L’italiano si è ristretto e l’inglese si è allargato.

Il Resto del Carlino:

2011-05-06
L’ITALIANO si è ristretto e l’inglese si è allargato.

La nostra madre lingua italiana non è più la stessa. La sua esistenza è sempre più influenzata dai nuovi mezzi di comunicazione (internet e cellulari) diventati di uso comune, nuovi stili di vita e, soprattutto, per essere colonizzata dall’inglese. Inglese divenuto universale, perché lingua del commercio, dell’economia e degli interessi finanziari. Quotidianamente ce ne accorgiamo. Ieri un mio amico mi ha detto: «Spegniamo la tv, con tutti quei vip. Fregatene se cala lo share che era cresciuto dopo l’ultimo scoop.
Tutti quei reality, quelle fiction, quei talk show, mandano l’intelligenza Ko che fa tilt anche se sembra al top e al test ha raggiunto un punteggio tot. E’ un flop per l’uomo». Mi stavo preparando a uscire e lui mi ha suggerito di trovare un look più trendy e sexy creato ad hoc per me e di andare al suo party molto più chic senza creare shock. Ha continuato: «Ti aspetto per il week end, se non ci sono news».
Ho pensato: «Pazienza, se sono out vado da solo a farmi un drink, prendo il bus e vado al pub».
Peccato che avessero solo hot dog. Ne ho mangiato uno che mi ha fatto fare un gulp. Mi sono guardato intorno per cercare un flirt, una ragazza mi ha detto: «Bye-bye», allora sono andato a vedermi un film. Morale: se Dante Alighieri avesse dovuto usare la lingua di oggi, sarebbe mai riuscito a scrivere The Divine Comedy?

Lascia un commento

0:00
0:00