+3906689791 scrivici@era.ong
Politica e lingue

LINGUAGGIO: PDL PER RICONOSCERE QUELLO DEI SEGNI

LINGUAGGIO: PDL PER RICONOSCERE QUELLO DEI SEGNI =

ROMA, 29 LUG – OTTENERE IL RICONOSCIMENTO DELLA LINGUA DEI SEGNI IN APPLICAZIONE DEGLI ARTICOLI 3 E 6 DELLA COSTITUZIONE E IN OTTEMPERANZA ALLA INDICAZIONI IN QUESTO SENO DEL PARLAMENTO EUROPEO. E’ QUESTO LO SCOPO DELLA PROPOSTA DI LEGGE PRESENTATA DA LUIGI GIACCO, DEPUTATO DEL GRUPPO SINISTRA DEMOCRATICA.

LA PROPOSTA, CHE MIRA A CONCEDERE AL LINGUAGGIO DEI SEGNI IL ‘RANGO’ DI LINGUA DI UNA MINORANZA NAZIONALE, NASCE DALLE ESIGENZE DEI CIRCA 70MILA SORDI CHE CI SONO IN ITALIA I QUALI, OLTRE A COMPRENDERE LA LETTURA LABIALE E AD USARE LA LINGUA ORALE, DEVONO POTER DISPORRE DELLA LINGUA DEI SEGNI COME IN MOLTI PAESI AL MONDO, COME SOTTOLINEA UNA NOTA. ”IN TALE CONTESTO -SPIEGA GIACCO- OCCORRE ISTITUIRE CORSI PER IL CONSEGUIMENTO DEL DIPLOMA UNIVERSITARIO DI INTERPRETE DI LINGUA DEI SEGNI ITALIANA, AL FINE DI PREPARARE UN PERSONALE ALTAMENTE SPECIALIZZATO COSI’ COME AVVIENE NEGLI ALTRI PAESI EUROPEI”.

29-LUG-97

Lascia un commento

0:00
0:00