La lingua di Uri

Il libro del papà

“La lingua di Uri”. Quando David scriveva al piccolo

Prima degli occhiali grandi e della passione per il teatro, prima del servizio militare, prima di morire in guerra comandante di un tank, Uri è stato un bimbo di due anni che faceva fatica a parlare. E che allora aveva inventato una lingua tutta sua. “La lingua speciale di Uri”. Autore, papà David Grossman. Scrittore moderno di sentimenti e introspezione (“Vedi alla voce: amore, Che tu sia per me il coltello”), alla nascita dei suoi bambini Grossman ha scoperto il mondo fantastico della letteratura per l’infanzia e ci si è tuffato per anni….

Dedicato a Uri bambino, lo scrittore aveva pubblicato un libro nel 1989, con la casa editrice israeliana Hakibbutz Hameuhad, mai tradotto in Italia. “La lingua speciale di Uri”, piccino di due anni che non ha ancora imparato a parlare. Allora ha inventato una lingua di cui ogni parola è fatta da un suono. Il bambino è fortunato perché ha un fratello più grande, Yonatan, di 5 anni “che è giusto in mezzo tra l’essere piccolo e l’essere grande e, in virtù di questa sua caratteristica, può capire sia i bambini che gli adulti”. E fare così da interprete al piccolo, speciale Uri.

(Dal Corriere della Sera, 15/8/2006).

[addsig]

Lascia un commento

0:00
0:00