LA DIVERSITA’ LINGUISTICA, UN FATTORE DI DEMOCRAZIA, SECONDO BOUTROS-GHALI

855, 5-Nov-98, 18:58, I—–, 1140, C.Sarandrea, IT, Roma

—————————————————————
LA DIVERSITA' LINGUISTICA, UN FATTORE DI DEMOCRAZIA, SECONDO BOUTROS-GHALI

(traduzione della precedente notizia)
GINEVRA, 3 NOV. (AFP) – La diversita' linguistica e' un fattore di democrazia: e' quanto ha dichiarato in sostanza martedi' (3 nov.) a Ginevra Boutros Boutros-Ghali, segretario generale dell'organizzazione generale della francofonia, alla vigilia di un simposio sul plurilinguismo che si terra' il 5 e 6 novembre.
“Il plurilinguismo e' tanto importante quanto il pluripartitismo”, ha dichiarato nel corso di un'intervista concessa alla televisione della Svizzera romanda. “L'esistenza di piu' lingue, di piu' culture, serve da infrastruttura alla democrazia” ha dichiarato l'ex segretario generale dell'ONU.
“Se tutti parlano la stessa lingua, se tutti si vestono alla stessa maniera e mangiano lo stesso sandwich, rischiamo di avere un regime autoritario”, ha aggiunto.
Giovedi' e venerdi' prossimi (5 e 6 novembre) a Ginevra, Boutros-Ghali inagurera' un simposio sul plurilinguismo nelle organizzazioni internazionali, del quale uno degli obiettivi e' di difendere l'uso del francese contro il dominante inglese.
03 nov 98

Questo messaggio è stato modificato da: Info_LI, 26 Apr 2004 – 01:02 [addsig]

Lascia un commento

0:00
0:00