LINGUA ITALIANA: DANIELI, NECESSARIA RIFORMA ORGANICA DELLA LEGGE 153

Roma, 5 giu. (Adnkronos/Adnkronos Cultura) – Il sostegno alla promozione e all'insegnamento della lingua e della cultura italiane nel mondo resta tra le priorita' individuate dal senatore Franco Danieli, vice ministro per gli Affari Esteri. ''Pur riconoscendo i risultati significativi che si sono ottenuti nel quadro normativo ancora in vigore, da tempo e' stata avvertita, per quanto riguarda il tema della lingua e della cultura italiana all'estero, l'esigenza di adeguare gli strumenti legislativi per dare risposte concrete alle attuali esigenze delle collettivita' italiane nel mondo'' , ha affermato il vice ministro introducendo i lavori di oggi della tavola rotonda, da lui promossa, sul tema della riforma della L. 153/71.

All'incontro hanno partecipato i parlamentari eletti all'estero, i componenti del Cgie, rappresentanti degli enti gestori provenienti da tutto il mondo, sindacati scolastici, membri della societa' Dante Alighieri, del mondo universitario e della cultura, allo scopo “di raccogliere contributi e analisi utili per un percorso di riforma organica sull'insegnamento e la promozione della lingua e della cultura italiana nel mondo che il governo vuole presentare – ha aggiunto Danieli – assegnando a questa riforma una priorita' nell'agenda politica e auspicando una corale partecipazione delle forze sociali e istituzionali interessate e un lavoro comune tra le parti politiche di maggioranza e opposizione''.

“Oggi siamo di fronte a cambiamenti rapidi e profondi nel sistema della globalizzazione – ha spiegato il senatore Danieli – cambiamenti profondi sono intervenuti anche nella struttura e nella cultura dell'emigrazione italiana, pertanto una legge come la 153, approvata nel 1971, quasi 40 anni fa, ha bisogno di una riforma in grado di attivare proposte culturali e azioni concrete capaci di rispondere alle sfide,alle opportunita' e alle sensibilita' culturali dell'epoca contemporanea''.
[addsig]

Lascia un commento

0:00
0:00