GKP

Biografia analitica

PRINCIPALI ESPOSIZIONI
Personali

1977
L’arte non ha limiti e nessun artista ne possiede la perfezione, rassegna Base Operativa 1977, Incontri Intemazionali d’Arte, Roma.

1979
   Studio Cannaviello, Milano.
   Galleria Emilio Mazzoli, Modena.
   Galleria Pio Monti, Roma.

1980

    4 virtù cardine, Basilica di S. Maria di Collemaggio, L’Aquila (catalogo con uno scritto di Arnaldo Colasanti).
    Maometto e Nietzsche, Accademia di Cultura Islamica, Roma.
1981

    Eŭropo al eŭropanoj (L’Europa degli europei), mostra-manifestazione davanti alle Ambasciate degli Stati Uniti e dell’Unione Sovietica, nell’Ufficio d’informazione del Parlamento Europeo, nella sede del Movimento Federalista Europeo, Roma, Galleria Franco Cicconi, Macerata.
    Prima pietra, Tempio di Antonino e Faustina-Chiesa di S. Lorenzo in Miranda, Roma.
    Galleria Più Due, Milano.
1982

    Verso la costellazione di Ercole, La Salita, Roma.
    Dal Risorgimento italiano all’Eŭropa Leviĝo, Galleria Massimo Minini, Milano.
1983

    Nenomo (Innome), Galleria ‘900 La Tradizione Moderna, Roma.
1985

    Cadmeide, Galleria Minini, Brescia (catalogo con un testo di Renato Barilli).
1987

    Principiando la città di Anfione, Galleria Planita, Roma (catalogo con il testo di una lunga conversazione tra Bruno Corà e l’autore).
1989

    La tablo de la Unio (Il tavolo dell’Unione), Incontri Internazionali d’Arte, Roma (manifesto pubblicitario edito con la collaborazione della Galleria Nuova Pesa).
1990

    Post doctrinam et linguam patrum… Dopo le culture e le lingue materne… Kulturo kaj lingvo kiel filoj, La Nuova Pesa, Roma (catalogo con un testo di Rosma Scuteri).
1991

     Gefileco, Galleria Opera, Perugia.

Collettive

1980

     Opere di collezione
Galleria Pio Monti, Roma.
    DIECI ANNI DOPO i nuovi nuovi, a cura di Renato Barilli
Galleria d’Arte Moderna, Bologna.
    Italiana: Nuova Immagine, a cura di Achille Bonito Oliva
Pinacoteca di Ravenna.
1981

    La qualità, a cura di F. Alinovi, R. Barilli, R. Daolio
Padiglione d’Arte Contemporanea. Ferrara.
    Iconaidea, a cura di Mario Diacono
Galleria Mario Diacono, Roma.
1982

    Proposte per una committenza pubblica
Sala Comunale d’Arte Contemporanea, Rimini.
    Una generazione postmoderna, a cura di R. Barilli, F. Irace, F. Alinovi
Teatro del Falcone, Palazzo Rosso, Palazzo Bianco, Genova.
1983

    Senza titolo
Museo Casabianca, Malo (VC).
    Una generazione postmoderna
Palazzo delle Esposizioni, Roma.
1984

    Una generazione postmoderna: Iconici, aniconici, immagine elettronica, a cura di R. Barilli e R. Daolio
Civici Musei, Reggio Emilia.
1985

    Anniottanta, a cura di B. Bandini, R. Barilli, F. Caroli. C. Pozzati, R. Semprini, C. Spadoni, G. Tiboni
    Bologna
    Imola
    Ravenna
    Rimini.

1986
Les Icones du Postmoderne/Icons of Postmodernism, a cura di R. Barilli

  •     Chicago
  •     Montreal
  •     NewYork
  •     Ottawa
  •     Toronto
  •     Vancouver.

1987

    Il colore dei miracoli
Castello di Volpaia, Siena.
    Roma Punto 1, a cura di M. Coccia
    Roma
    Edimburgo.
1988

    Dokoupil, Kunc, Pagano, Salvatori, Salvo
Nuova Pesa, Roma.
    Innomi, con F. Levini e G. Salvatori
Palazzetto Luciani, Cori.
1993

    Il tredicesimo apostolo
Temple Gallery-Temple University, Roma.

1995
Nascita e sviluppo di una situazione postmoderna, a cura di Renato Barilli
Galleria civica d’arte moderna e contemporanea di Torino

Artisti per Opening,
VI Edizione, Accademia Americana di Roma

1996
Vietato Proibire. Arte contemporanea per l’antiproibizionismo

Galleria d’arte Dé Serpenti, Roma

Attività teorica e critica

Conferenze

1981
Da Yalta, tutto contro Yalta
Galleria Franco Cicconi, Macerata.

1982
Necessità e significato di una rivoluzione linguistica in Europa
Esperanto Klubo, Milano.

Dal Risorgimento italiano all’Eŭropa Leviĝo
Mercato del Sale, Milano.

1983
I termini di una cultura sovranazionale e non internzionale, Convegno del Partito Federalista Europeo, Campobasso.

1984
L’avanguardia si fa esercito: la fondazione della cultura dell’Unione Europea
Università di Bologna, pubblicata in Ipotesi d’artista, Bologna 1985.

Articoli

1981
L’Esperanto, una lingua che unisca
Lotta Federalista, Roma, n. 1w4.

1983
Alla mia patria Europa
Lotta Federalista, Roma, n. 1.

Per un’arte europea
Anoir, Eblanc, Irouge, Uvert, Obleu, Roma, marzo.

 
Per la fondazione di una cultura europea
Comuni d’Europa, Roma, giugno.

 
Una iniziativa utile
Arti Visive, Roma, giugno.

1984
Transavanguardia, figlia della crisi o semplicemente della povertà di idee? 

Avanti!, Roma, 23 marzo.

La cultura dell’Unione Europea
Progetto Europa, Notiziario interparlamentare del Centro di coordinamento e studi delle politiche comunitarie, Roma, n. 4.

1989
Lingua d’Europa? Io rilancio l’Esperanto
l’Unità, Roma, 23 gennaio.
2003
Un’alternativa al monolinguismo
Ideazione n. 3, 2003.
 

Manifesti

1984
Noi non crediamo…, redatto con Giselda Pontesilli, Beppe Salvia e Gino Scartaghiande letto da Scartaghiande al Festival internazionale dei Poeti, Roma.

Saggi

1983-1988

Arte c critica dalla crisi del Concettualismo alla fondazione della cultura europea
Roma, Inonia, 1990.

1997
Idea, progetta e realizza un Progetto di studio ed editoriale  cofinanziato dalla Unione europea da titolo I Costi delle (non) comunicazione linguistica europea , con la direzione del Nobel per l’economia del ’94 Reinhard Selten, edito dalla “Esperanto” Radikala Asocio, Roma

ALTRE ESPRESSIONI

1975    
A Radio Radicale, fino all’estate 1976, cura e conduce insieme a Mauro Biuzzi Lo specchio degli enigmi, trasmissione radiofonica settimanale sull’arte contemporanea.

1984
Con il Patrocinio e il finanziamento del Comune di Roma, idea e svolge un corso teorico-pratico sull’arte contemporanea, dal titolo Dalle avanguardie storiche alla fondazione della cultura dell’Unione Europea.

In occasione dell’edizione del libro Guida dell’artista figurativo da parte delle Comunità Europee, cura una “tavola rotonda” sulle legislazioni europee in materia di arte contemporanea, Consiglio dei Comuni e delle Regioni d’Europa, Roma, Piazza di Trevi.

1985 
Per la Fondazione Culturale Europea e il Comune di Roma idea e cura il Convegno Il nuovo paesaggio della città europea, nel corso del quale Leon Krier presenta la sua Nuova carta per la ricostruzione della Città Europea. Pagano presenta una relazione dal titolo Quale Capitale per l’Europa? Questioni storiche e teoriche.

All’Archivio Centrale dello Stato e con il finanziamento del Comune di Roma, idea e cura la manifestazione Europa Futurista ed Europa futura, con mostra bibliografica, conferenze, concerti.

1989
Dal 1989 è Segretario dell’associazione radicale “Esperanto” le cui attività sono rintracciabili all’indirizzo http://www.patriaeuropea.it

       
1998
Idea e cura, finanziato dalla Commissione europea, lo studio “I costi della (non) comunicazione europea” con il contributo di esperti di vaglia a cominciare dal Premio Nobel per l’Economia R. Selten.

Lascia un commento