L’inglese di Napoleone

PARIGI

All’asta i compiti di inglese di Napoleone

Oggi a Fontainebleau saranno messi all’asta manoscritti di Napoleone con i suoi primi compiti di inglese: sconfitto a Waterloo da Wellington e esiliato a Sant’Elena, l’imperatore senza più impero aveva deciso di studiare la lingua del nemico. «What was it arrived?» è la prima frase scritta da Napoleone in un inglese approssimativo: trasposizione dal francese que s’est-il passé? invece della forma corretta what’s happened? per dire «Che cosa è successo?». Come spiegò il fedele Emmanuel Las Cases nel «Memoriale di Sant’Elena», Napoleone si vergognava di non conoscere affatto l’inglese, e si mise a studiare con impegno. Pochi mesi dopo era in grado di leggere correntemente e di scrivere quasi senza errori, ma non ebbe il tempo di riuscire a parlarlo.
(Dal Corriere della Sera, 5/6/2011).

Lascia un commento

0:00
0:00