MOZIONE GENERALE DEL V CONGRESSO DELLA ESPERANTO RADIKALA ASOCIO *

Paolo Gambi, Rinascimento poetico

MOZIONE GENERALE DEL V CONGRESSO DELLA "ESPERANTO" RADIKALA ASOCIO *

IL V CONGRESSO DELLA "ESPERANTO" RADIKALA ASOCIO RIUNITO A FIRENZE IL 22 E 23 GIUGNO 1996

APPROVA le Relazioni del Tesoriere e del Segretario.

RICORDA gli ultimi lusinghieri esiti raggiunti con le proprie esigue risorse umane e finanziarie:
– la Circolare ministerale 126, dove finalmente e per la prima volta, una completa informazione sull”Esperanto viene fornita a tutte le scuole italiane;
– le 105 scuole, di 29 Paesi del mondo, collegate attraverso il Progetto Fundapax approvato e in parte finanziato dall’UNESCO;
– l’approvazione e il finanziamento al 55 per cento, da parte della Commissione europea , del Progetto di informazione su I Costi della (non) comunicazione in Europa.

RINGRAZIA i parlamentari europei firmatari dell’Appello esperantista del Partito radicale e della "Esperanto" Radikala Asocio, e chiede loro un impegno a diffondere, nei rispettivi Paesi e nei rispettivi Gruppi parlamentari e Partiti, la condivisione delle finalità dell’Appello stesso;

RILEVA che i successi finora conseguiti costituiscono inconfutabili prove di come, in un rapporto di forze esperantiste peraltro e di fatto giù presenti in Europa e nel mondo, da impegnarsi non solo culturalmente ma soprattutto politicamente, è oggi possibile porre un orizzonte temporale entro il quale raggiungere l’adozione europea e mondiale della Lingua Internazionale.

INDIVIDUA negli anni 2005 e 2020 rispettivamente per l’Europa e per il mondo, le date entro le quali l’Esperanto può, ragionevolmente, venire ufficialmente adottato come lingua internazionale ausiliaria. In uno scenario che veda praticato, nelle scuole del villaggio mondiale, un sostanziale triliguismo, dove la prima lingua insegnata è quella del luogo, la seconda la Lingua Internazionale, la terza una lingua straniera etnica – finalmente e davvero – di libera scelta.

CHIEDE, agli Organi che dirigeranno l’Associazione fino al prossimo Congresso, di condurre una approfondita indagine sulla disponibilità all’appropriato impegno di risorse umane e finanziarie da parte delle organizzazioni esperantiste tutte, del Partito radicale e dei parlamentari – specie europei- radicali, nel costituire e costruire insieme quel cammino di successi politici necessari alla positiva conclusione dei nostri scopi entro il 2020.

DISPONE, per far fronte immediatamente alla somma di 76 milioni di lire che l’Associazione Š chiamata a produrre, nella ragione del 45% rimanente, per la conduzione entro il 1996, del Progetto approvato per complessivi 169 milioni dalla Commissione europea, il raddoppio della quota di iscrizione/associazione*,
E INVITA coloro che hanno già aderito all’Associazione con la vecchia quota, ad inviare l’ulteriore contributo.

IMPEGNA tutti e ciascun iscritto nel rggiungimento, entro il 31 dicembre 1996, di almeno 700 iscritti e soci, o risorse finanziarie equivalenti.

*approvata all’unanimità
**da lire 50.000 a lire 100.000

Organi eletti
Presidente: Leo SOLARI

Segretario: Giorgio PAGANO

Tesoriere: Daniela GIGLIOLI

Consiglio Generale: Pierina CECCONI, Gabriella FANELLO, Guido FERRETTI, Marco PERDUCA, Edo TADDEI, Davide TUTINO; Silvia BERGAMINI, LapoORLANDI.

Collegio dei Revisori: Ester COSSARO, Erica DI VINCENZO, Vincenzo DONVITO.

Lascia un commento

0:00
0:00