+3906689791 scrivici@era.ong
Politica e lingue

ISRAELE: 50 ANNI, LA RINASCITA DELLA LINGUA EBRAICA

ISRAELE: 50 ANNI, LA RINASCITA DELLA LINGUA EBRAICA

(ANSA) – TEL AVIV, 29 APR – UNO DEI PRINCIPALI SUCCESSI DEI COLONI EBREI INSEDIATISI IN PALESTINA AL TERMINE DELL’OTTOCENTO E’ L’AVER RESUSCITATO L’EBRAICO DOPO UN ‘LETARGO’ DI 1600 ANNI.
LA LINGUA EBRAICA ERA GIA’ UNA LINGUA PARLATA E SCRITTA CON RICCHEZZA DI VOCABOLARIO 3.200 ANNI FA. CADE PERO’ IN DISUSO NEL III SECOLO D.C. QUANDO GLI EBREI PASSANO AL GRECO E ALL’ARAMAICO. NELLA DIASPORA, L’EBRAICO E’ USATO SOLO COME ‘LINGUA DI CULTO’.
ALLA META’ DELL’OTTOCENTO ALCUNI INTELLETTUALI EUROPEI VEDONO NELLA LINGUA EBRAICA – IN OPPOSIZIONE AL DIALETTO ‘YIDDISH’ (CHE E’ SINTESI DI EBRAICO E DI TEDESCO, CON INFLUENZE SLAVE) – LO STRUMENTO ADEGUATO PER DIFFONDERE I LORO IDEALI NAZIONALISTICI.
NEL 1881 IL FILOLOGO ELIEZER BEN YEHUDA – NATO IN UNA FAMIGLIA ORTODOSSA LITUANA – SBARCA A JAFFA DECISO AD ESPRIMERSI DA QUEL MOMENTO SOLTANTO IN EBRAICO: CAMBIA ANCHE COGNOME, SI CHIAMAVA PERLMANN. RICOSTRUISCE LA LINGUA IN UN GIGANTESCO ‘PUZZLE’ DI ESPRESSIONI SEMITICHE E BIBLICHE, E DI TERMINI PRESI IN PRESTITO DALL’INGLESE O DAL TEDESCO. MUORE NEL 1922. OGNI CITTA’ HA UNA VIA DEDICATA ALLA SUA MEMORIA.
L’OPERAZIONE E’ RIUSCITA: L’EBRAICO SI E’ RIVELATO ESTREMAMENTE DUTTILE, CONFACENTE ALLE ESIGENZE DI IMMIGRATI DA POSTI DIVERSI, COME RUSSIA O ETIOPIA, DI CANTANTI POP E DI SCIENZIATI O DI SCRITTORI DI FAMA RINOMATI COME AMOS OZ E AVRAHAM B. YEHOSHUA. (ANSA).
XBU 29-APR-98 16:56

Lascia un commento

0:00
0:00