L’ERA ALLA MARCHE DES FIERTES (GAY PRIDE PARIGINO) CONTRO LE DISCRIMINAZIONI LINGUISTICHE.

L’ERA ALLA “MARCHE DES FIERTES” (GAY PRIDE PARIGINO) CONTRO LE DISCRIMINAZIONI LINGUISTICHE.
Roma, 26 giugno 2010.

L’Associazione Radicale “Esperanto” con una piccola delegazione guidata da Lapo Orlandi, ha partecipato, sabato 26 giugno, alla “Marche des fiertés”, il gay pride parigino, il cui slogan quest’anno era “Discriminations et violences assez” (Basta violenze e discriminazioni).
In una manifestazione affollatissima, partita da Montparnasse e arrivata, attraverso i principali boulevards della Rive Gauche, fino alla storica ed evocativa Place de la Bastille, l’ERA ONLUS ha distribuito un migliaio di volantini invocanti la fine delle discriminazioni linguistiche e ricordando quanto fatto in favore d’essi negli ultimi anni dall’associazione fino alla costituzione, proprio a Parigi, del “Comitato 9 marzo” per il diritto alla lingua nazionale ed alla non discriminazione linguistica.
“L’ERA ha partecipato con convinzione a questa bella giornata parigina di festa – ha dichiarato Giorgio Pagano, Segretario dell’ERA – traendo profitto dalla presenza nella capitale francese del nostro Tesoriere per ribadire, da organizazzione riconosciuta dall’Autorità Europea per i Diritti Fondamentali di Vienna e da associazione costituente del Partito Radicale, il nostro pieno impegno contro ogni discriminazione, da quelle razziali, a quelle di genere o orientamento sessuale, a quelle linguistiche e culturali e, di conseguenza, la nostra lotta per l’affermazione del diritto in ciascuno di questi campi, contro l’ignoranza, l’omologazione ed ogni forma di fascismo, da quello politico a quello linguistico”.

Lascia un commento

0:00
0:00