Lo spatriato

Lo spatriato

Lo hanno portato via

dal luogo della sua lingua.

Lo hanno scaricato male

in terra straniera.

Ora, non sa più dove sia

la sua tribù. E’ perduto.

Chiede. Brancola. Urla.

Peggio che fosse muto.

(Da “Poesie” di Giorgio Caproni, Garzanti 1989).

[addsig]

Lascia un commento

0:00
0:00