpatizzante esperantista, dovrebbe aderire ad un Circolo Arci che ha sede a Milano?
    Perché é la prima volta che un Arci provinciale accetta nel suo seno un circolo che si dedica interamente all'esperanto.
    Perché molti si iscriverebbero all'Arci solo per avere sconti al cinema.
    Perché quando si entra in un qualsiasi Circolo Arci si dà segno di una presenza che fa parlare dell'esperanto
    Perchè il Circolo Arci Esperanto, con sede a Milano, può prendere tutte le iniziative utili a diffondere l'esperanto su tutto il territorio nazionale e in tutti gli ambienti che gli sono vicini e in cui la parità linguistica diventa un tema di discussione.
    Perché il contributo numerico può di certo attirare l'attenzione dell'Arci nazionale sulle nostre tematiche, relative alla parita' linguistica nella comunicazione internazionale
    Perché si appoggia un progetto di crescita culturale, politica e umana che ci é propria a prescindere dall'esperanto ma che con l'esperanto noi portiamo ai nostri amici e compagni dell'Arci, tutti assieme, individuando nei rapporti umani e civili con i nostri amici esperantisti nel mondo un faro imprescindibile della nostra azione.
    Chi desiderasse aderire, dare il proprio contributo o ricevere informazioni puo' scrivere all'indirizzo io@andreamontagner.it o telefonare al numero 347 0774831.
    Andrea Montagner

    [addsig]

Lascia un commento

0:00
0:00