+3906689791 scrivici@era.ong
Politica e lingue

LINGUISTICA: INDIANI AMERICANI E SIBERIANI PARENTI, STUDIO

LINGUISTICA: INDIANI AMERICANI E SIBERIANI PARENTI, STUDIO

(ANSA) – NEW YORK, 8 NOV – UNA MANCIATA DI PAROLE IN DUE DELLE LINGUE PIU’ OSCURE DELLA TERRA POTREBBERO AVVALORARE LA TEORIA CHE GLI INDIANI D”AMERICA LASCIARONO L’ASIA IN UNA SERIE DI MIGRAZIONI SEPARATE. E’ QUANTO SOSTIENE UN LINGUISTA IN UN ARTICOLO CHE DOMANI SARA’ PUBBLICATO NEL PROSSIMO NUMERO DEI PROCEDINGS OF THE NATIONAL ACADEMY OF SCIENCES.

MERRIT RULHEN DELLA STANFORD UNIVERSITY HA SCRITTO DI AVER TROVATO IMPRESSIONANTI SOMIGLIANZE TRA IL KET, LA LINGUA PARLATA DA APPENA 500 PERSONE IN SIBERIA, E IL NA-DENE, UNA FAMIGLIA DI LINGUE PELLIROSSE.

LO STUDIOSO FA L’ESEMPIO DI 36 PAROLE SIMILI IN ENTRAMBE LE LINGUE TRA CUI IL TERMINE PER LA CORTECCIA DI BETULLA, BAMBINO E CONIGLIO. ”LE PAROLE COMUNI SEMBRANO SUGGERIRE L’ESISTENZA DI UN’UNICA POPOLAZIONE IN EURASIA”, HA INDICATO LO STUDIOSO.

IL KET E’ QUANTO RESTA DI UNA FAMIGLIA LINGUISTICA CHE E’ QUASI COMPLETAMENTE SCOMPARSA NELL’OTTOCENTO. IL NA-DENE HA 4QUATTRO RAMI CHE INCLUDONO IL TLINGIT E L’EYAK PARLATO IN ALASKA E CANADA OCCIDENTALE, OLTRE ALLE LINGUE NAVAJO E APACHE.

08-NOVEMBRE-98

Lascia un commento

0:00
0:00