+3906689791 scrivici@era.ong
L'ERA comunica

Istruzione: Milano seconda a Oxford e Cambridge? Di Politecnico in Politecnico si consuma la vergogna della svendita dell’università italiana.

«Il Politecnico di Leonardo da Vinci secondo a Oxford e Cambridge secondo la QS World University Rankings? Vergogna! L’istruzione italiana detiene, particolarmente nei campi dell’architettura e del design, un primato globale incontrovertibile. È addirittura grottesco che l’avanzamento in classifica coincida con l’imminente abolizione delle lauree magistrali in lingua italiana a favore del tutto-inglese a partire dal prossimo anno accademico.

Fra l’altro ciò dimostra la malafede dei sostenitori della lingua inglese come lingua internazionale “neutrale”, visto che invece questa classifica angloamericana attribuisce ad essa miglioramenti sul piano dei contenuti didattici. Invece è esattamente il contrario! I più grandi esperti in materia hanno rimarcato come l’uso ad alto livello accademico di una lingua diversa dalla propria danneggi irreversibilmente la qualità dell’insegnamento, dell’apprendimento e delle menti stesse degli studenti.

Questi sono solo maldestri tentativi di imitazione e dimostrano la rinuncia ad ottimizzare la lingua italiana per favorire una seria internazionalizzazione della e nella nostra lingua, per compiacere invece coloro che fanno razzia dei nostri cervelli importandoli entro i loro confini».

E proprio in riferimento alla fuga dei cervelli, il dirigente radicale precisa: «Come dice Squinzi , la fuga dei nostri cervelli all’estero ci costa 5 miliardi o anche di più. E i nostri competitori ovviamente ringraziano! Doniamo loro cervelli preparati, colti, qualificati e per di più già formati nella loro lingua! Si può chiedere altro? È il momento che i nostri atenei puntino al primato e alla riqualificazione della cultura in lingua italiana, per diventare alleati delle nostre aziende e del nostro paese e non di chi attua nei nostri confronti un genocidio culturale a oltranza. Genocidio che continua in un altro Politecnico, quello di Udine, dove dal 2014 partiranno cicli di laurea completamente in lingua inglese, non limitati alle specialistiche, nonchè collaborazioni che porteranno a un doppio titolo universitario con università canadesi (Ottawa e Windsor) e australiane (Swinburne), ovviamente istituti che non risultano ai primi posti nemmeno delle stesse classifiche UK/USA come la QS Rankings».

Lascia un commento

0:00
0:00