Diario

I media dei giorni 43 e 44 di sciopero della fame per la lingua italiana di Giorgio Pagano.

Ecco i media interessati dal 43esimo e 44esimo giorno di sciopero della fame per la lingua italiana di Giorgio Pagano.

Il silenzio dei media sul genocidio linguistico-culturale del Paese interessati dal 43esimo e 44esimo giorno di digiuno per la lingua italiana di Giorgio Pagano,ieri e oggi 26 giugno, sono:

– i quotidiani La Stampa e il suo Direttore Mario Calabresi,La Repubblica e il suo direttore Ezio Mauro, Il Tempo e il direttore Gian Marco Chiocci e Il Mattino e il direttoreAlessandro Barbano;

– le agenzie Agenparl e il direttore Luigi Camilloni, Redattore Sociale e il direttore Stefano Trasatti, Agenzia RCS e il direttore Carlo Rossanigo, Il Velino e il direttore Luca Simoni;

– le radio RDS e il direttore Eduardo Montefusco, Edoardo Hazan direttore di Radio MonteCarlo e Virgin Radio; Radio Deejay e il direttore Linus.

– le trasmissioni di La7 ‘L’aria che tira’ condotta da Myrta Merlino e ‘Coffee Break’ condotta da Tiziana Panella.

A tutti stiamo chiedendo cinque minuti d’intervista sulla disponibilità a parlare dell’inesorabile linguicidio dell’italiano e di esprimersi sulla richiesta all’UE di compensazioni economiche ed amministrative per la discriminazione linguistica che gli italiani subiscono dai popoli anglofoni anzitutto e, in subordine, francofoni e germanofoni.

Lascia un commento