Europa e oltreMinoranze, popoli tradizionali, indigeni e Colonialismo

L’OLOCAUSTO EBRAICO È STATO PRECEDUTO DALL’OLOCAUSTO DEL CONGO AFRICANO DI LEOPOLDO II

L'olocausto di 30 milioni dal re belga Leopoldo II è stato commesso contro degli esseri umani ed è più grande e precedente all'olocausto di Hitler

Mani come trofei durante il massacro di Leopoldo II della Repubblica del Congo

Disponibile anche in: Inglese

Al Presidente Obama

NewsRescue ha recentemente pubblicato un articolo sui recenti commenti del Papa, definendo l’Olocausto europeo degli ebrei europei di Hitler, un evento senza precedenti nella storia. La nostra redazione ha discusso di come una tale dichiarazione del Papa del mondo fosse intenzionalmente marcatamente errate, marcatamente disonesta o marcatamente ignorante. Tutti coloro che sono interessati alla storia non troppo lontana conoscono l’allora re belga, Leopoldo II e come scritto in un libro molto famoso – ‘Fantasma di Re Leopoldo’, il suo ruolo nel formalizzare la colonizzazione e la cosiddetta ‘civiltà’ dell’Africa, e nella sua ricerca per costruire il Belgio, il suo abuso del Congo nel cuore dell’Africa. Atrocità che sono tra le più vili e malvagie della storia umana, causando un olocausto di almeno 25-30 milioni di morti nell’Africa centrale, e mutilazioni permanenti e danni psicologici ai 2-5 milioni rimasti.

Ora, la triste ricorrenza durante il recente discorso di Obama al Cairo, – il suo riferimento all’olocausto ebraico come ‘senza precedenti’ [Testo e video del discorso ], ha portato alla necessità di ripubblicare questo articolo e informare il presidente signor Presidente, che l’olocausto ebraico non è senza precedenti,e che se gli africani sono esseri umani troppo, allora è stato effettivamente superato in un passato non troppo lontano, in un caso che rimane una profonda cicatrice per tutta l’umanità, come la regalità che ha compiuto questa atrocità sono ancora celebrati. E peggio ancora, il semplice riconoscimento del suo verificarsi e della sua risoluzione non è nemmeno mai considerato.

Al Presidente, al Papa e a tutti gli altri che non conoscono e hanno davvero bisogno di sapere;- crediamo che per voi apprezzare che l’Olocausto del Congo africano e l’Olocausto commercio di schiavi in sé supera l’Olocausto ebraico 6 milioni di dollari, dobbiamo dimostrare a voi che gli africani sono esseri umani… e sono stati esseri umani quando Leopoldo ha preso congo come sua proprietà personale e derubato e predoni la nazione per costruire il Belgio.

Con la presente sottoponiamo prove di Homosapien-ism, e persino prove innegabili di sviluppo avanzato e civiltà del popolo del Congo.

In effetti gli antichi africani pre-coloniali avevano molti script scritti diversi, e questa è la prova ultima della civiltà avanzata. Erano umani, dopo tutto, e l’olocausto di 30 milioni dal re belga Leopoldo II è stato commesso contro gli esseri umani ed è più grande precedente all’olocausto di Hitler. E la bruciatura di tre giorni di Leopoldo di tutti i documenti belgi, non toglie a questa orrenda e storica catastrofe africana riconosciuta a livello mondiale. Per favore, non peggiorare le cose… e non essere un negazionista dell’Olocausto!

Articolo di NewsRescue sul Papa e sulla sua amnesia selettiva di un grande Olocausto africano:


Negli ultimi giorni abbiamo visto Papa Benedetto XVI fare numerose soste in Medio Oriente [1] e continuare ad offrire

Hands as trophies during Leopold's massacre of Congo Republic

Mani come trofei durante il massacro di Leopoldo II nella Repubblica del Congo

preghiere e lamenti per quanto riguarda il racconto dell’Olocausto ebraico, in cui i resoconti mettono il risalto  morti tra 6-8 milioni. Il suo primo rifiuto di questo avvenimento fu non troppo difficile da dimenticare, poco dopo essere entrato in carica quando gli fu riferito di aver chiesto a Dio perché si sedette immobile e non fece nulla e permise che questo evento si verificasse. Le sue parole ad Auschuwitz nel 2006- “Perché, Signore, hai taciuto?..” [2]
Ma la domanda è: il Papa dimentica l’Africa? Gli Olocausti dell’Africa [3] del passato e del presente non sono importanti per il Papa del mondo? O la vita europea-ebraica è più sacra della vita africana, che include il sangue ebraico (etiope, nigeriano, egiziano e altri ebrei[4])e il sangue di tutte le razze dell’umanità?

Sono il verificarsi degli Olocausti africani, della colonizzazione dell’Africa e delle deportazioni degli schiavi troppo distanti per il Papa e del mondo più grande da ricordare… o di magnitudo troppo inferiore in confronto? Ma il re Leopoldo II del Belgio uccise fino a 30 milioni di congolesi quando stuprò il Congo in Africa per sfruttare una grande nazione per costruire la sua nazione. La popolazione fu ridotta nel suo regno dal 1885 al 1908 da oltre 30 milioni a meno di 5 milioni, quelli rimasti erano donne e bambini con le mani amputate. [5] La storia è troppo viva nei nostri ricordi del loro uso delle mani dei congolesi come trofei nella loro ricerca di devastare la risorsa di gomma del Congo, o non è vero? Infatti, contrariamente a quanto ha detto il Papa ad Auschuwitz, l’Olocausto europeo-ebraico è stato ben precedente e superato dall’Olocausto africano, di proporzione catastrofica. E monumenti dell’atroce Leopoldo II sono orgogliosamente esposti in tutto il Belgio, per continuare a commemorare il dolore e appoggiare la realtà dell’indignazione e del pentimento. Statue che dovrebbero essere fracassate in mille pezzi.

“… I cestini delle mani mozzate, fissati ai piedi dei comandanti delle poste europee, divennero il simbolo dello Stato Libero del Congo. , La collezione di mani è diventata fine a se stessa. I soldati della Force Publique li portarono alle stazioni al posto della gomma; sono anche andati a raccoglierli invece di gomma, Sono diventati una sorta di valuta. Essi vennero utilizzati per compensare le carenze nelle quote di gomma, per sostituire, le persone che erano state richieste per le bande di lavoro forzato; e i soldati della Force Publique sono stati pagati i loro bonus in base al numero di mani raccolte…”[6]

O è a causa del racconto europeo-ebraico delle camere a gas e del bruciore? Poi, quando guardiamo l’intero continente africano, e come tra 100-300 milioni di africani sono stati deportati e uccisi durante il viaggio la loro destinazione nel 300 anno più ‘Codice Noir’ autorizzato, Deportazione di schiavi transatlantici [7] E ricordiamo storie di incendiraio, come narrato qui di seguito in Nigeria e in tutta l’Africa, nel racconto dato dal capitano Lord Esme Gordon Lenox,- ‘Con la West African Frontier Force’ nella ‘Lascione di Edwin Conat’,dalla biblioteca di Harvard. [ 8]

Le sue parole…

“… Verso sera un timido nativo dall’aspetto si presentò in canoa e ci informò che era il capo della città. Abbiamo chiesto dove fosse andato tutto il suo popolo, e lui ci ha detto che tutti avevano fatto fuori perché erano troppo spaventati dai soldati per rimanere a casa. lui come gli altri, ha promesso di darci assistenza, e gli abbiamo detto che se non ha fatto la sua città sarà bruciato…… abbiamo fatto una volta giù per Amassana, che era una città dovrebbe essere amichevole e li multato 25 capre e 20 polli per non-assistenza, poi tornò a Agbeni e bruciato metà... . Il 1 ottobre è stato speso in continuazione dell’incendirismo di ieri bruciando ogni città o fattoria che potevamo vedere. Rabbrividisco a pensare a quante case abbiamo distrutto in questi due giorni. Sulla via del ritorno a Egbbeddi nel pomeriggio siamo passati da Sabagreia e ha detto al nostro vecchio amico capo Ijor che molto probabilmente dovremmo bruciare Sabagreia il giorno successivo….”

Quindi ci chiediamo, perché il Papa del mondo ha finora scelto di dimenticare gli olocausti più orrendi dell’intero continente africano? Forse ha qualcosa a che fare con il coinvolgimento papale nelle deportazioni degli schiavi, poiché i suoi predecessori Papa erano noti per aver posseduto e scambiato liberamente schiavi africani.

“… Il Papa (Innocenzo VIII) fu inviato un centinaio di ottimi schiavi moreschi, che distribuì tra la Curia e agli amici, e concesse a Ferdinando II d’Aragona l’epiteto “Maestà Cattolica”. …” [9]

Imposing statue of King Leopold II on his horse is proudly found at Place du Trône which is surrounding the Royal Palace in Brussels, Belgium. How about a Hitler statue of same sort in Germany?

Imponente statua del re Leopoldo II sul suo cavallo, che si trova con orgoglio a Place du Tràne che circonda il Palazzo Reale di Bruxelles, in Belgio. Che ne dici di una statua di Hitler dello stesso tipo in Germania?

Ma anche questo non dovrebbe essere il motivo per cui il Papa dimentica gli Olocausti africani nei suoi sermoni, perché non è il Papa in questione, e la sua partecipazione all’Olocausto tedesco è stata compresa e perdonata con le sue chiare dichiarazioni del suo rifiuto, quindi un approccio simile sarà certamente accettabile anche dal mondo per il coinvolgimento della sua chiesa nella più grande e più lunga proporzione di geocida mai conosciuta nella storia dell’umanità che ancora lascia il continente psicologicamente distrutto e incapace di riprendersi. Taglio a mano ancora praticato dal popolo terrorizzato del Congo, e l’atto di vendere il tuo clan, assorbito dalla domanda coloniale di vendite con il rischio di far bruciare il tuo villaggio a terra, lasciando ancora gli africani paralizzati.

O è perché l’Africa ha ottenuto riparazione mentre Israele non ha… Sembra che io abbia detto che è sbagliato aggirare, è Israele che ha ottenuto riparazioni dalla Germania e dal mondo, compresa la ripartizione loro della terra che hanno ora, ed è l’Africa che deve ancora ottenere un “scusa”, o un riconoscimento che sono esseri umani dopo tutto e non 3/5 una persona alla pari con gli animali come è ancora scritto, anche se agatebrod nella costituzione degli Stati Uniti.

Quindi la nostra domanda rimane: perché dimenticare l’Africa? forse chiediamo troppo presto, è stato in carica solo pochi anni, il Papa verrà presto in visita e poi griderà e chiederà a Dio anche perché ha permesso che questo olocausto si verificasse e perché permette ancora l’Africa, terra del primo uomo e terra dei più grandi sviluppi tecnologici, culturali ed economici rivoluzionari nella storia del mondo, continuano ad essere devastati e sfruttati da imposizioni dilibero scambio, armi e discarica tossica, e il nuovo mondo. Oh, ancora una volta, il mio errore, ha già visitato l’Africa [10] è lì che ha fatto il suo discorso molto famoso sul divieto dell’uso dei preservativi.

Forse dobbiamo aspettare che visiti le isole caraibiche, la Giamaica, Haiti e simili, Nazioni costruite in modo semplice ed esclusivo per la schiavitù, poi si ricorderà e griderà.

Le opinioni espresse in questo articolo appartengono all’autore e non riflettono necessariamente la politica editoriale di NewsRescue

newsrescue.com |

Lascia un commento