Iscrizioni

Ciao Daniela.

mi vergogno tantissimo.. ma non mi sono ancora iscritto

per il 2006. E’ stato un periodo incasinatissimo. Ti faccio la

settimana prossima l’iscrizione 2006. Poi entro qualche mese farò

anche l’iscrizione 2007

intanto auguri!

Michele

—-Messaggio

originale—-

Da: daniela.giglioli@linguainternazionale.it

Data: 29-dic-

2006 5.15 PM

A: “Michele Gazzola”

Ogg: Buon anno

con l'iscrizione all'Era 2007!

Caro Michele,

Con gli auguri

di buon anno t’invito all’iscrizione all’Era del 2007. Un

invito fatto

per tempo perché, come potrai vedere dalla mozione che ti

accludo, gli

impegni per il prossimo anno sono davvero importanti e gravosi.

Poi, se

non avessi ancora fatto l’iscrizione all’Era 2006, potresti unire le

due quote e farci supercontenti.

Attendendo felici notizie, di nuovo

buon 2007! Daniela

La Mozione dell’XI Congresso

L’XI Congresso

della “Esperanto” Radikala Asocio-ERA ONLUS,

riunitosi a Firenze il 16

dicembre 2006

APPROVA il bilancio 2004, il bilancio 2005 e le

Relazioni del Tesoriere, del

Segretario.

CONSTATA con soddisfazione la

grande crescita operativa dell’associazione in

virtù dello status di

Ente di servizio civile volontario di IV Categoria con

l’attuale

presenza in servizio di 29 Volontari. PRENDE ATTO con

preoccupazione

che a tale crescita operativa non è corrisposto un’adeguata

crescita

economica e finanziaria.

OSSERVA che se non verrà opportunamente

risolto tale nodo rischiano di

perdersi le straordinarie opportunità

che si apriranno nel momento in cui l’

Associazione, entro il 2007,

potrà passare ad ente di servizio civile di

terza categoria con il

conseguente passaggio di impiego per progetti

nazionali ed

internazionali fino a 200 volontari.

SI RALLEGRA per i successi

conseguiti negli due ultimi anni e per la loro

qualità, SALUTANDO in

primis l’istituzione da parte dell’UNESCO dell’

Osservatorio on-line

sulle politiche linguistiche, avvenuta nella primavera

scorsa, da noi

per primi richiesto fin dalla Conferenza di Stoccolma del

1998.

RICORDA

tra le tante recenti e positive attività svolte:

· La presentazione del

progetto di legge sull’insegnamento dell’esperanto

come seconda lingua

straniera, ad opera dell’On. Andrea Colasio nel corso

della scorsa

legislatura e la conseguente audizione tenuta dall’

Associazione,

guidata da Segretario e Vice-Segretario, in Commissione

Cultura alla

Camera dei Deputati cosi come l’audizione tenuta in Commissione

Cultura della Regione Lombardia dal Segretario dell’ERA;

· L’adozione

del Senato francese di due emendamenti da noi suggeriti sulla

legge

Fillon di riforma del sistema educativo che chiedevano il monitoraggio

della diversità linguistica e del multilinguismo nell’insegnamento

delle

lingue straniere;

· Gli interventi alla Conferenza dell’UNESCO di

Bamako sul “Multilinguismo

per la diversità culturale e la

partecipazione di tutti nel cyberspazio” –

organizzata assieme all’

Associazione Internazionale della Francofonia e dall

’Accademia

Africana delle Lingue nell’ambito degli incontri preparatori del

secondo Summit Mondiale dell’ONU sulla Società dell’Informazione -,

alla

Conferenza internazionale tenutasi presso l’Università di Kaunas

su

“Diversità Linguistica ed Integrazione nell’Europa allargata: sfide

ed

opportunità” ed alla Conferenza di Bratislava “Prospettive delle

politiche

linguistiche e dei diritti linguistici nell’Unione Europea” –

organizzata

dalla House of Europe, sotto gli auspici del Vice Primo

Ministro del Governo

Slovacco, Dušan Caplovic, ed in cooperazione con

il Parlamento Europeo ed il

Commissario Europeo all’Istruzione, la

Cultura ed il Multilinguismo, Ian

Figel.

· La pubblicazione in italiano

ed altre lingue dell’Atlante dell’UNESCO

sulle Lingue a Rischio di

Estinzione e del Rapporto Grin dell’Haut Conseil d

’Evaluation de l’

Ecole del Ministero della Pubblica Istruzione francese;

· La

partecipazione al IV Congresso della Federazione dei Giovani

Socialisti, l’adozione in quella occasione di un Ordine del Giorno

Esperantista e la conseguente campagna dell’FGS per una lingua pubblica

internazionale;

Rallegrandosi in particolare per il tempismo con cui è

stata lanciata l’

iniziativa “centopercentoitaliano.it”.

Prende Atto e

Approva la costituzione dei Dipartimenti specialistici fin qui

istituiti:

Fundapax, per la cooperazione internazionale.

Archiviradicali.it, per la cura e valorizzazione del patrimonio

bibliotecario, documentario e archivistico.

Dipartimento Giovani, per i

giovani e le politiche giovanili.

Istituto Zamenhof, per l’Educazione.

INDICA le seguenti priorità da perseguire:

· In relazione alla

costruzione degli Stati Uniti d’Europa poggiante sul

pilastro

democratico delle pari opportunità tra anglofoni dalla nascita e

non,

la presentazione urgentissima di un piano operativo per la

convocazione, in occasione dei 50anni del Trattato di Roma istituente

la

Comunità Europea, quantomeno di una fase preparatoria della prima

Conferenza

Europea delle Lingue. A questo proposito DA MANDATO agli

Organi Dirigenti di

verificare da subito la disponibilità delle

personalità che hanno già

collaborato con l’Associazione, come di altre

eventualmente pronte a farlo,

di costituire assieme un “Comitato per la

Democrazia e l’equità Linguistica

in Europa”;

· La realizzazione di

accordi, in particolare con le organizzazioni

esperantiste, per l’

apertura di sedi operative anche dell’Associazione in

Europa e nel

mondo ed essere così pronti al passaggio dell’ERA, nel 2007,

alla terza

categoria di Ente di Servizio civile con il conseguente possibile

impiego fino a 200 volontari per progetti nazionali ed internazionali;

· L’adozione di una campagna, in particolare in collaborazione con i

parlamentari dei vari i gruppi politici che si sono già iscritti per il

2006, per la rapida approvazione del disegno di legge sull’insegnamento

dell

’esperanto seconda lingua straniera e per la possibile

presentazione in

altre assemblee parlamentari in Europa e nel mondo di

iniziative legislative

analoghe.

· L’avvio del Progetto Verde Stella “

Sistema d’informazione e di solidarietà

transnazionale per i malati

estremi” sul quale sono stati chiesti, assieme

all’Associazione Luca

Coscioni, i finanziamenti del 5 per mille per il 2006.

Consapevole

della necessità di energie economiche e finanziarie di centinaia

di

migliaia di Euro per la realizzazione seppur parziale delle priorità

suindicate, IMPEGNA tutti e ciascun socio, gli Organi Dirigenti eletti,

a

profondere il massimo impegno proprio sul fronte economico-

finanziario

DECIDE, straordinariamente, di non eleggere il proprio

Consiglio Generale,

Dando APPUNTAMENTO per una prima analisi della

situazione in occasione del

prossimo Congresso del Partito Radicale

Nonviolento, Transnazionale e

Transpartito “pre-convocato” per la

prossima primavera e festeggiare

degnamente assieme i primi venti anni

di vita della nostra Associazione nata

il 25 aprile del 1987.

[addsig]

14 commenti

  • Ciao Daniela.

    mi vergogno tantissimo.. ma non mi sono ancora iscritto

    per il 2006. E’ stato un periodo incasinatissimo. Ti faccio la

    settimana prossima l’iscrizione 2006. Poi entro qualche mese farò

    anche l’iscrizione 2007

    intanto auguri!

    Michele

    —-Messaggio

    originale—-

    Da: daniela.giglioli@linguainternazionale.it

    Data: 29-dic-

    2006 5.15 PM

    A: “Michele Gazzola”

    Ogg: Buon anno

    con l'iscrizione all'Era 2007!

    Caro Michele,

    Con gli auguri

    di buon anno t’invito all’iscrizione all’Era del 2007. Un

    invito fatto

    per tempo perché, come potrai vedere dalla mozione che ti

    accludo, gli

    impegni per il prossimo anno sono davvero importanti e gravosi.

    Poi, se

    non avessi ancora fatto l’iscrizione all’Era 2006, potresti unire le

    due quote e farci supercontenti.

    Attendendo felici notizie, di nuovo

    buon 2007! Daniela

    La Mozione dell’XI Congresso

    L’XI Congresso

    della “Esperanto” Radikala Asocio-ERA ONLUS,

    riunitosi a Firenze il 16

    dicembre 2006

    APPROVA il bilancio 2004, il bilancio 2005 e le

    Relazioni del Tesoriere, del

    Segretario.

    CONSTATA con soddisfazione la

    grande crescita operativa dell’associazione in

    virtù dello status di

    Ente di servizio civile volontario di IV Categoria con

    l’attuale

    presenza in servizio di 29 Volontari. PRENDE ATTO con

    preoccupazione

    che a tale crescita operativa non è corrisposto un’adeguata

    crescita

    economica e finanziaria.

    OSSERVA che se non verrà opportunamente

    risolto tale nodo rischiano di

    perdersi le straordinarie opportunità

    che si apriranno nel momento in cui l’

    Associazione, entro il 2007,

    potrà passare ad ente di servizio civile di

    terza categoria con il

    conseguente passaggio di impiego per progetti

    nazionali ed

    internazionali fino a 200 volontari.

    SI RALLEGRA per i successi

    conseguiti negli due ultimi anni e per la loro

    qualità, SALUTANDO in

    primis l’istituzione da parte dell’UNESCO dell’

    Osservatorio on-line

    sulle politiche linguistiche, avvenuta nella primavera

    scorsa, da noi

    per primi richiesto fin dalla Conferenza di Stoccolma del

    1998.

    RICORDA

    tra le tante recenti e positive attività svolte:

    · La presentazione del

    progetto di legge sull’insegnamento dell’esperanto

    come seconda lingua

    straniera, ad opera dell’On. Andrea Colasio nel corso

    della scorsa

    legislatura e la conseguente audizione tenuta dall’

    Associazione,

    guidata da Segretario e Vice-Segretario, in Commissione

    Cultura alla

    Camera dei Deputati cosi come l’audizione tenuta in Commissione

    Cultura della Regione Lombardia dal Segretario dell’ERA;

    · L’adozione

    del Senato francese di due emendamenti da noi suggeriti sulla

    legge

    Fillon di riforma del sistema educativo che chiedevano il monitoraggio

    della diversità linguistica e del multilinguismo nell’insegnamento

    delle

    lingue straniere;

    · Gli interventi alla Conferenza dell’UNESCO di

    Bamako sul “Multilinguismo

    per la diversità culturale e la

    partecipazione di tutti nel cyberspazio” –

    organizzata assieme all’

    Associazione Internazionale della Francofonia e dall

    ’Accademia

    Africana delle Lingue nell’ambito degli incontri preparatori del

    secondo Summit Mondiale dell’ONU sulla Società dell’Informazione -,

    alla

    Conferenza internazionale tenutasi presso l’Università di Kaunas

    su

    “Diversità Linguistica ed Integrazione nell’Europa allargata: sfide

    ed

    opportunità” ed alla Conferenza di Bratislava “Prospettive delle

    politiche

    linguistiche e dei diritti linguistici nell’Unione Europea” –

    organizzata

    dalla House of Europe, sotto gli auspici del Vice Primo

    Ministro del Governo

    Slovacco, Dušan Caplovic, ed in cooperazione con

    il Parlamento Europeo ed il

    Commissario Europeo all’Istruzione, la

    Cultura ed il Multilinguismo, Ian

    Figel.

    · La pubblicazione in italiano

    ed altre lingue dell’Atlante dell’UNESCO

    sulle Lingue a Rischio di

    Estinzione e del Rapporto Grin dell’Haut Conseil d

    ’Evaluation de l’

    Ecole del Ministero della Pubblica Istruzione francese;

    · La

    partecipazione al IV Congresso della Federazione dei Giovani

    Socialisti, l’adozione in quella occasione di un Ordine del Giorno

    Esperantista e la conseguente campagna dell’FGS per una lingua pubblica

    internazionale;

    Rallegrandosi in particolare per il tempismo con cui è

    stata lanciata l’

    iniziativa “centopercentoitaliano.it”.

    Prende Atto e

    Approva la costituzione dei Dipartimenti specialistici fin qui

    istituiti:

    Fundapax, per la cooperazione internazionale.

    Archiviradicali.it, per la cura e valorizzazione del patrimonio

    bibliotecario, documentario e archivistico.

    Dipartimento Giovani, per i

    giovani e le politiche giovanili.

    Istituto Zamenhof, per l’Educazione.

    INDICA le seguenti priorità da perseguire:

    · In relazione alla

    costruzione degli Stati Uniti d’Europa poggiante sul

    pilastro

    democratico delle pari opportunità tra anglofoni dalla nascita e

    non,

    la presentazione urgentissima di un piano operativo per la

    convocazione, in occasione dei 50anni del Trattato di Roma istituente

    la

    Comunità Europea, quantomeno di una fase preparatoria della prima

    Conferenza

    Europea delle Lingue. A questo proposito DA MANDATO agli

    Organi Dirigenti di

    verificare da subito la disponibilità delle

    personalità che hanno già

    collaborato con l’Associazione, come di altre

    eventualmente pronte a farlo,

    di costituire assieme un “Comitato per la

    Democrazia e l’equità Linguistica

    in Europa”;

    · La realizzazione di

    accordi, in particolare con le organizzazioni

    esperantiste, per l’

    apertura di sedi operative anche dell’Associazione in

    Europa e nel

    mondo ed essere così pronti al passaggio dell’ERA, nel 2007,

    alla terza

    categoria di Ente di Servizio civile con il conseguente possibile

    impiego fino a 200 volontari per progetti nazionali ed internazionali;

    · L’adozione di una campagna, in particolare in collaborazione con i

    parlamentari dei vari i gruppi politici che si sono già iscritti per il

    2006, per la rapida approvazione del disegno di legge sull’insegnamento

    dell

    ’esperanto seconda lingua straniera e per la possibile

    presentazione in

    altre assemblee parlamentari in Europa e nel mondo di

    iniziative legislative

    analoghe.

    · L’avvio del Progetto Verde Stella “

    Sistema d’informazione e di solidarietà

    transnazionale per i malati

    estremi” sul quale sono stati chiesti, assieme

    all’Associazione Luca

    Coscioni, i finanziamenti del 5 per mille per il 2006.

    Consapevole

    della necessità di energie economiche e finanziarie di centinaia

    di

    migliaia di Euro per la realizzazione seppur parziale delle priorità

    suindicate, IMPEGNA tutti e ciascun socio, gli Organi Dirigenti eletti,

    a

    profondere il massimo impegno proprio sul fronte economico-

    finanziario

    DECIDE, straordinariamente, di non eleggere il proprio

    Consiglio Generale,

    Dando APPUNTAMENTO per una prima analisi della

    situazione in occasione del

    prossimo Congresso del Partito Radicale

    Nonviolento, Transnazionale e

    Transpartito “pre-convocato” per la

    prossima primavera e festeggiare

    degnamente assieme i primi venti anni

    di vita della nostra Associazione nata

    il 25 aprile del 1987.

    [addsig]

  • Ciao Daniela.

    mi vergogno tantissimo.. ma non mi sono ancora iscritto

    per il 2006. E’ stato un periodo incasinatissimo. Ti faccio la

    settimana prossima l’iscrizione 2006. Poi entro qualche mese farò

    anche l’iscrizione 2007

    intanto auguri!

    Michele

    —-Messaggio

    originale—-

    Da: daniela.giglioli@linguainternazionale.it

    Data: 29-dic-

    2006 5.15 PM

    A: “Michele Gazzola”

    Ogg: Buon anno

    con l'iscrizione all'Era 2007!

    Caro Michele,

    Con gli auguri

    di buon anno t’invito all’iscrizione all’Era del 2007. Un

    invito fatto

    per tempo perché, come potrai vedere dalla mozione che ti

    accludo, gli

    impegni per il prossimo anno sono davvero importanti e gravosi.

    Poi, se

    non avessi ancora fatto l’iscrizione all’Era 2006, potresti unire le

    due quote e farci supercontenti.

    Attendendo felici notizie, di nuovo

    buon 2007! Daniela

    La Mozione dell’XI Congresso

    L’XI Congresso

    della “Esperanto” Radikala Asocio-ERA ONLUS,

    riunitosi a Firenze il 16

    dicembre 2006

    APPROVA il bilancio 2004, il bilancio 2005 e le

    Relazioni del Tesoriere, del

    Segretario.

    CONSTATA con soddisfazione la

    grande crescita operativa dell’associazione in

    virtù dello status di

    Ente di servizio civile volontario di IV Categoria con

    l’attuale

    presenza in servizio di 29 Volontari. PRENDE ATTO con

    preoccupazione

    che a tale crescita operativa non è corrisposto un’adeguata

    crescita

    economica e finanziaria.

    OSSERVA che se non verrà opportunamente

    risolto tale nodo rischiano di

    perdersi le straordinarie opportunità

    che si apriranno nel momento in cui l’

    Associazione, entro il 2007,

    potrà passare ad ente di servizio civile di

    terza categoria con il

    conseguente passaggio di impiego per progetti

    nazionali ed

    internazionali fino a 200 volontari.

    SI RALLEGRA per i successi

    conseguiti negli due ultimi anni e per la loro

    qualità, SALUTANDO in

    primis l’istituzione da parte dell’UNESCO dell’

    Osservatorio on-line

    sulle politiche linguistiche, avvenuta nella primavera

    scorsa, da noi

    per primi richiesto fin dalla Conferenza di Stoccolma del

    1998.

    RICORDA

    tra le tante recenti e positive attività svolte:

    · La presentazione del

    progetto di legge sull’insegnamento dell’esperanto

    come seconda lingua

    straniera, ad opera dell’On. Andrea Colasio nel corso

    della scorsa

    legislatura e la conseguente audizione tenuta dall’

    Associazione,

    guidata da Segretario e Vice-Segretario, in Commissione

    Cultura alla

    Camera dei Deputati cosi come l’audizione tenuta in Commissione

    Cultura della Regione Lombardia dal Segretario dell’ERA;

    · L’adozione

    del Senato francese di due emendamenti da noi suggeriti sulla

    legge

    Fillon di riforma del sistema educativo che chiedevano il monitoraggio

    della diversità linguistica e del multilinguismo nell’insegnamento

    delle

    lingue straniere;

    · Gli interventi alla Conferenza dell’UNESCO di

    Bamako sul “Multilinguismo

    per la diversità culturale e la

    partecipazione di tutti nel cyberspazio” –

    organizzata assieme all’

    Associazione Internazionale della Francofonia e dall

    ’Accademia

    Africana delle Lingue nell’ambito degli incontri preparatori del

    secondo Summit Mondiale dell’ONU sulla Società dell’Informazione -,

    alla

    Conferenza internazionale tenutasi presso l’Università di Kaunas

    su

    “Diversità Linguistica ed Integrazione nell’Europa allargata: sfide

    ed

    opportunità” ed alla Conferenza di Bratislava “Prospettive delle

    politiche

    linguistiche e dei diritti linguistici nell’Unione Europea” –

    organizzata

    dalla House of Europe, sotto gli auspici del Vice Primo

    Ministro del Governo

    Slovacco, Dušan Caplovic, ed in cooperazione con

    il Parlamento Europeo ed il

    Commissario Europeo all’Istruzione, la

    Cultura ed il Multilinguismo, Ian

    Figel.

    · La pubblicazione in italiano

    ed altre lingue dell’Atlante dell’UNESCO

    sulle Lingue a Rischio di

    Estinzione e del Rapporto Grin dell’Haut Conseil d

    ’Evaluation de l’

    Ecole del Ministero della Pubblica Istruzione francese;

    · La

    partecipazione al IV Congresso della Federazione dei Giovani

    Socialisti, l’adozione in quella occasione di un Ordine del Giorno

    Esperantista e la conseguente campagna dell’FGS per una lingua pubblica

    internazionale;

    Rallegrandosi in particolare per il tempismo con cui è

    stata lanciata l’

    iniziativa “centopercentoitaliano.it”.

    Prende Atto e

    Approva la costituzione dei Dipartimenti specialistici fin qui

    istituiti:

    Fundapax, per la cooperazione internazionale.

    Archiviradicali.it, per la cura e valorizzazione del patrimonio

    bibliotecario, documentario e archivistico.

    Dipartimento Giovani, per i

    giovani e le politiche giovanili.

    Istituto Zamenhof, per l’Educazione.

    INDICA le seguenti priorità da perseguire:

    · In relazione alla

    costruzione degli Stati Uniti d’Europa poggiante sul

    pilastro

    democratico delle pari opportunità tra anglofoni dalla nascita e

    non,

    la presentazione urgentissima di un piano operativo per la

    convocazione, in occasione dei 50anni del Trattato di Roma istituente

    la

    Comunità Europea, quantomeno di una fase preparatoria della prima

    Conferenza

    Europea delle Lingue. A questo proposito DA MANDATO agli

    Organi Dirigenti di

    verificare da subito la disponibilità delle

    personalità che hanno già

    collaborato con l’Associazione, come di altre

    eventualmente pronte a farlo,

    di costituire assieme un “Comitato per la

    Democrazia e l’equità Linguistica

    in Europa”;

    · La realizzazione di

    accordi, in particolare con le organizzazioni

    esperantiste, per l’

    apertura di sedi operative anche dell’Associazione in

    Europa e nel

    mondo ed essere così pronti al passaggio dell’ERA, nel 2007,

    alla terza

    categoria di Ente di Servizio civile con il conseguente possibile

    impiego fino a 200 volontari per progetti nazionali ed internazionali;

    · L’adozione di una campagna, in particolare in collaborazione con i

    parlamentari dei vari i gruppi politici che si sono già iscritti per il

    2006, per la rapida approvazione del disegno di legge sull’insegnamento

    dell

    ’esperanto seconda lingua straniera e per la possibile

    presentazione in

    altre assemblee parlamentari in Europa e nel mondo di

    iniziative legislative

    analoghe.

    · L’avvio del Progetto Verde Stella “

    Sistema d’informazione e di solidarietà

    transnazionale per i malati

    estremi” sul quale sono stati chiesti, assieme

    all’Associazione Luca

    Coscioni, i finanziamenti del 5 per mille per il 2006.

    Consapevole

    della necessità di energie economiche e finanziarie di centinaia

    di

    migliaia di Euro per la realizzazione seppur parziale delle priorità

    suindicate, IMPEGNA tutti e ciascun socio, gli Organi Dirigenti eletti,

    a

    profondere il massimo impegno proprio sul fronte economico-

    finanziario

    DECIDE, straordinariamente, di non eleggere il proprio

    Consiglio Generale,

    Dando APPUNTAMENTO per una prima analisi della

    situazione in occasione del

    prossimo Congresso del Partito Radicale

    Nonviolento, Transnazionale e

    Transpartito “pre-convocato” per la

    prossima primavera e festeggiare

    degnamente assieme i primi venti anni

    di vita della nostra Associazione nata

    il 25 aprile del 1987.

    [addsig]

  • Ciao Daniela.

    mi vergogno tantissimo.. ma non mi sono ancora iscritto

    per il 2006. E’ stato un periodo incasinatissimo. Ti faccio la

    settimana prossima l’iscrizione 2006. Poi entro qualche mese farò

    anche l’iscrizione 2007

    intanto auguri!

    Michele

    —-Messaggio

    originale—-

    Da: daniela.giglioli@linguainternazionale.it

    Data: 29-dic-

    2006 5.15 PM

    A: “Michele Gazzola”

    Ogg: Buon anno

    con l'iscrizione all'Era 2007!

    Caro Michele,

    Con gli auguri

    di buon anno t’invito all’iscrizione all’Era del 2007. Un

    invito fatto

    per tempo perché, come potrai vedere dalla mozione che ti

    accludo, gli

    impegni per il prossimo anno sono davvero importanti e gravosi.

    Poi, se

    non avessi ancora fatto l’iscrizione all’Era 2006, potresti unire le

    due quote e farci supercontenti.

    Attendendo felici notizie, di nuovo

    buon 2007! Daniela

    La Mozione dell’XI Congresso

    L’XI Congresso

    della “Esperanto” Radikala Asocio-ERA ONLUS,

    riunitosi a Firenze il 16

    dicembre 2006

    APPROVA il bilancio 2004, il bilancio 2005 e le

    Relazioni del Tesoriere, del

    Segretario.

    CONSTATA con soddisfazione la

    grande crescita operativa dell’associazione in

    virtù dello status di

    Ente di servizio civile volontario di IV Categoria con

    l’attuale

    presenza in servizio di 29 Volontari. PRENDE ATTO con

    preoccupazione

    che a tale crescita operativa non è corrisposto un’adeguata

    crescita

    economica e finanziaria.

    OSSERVA che se non verrà opportunamente

    risolto tale nodo rischiano di

    perdersi le straordinarie opportunità

    che si apriranno nel momento in cui l’

    Associazione, entro il 2007,

    potrà passare ad ente di servizio civile di

    terza categoria con il

    conseguente passaggio di impiego per progetti

    nazionali ed

    internazionali fino a 200 volontari.

    SI RALLEGRA per i successi

    conseguiti negli due ultimi anni e per la loro

    qualità, SALUTANDO in

    primis l’istituzione da parte dell’UNESCO dell’

    Osservatorio on-line

    sulle politiche linguistiche, avvenuta nella primavera

    scorsa, da noi

    per primi richiesto fin dalla Conferenza di Stoccolma del

    1998.

    RICORDA

    tra le tante recenti e positive attività svolte:

    · La presentazione del

    progetto di legge sull’insegnamento dell’esperanto

    come seconda lingua

    straniera, ad opera dell’On. Andrea Colasio nel corso

    della scorsa

    legislatura e la conseguente audizione tenuta dall’

    Associazione,

    guidata da Segretario e Vice-Segretario, in Commissione

    Cultura alla

    Camera dei Deputati cosi come l’audizione tenuta in Commissione

    Cultura della Regione Lombardia dal Segretario dell’ERA;

    · L’adozione

    del Senato francese di due emendamenti da noi suggeriti sulla

    legge

    Fillon di riforma del sistema educativo che chiedevano il monitoraggio

    della diversità linguistica e del multilinguismo nell’insegnamento

    delle

    lingue straniere;

    · Gli interventi alla Conferenza dell’UNESCO di

    Bamako sul “Multilinguismo

    per la diversità culturale e la

    partecipazione di tutti nel cyberspazio” –

    organizzata assieme all’

    Associazione Internazionale della Francofonia e dall

    ’Accademia

    Africana delle Lingue nell’ambito degli incontri preparatori del

    secondo Summit Mondiale dell’ONU sulla Società dell’Informazione -,

    alla

    Conferenza internazionale tenutasi presso l’Università di Kaunas

    su

    “Diversità Linguistica ed Integrazione nell’Europa allargata: sfide

    ed

    opportunità” ed alla Conferenza di Bratislava “Prospettive delle

    politiche

    linguistiche e dei diritti linguistici nell’Unione Europea” –

    organizzata

    dalla House of Europe, sotto gli auspici del Vice Primo

    Ministro del Governo

    Slovacco, Dušan Caplovic, ed in cooperazione con

    il Parlamento Europeo ed il

    Commissario Europeo all’Istruzione, la

    Cultura ed il Multilinguismo, Ian

    Figel.

    · La pubblicazione in italiano

    ed altre lingue dell’Atlante dell’UNESCO

    sulle Lingue a Rischio di

    Estinzione e del Rapporto Grin dell’Haut Conseil d

    ’Evaluation de l’

    Ecole del Ministero della Pubblica Istruzione francese;

    · La

    partecipazione al IV Congresso della Federazione dei Giovani

    Socialisti, l’adozione in quella occasione di un Ordine del Giorno

    Esperantista e la conseguente campagna dell’FGS per una lingua pubblica

    internazionale;

    Rallegrandosi in particolare per il tempismo con cui è

    stata lanciata l’

    iniziativa “centopercentoitaliano.it”.

    Prende Atto e

    Approva la costituzione dei Dipartimenti specialistici fin qui

    istituiti:

    Fundapax, per la cooperazione internazionale.

    Archiviradicali.it, per la cura e valorizzazione del patrimonio

    bibliotecario, documentario e archivistico.

    Dipartimento Giovani, per i

    giovani e le politiche giovanili.

    Istituto Zamenhof, per l’Educazione.

    INDICA le seguenti priorità da perseguire:

    · In relazione alla

    costruzione degli Stati Uniti d’Europa poggiante sul

    pilastro

    democratico delle pari opportunità tra anglofoni dalla nascita e

    non,

    la presentazione urgentissima di un piano operativo per la

    convocazione, in occasione dei 50anni del Trattato di Roma istituente

    la

    Comunità Europea, quantomeno di una fase preparatoria della prima

    Conferenza

    Europea delle Lingue. A questo proposito DA MANDATO agli

    Organi Dirigenti di

    verificare da subito la disponibilità delle

    personalità che hanno già

    collaborato con l’Associazione, come di altre

    eventualmente pronte a farlo,

    di costituire assieme un “Comitato per la

    Democrazia e l’equità Linguistica

    in Europa”;

    · La realizzazione di

    accordi, in particolare con le organizzazioni

    esperantiste, per l’

    apertura di sedi operative anche dell’Associazione in

    Europa e nel

    mondo ed essere così pronti al passaggio dell’ERA, nel 2007,

    alla terza

    categoria di Ente di Servizio civile con il conseguente possibile

    impiego fino a 200 volontari per progetti nazionali ed internazionali;

    · L’adozione di una campagna, in particolare in collaborazione con i

    parlamentari dei vari i gruppi politici che si sono già iscritti per il

    2006, per la rapida approvazione del disegno di legge sull’insegnamento

    dell

    ’esperanto seconda lingua straniera e per la possibile

    presentazione in

    altre assemblee parlamentari in Europa e nel mondo di

    iniziative legislative

    analoghe.

    · L’avvio del Progetto Verde Stella “

    Sistema d’informazione e di solidarietà

    transnazionale per i malati

    estremi” sul quale sono stati chiesti, assieme

    all’Associazione Luca

    Coscioni, i finanziamenti del 5 per mille per il 2006.

    Consapevole

    della necessità di energie economiche e finanziarie di centinaia

    di

    migliaia di Euro per la realizzazione seppur parziale delle priorità

    suindicate, IMPEGNA tutti e ciascun socio, gli Organi Dirigenti eletti,

    a

    profondere il massimo impegno proprio sul fronte economico-

    finanziario

    DECIDE, straordinariamente, di non eleggere il proprio

    Consiglio Generale,

    Dando APPUNTAMENTO per una prima analisi della

    situazione in occasione del

    prossimo Congresso del Partito Radicale

    Nonviolento, Transnazionale e

    Transpartito “pre-convocato” per la

    prossima primavera e festeggiare

    degnamente assieme i primi venti anni

    di vita della nostra Associazione nata

    il 25 aprile del 1987.

    [addsig]

  • Ciao Daniela.

    mi vergogno tantissimo.. ma non mi sono ancora iscritto

    per il 2006. E’ stato un periodo incasinatissimo. Ti faccio la

    settimana prossima l’iscrizione 2006. Poi entro qualche mese farò

    anche l’iscrizione 2007

    intanto auguri!

    Michele

    —-Messaggio

    originale—-

    Da: daniela.giglioli@linguainternazionale.it

    Data: 29-dic-

    2006 5.15 PM

    A: “Michele Gazzola”

    Ogg: Buon anno

    con l'iscrizione all'Era 2007!

    Caro Michele,

    Con gli auguri

    di buon anno t’invito all’iscrizione all’Era del 2007. Un

    invito fatto

    per tempo perché, come potrai vedere dalla mozione che ti

    accludo, gli

    impegni per il prossimo anno sono davvero importanti e gravosi.

    Poi, se

    non avessi ancora fatto l’iscrizione all’Era 2006, potresti unire le

    due quote e farci supercontenti.

    Attendendo felici notizie, di nuovo

    buon 2007! Daniela

    La Mozione dell’XI Congresso

    L’XI Congresso

    della “Esperanto” Radikala Asocio-ERA ONLUS,

    riunitosi a Firenze il 16

    dicembre 2006

    APPROVA il bilancio 2004, il bilancio 2005 e le

    Relazioni del Tesoriere, del

    Segretario.

    CONSTATA con soddisfazione la

    grande crescita operativa dell’associazione in

    virtù dello status di

    Ente di servizio civile volontario di IV Categoria con

    l’attuale

    presenza in servizio di 29 Volontari. PRENDE ATTO con

    preoccupazione

    che a tale crescita operativa non è corrisposto un’adeguata

    crescita

    economica e finanziaria.

    OSSERVA che se non verrà opportunamente

    risolto tale nodo rischiano di

    perdersi le straordinarie opportunità

    che si apriranno nel momento in cui l’

    Associazione, entro il 2007,

    potrà passare ad ente di servizio civile di

    terza categoria con il

    conseguente passaggio di impiego per progetti

    nazionali ed

    internazionali fino a 200 volontari.

    SI RALLEGRA per i successi

    conseguiti negli due ultimi anni e per la loro

    qualità, SALUTANDO in

    primis l’istituzione da parte dell’UNESCO dell’

    Osservatorio on-line

    sulle politiche linguistiche, avvenuta nella primavera

    scorsa, da noi

    per primi richiesto fin dalla Conferenza di Stoccolma del

    1998.

    RICORDA

    tra le tante recenti e positive attività svolte:

    · La presentazione del

    progetto di legge sull’insegnamento dell’esperanto

    come seconda lingua

    straniera, ad opera dell’On. Andrea Colasio nel corso

    della scorsa

    legislatura e la conseguente audizione tenuta dall’

    Associazione,

    guidata da Segretario e Vice-Segretario, in Commissione

    Cultura alla

    Camera dei Deputati cosi come l’audizione tenuta in Commissione

    Cultura della Regione Lombardia dal Segretario dell’ERA;

    · L’adozione

    del Senato francese di due emendamenti da noi suggeriti sulla

    legge

    Fillon di riforma del sistema educativo che chiedevano il monitoraggio

    della diversità linguistica e del multilinguismo nell’insegnamento

    delle

    lingue straniere;

    · Gli interventi alla Conferenza dell’UNESCO di

    Bamako sul “Multilinguismo

    per la diversità culturale e la

    partecipazione di tutti nel cyberspazio” –

    organizzata assieme all’

    Associazione Internazionale della Francofonia e dall

    ’Accademia

    Africana delle Lingue nell’ambito degli incontri preparatori del

    secondo Summit Mondiale dell’ONU sulla Società dell’Informazione -,

    alla

    Conferenza internazionale tenutasi presso l’Università di Kaunas

    su

    “Diversità Linguistica ed Integrazione nell’Europa allargata: sfide

    ed

    opportunità” ed alla Conferenza di Bratislava “Prospettive delle

    politiche

    linguistiche e dei diritti linguistici nell’Unione Europea” –

    organizzata

    dalla House of Europe, sotto gli auspici del Vice Primo

    Ministro del Governo

    Slovacco, Dušan Caplovic, ed in cooperazione con

    il Parlamento Europeo ed il

    Commissario Europeo all’Istruzione, la

    Cultura ed il Multilinguismo, Ian

    Figel.

    · La pubblicazione in italiano

    ed altre lingue dell’Atlante dell’UNESCO

    sulle Lingue a Rischio di

    Estinzione e del Rapporto Grin dell’Haut Conseil d

    ’Evaluation de l’

    Ecole del Ministero della Pubblica Istruzione francese;

    · La

    partecipazione al IV Congresso della Federazione dei Giovani

    Socialisti, l’adozione in quella occasione di un Ordine del Giorno

    Esperantista e la conseguente campagna dell’FGS per una lingua pubblica

    internazionale;

    Rallegrandosi in particolare per il tempismo con cui è

    stata lanciata l’

    iniziativa “centopercentoitaliano.it”.

    Prende Atto e

    Approva la costituzione dei Dipartimenti specialistici fin qui

    istituiti:

    Fundapax, per la cooperazione internazionale.

    Archiviradicali.it, per la cura e valorizzazione del patrimonio

    bibliotecario, documentario e archivistico.

    Dipartimento Giovani, per i

    giovani e le politiche giovanili.

    Istituto Zamenhof, per l’Educazione.

    INDICA le seguenti priorità da perseguire:

    · In relazione alla

    costruzione degli Stati Uniti d’Europa poggiante sul

    pilastro

    democratico delle pari opportunità tra anglofoni dalla nascita e

    non,

    la presentazione urgentissima di un piano operativo per la

    convocazione, in occasione dei 50anni del Trattato di Roma istituente

    la

    Comunità Europea, quantomeno di una fase preparatoria della prima

    Conferenza

    Europea delle Lingue. A questo proposito DA MANDATO agli

    Organi Dirigenti di

    verificare da subito la disponibilità delle

    personalità che hanno già

    collaborato con l’Associazione, come di altre

    eventualmente pronte a farlo,

    di costituire assieme un “Comitato per la

    Democrazia e l’equità Linguistica

    in Europa”;

    · La realizzazione di

    accordi, in particolare con le organizzazioni

    esperantiste, per l’

    apertura di sedi operative anche dell’Associazione in

    Europa e nel

    mondo ed essere così pronti al passaggio dell’ERA, nel 2007,

    alla terza

    categoria di Ente di Servizio civile con il conseguente possibile

    impiego fino a 200 volontari per progetti nazionali ed internazionali;

    · L’adozione di una campagna, in particolare in collaborazione con i

    parlamentari dei vari i gruppi politici che si sono già iscritti per il

    2006, per la rapida approvazione del disegno di legge sull’insegnamento

    dell

    ’esperanto seconda lingua straniera e per la possibile

    presentazione in

    altre assemblee parlamentari in Europa e nel mondo di

    iniziative legislative

    analoghe.

    · L’avvio del Progetto Verde Stella “

    Sistema d’informazione e di solidarietà

    transnazionale per i malati

    estremi” sul quale sono stati chiesti, assieme

    all’Associazione Luca

    Coscioni, i finanziamenti del 5 per mille per il 2006.

    Consapevole

    della necessità di energie economiche e finanziarie di centinaia

    di

    migliaia di Euro per la realizzazione seppur parziale delle priorità

    suindicate, IMPEGNA tutti e ciascun socio, gli Organi Dirigenti eletti,

    a

    profondere il massimo impegno proprio sul fronte economico-

    finanziario

    DECIDE, straordinariamente, di non eleggere il proprio

    Consiglio Generale,

    Dando APPUNTAMENTO per una prima analisi della

    situazione in occasione del

    prossimo Congresso del Partito Radicale

    Nonviolento, Transnazionale e

    Transpartito “pre-convocato” per la

    prossima primavera e festeggiare

    degnamente assieme i primi venti anni

    di vita della nostra Associazione nata

    il 25 aprile del 1987.

    [addsig]

  • Ciao Daniela.

    mi vergogno tantissimo.. ma non mi sono ancora iscritto

    per il 2006. E’ stato un periodo incasinatissimo. Ti faccio la

    settimana prossima l’iscrizione 2006. Poi entro qualche mese farò

    anche l’iscrizione 2007

    intanto auguri!

    Michele

    —-Messaggio

    originale—-

    Da: daniela.giglioli@linguainternazionale.it

    Data: 29-dic-

    2006 5.15 PM

    A: “Michele Gazzola”

    Ogg: Buon anno

    con l'iscrizione all'Era 2007!

    Caro Michele,

    Con gli auguri

    di buon anno t’invito all’iscrizione all’Era del 2007. Un

    invito fatto

    per tempo perché, come potrai vedere dalla mozione che ti

    accludo, gli

    impegni per il prossimo anno sono davvero importanti e gravosi.

    Poi, se

    non avessi ancora fatto l’iscrizione all’Era 2006, potresti unire le

    due quote e farci supercontenti.

    Attendendo felici notizie, di nuovo

    buon 2007! Daniela

    La Mozione dell’XI Congresso

    L’XI Congresso

    della “Esperanto” Radikala Asocio-ERA ONLUS,

    riunitosi a Firenze il 16

    dicembre 2006

    APPROVA il bilancio 2004, il bilancio 2005 e le

    Relazioni del Tesoriere, del

    Segretario.

    CONSTATA con soddisfazione la

    grande crescita operativa dell’associazione in

    virtù dello status di

    Ente di servizio civile volontario di IV Categoria con

    l’attuale

    presenza in servizio di 29 Volontari. PRENDE ATTO con

    preoccupazione

    che a tale crescita operativa non è corrisposto un’adeguata

    crescita

    economica e finanziaria.

    OSSERVA che se non verrà opportunamente

    risolto tale nodo rischiano di

    perdersi le straordinarie opportunità

    che si apriranno nel momento in cui l’

    Associazione, entro il 2007,

    potrà passare ad ente di servizio civile di

    terza categoria con il

    conseguente passaggio di impiego per progetti

    nazionali ed

    internazionali fino a 200 volontari.

    SI RALLEGRA per i successi

    conseguiti negli due ultimi anni e per la loro

    qualità, SALUTANDO in

    primis l’istituzione da parte dell’UNESCO dell’

    Osservatorio on-line

    sulle politiche linguistiche, avvenuta nella primavera

    scorsa, da noi

    per primi richiesto fin dalla Conferenza di Stoccolma del

    1998.

    RICORDA

    tra le tante recenti e positive attività svolte:

    · La presentazione del

    progetto di legge sull’insegnamento dell’esperanto

    come seconda lingua

    straniera, ad opera dell’On. Andrea Colasio nel corso

    della scorsa

    legislatura e la conseguente audizione tenuta dall’

    Associazione,

    guidata da Segretario e Vice-Segretario, in Commissione

    Cultura alla

    Camera dei Deputati cosi come l’audizione tenuta in Commissione

    Cultura della Regione Lombardia dal Segretario dell’ERA;

    · L’adozione

    del Senato francese di due emendamenti da noi suggeriti sulla

    legge

    Fillon di riforma del sistema educativo che chiedevano il monitoraggio

    della diversità linguistica e del multilinguismo nell’insegnamento

    delle

    lingue straniere;

    · Gli interventi alla Conferenza dell’UNESCO di

    Bamako sul “Multilinguismo

    per la diversità culturale e la

    partecipazione di tutti nel cyberspazio” –

    organizzata assieme all’

    Associazione Internazionale della Francofonia e dall

    ’Accademia

    Africana delle Lingue nell’ambito degli incontri preparatori del

    secondo Summit Mondiale dell’ONU sulla Società dell’Informazione -,

    alla

    Conferenza internazionale tenutasi presso l’Università di Kaunas

    su

    “Diversità Linguistica ed Integrazione nell’Europa allargata: sfide

    ed

    opportunità” ed alla Conferenza di Bratislava “Prospettive delle

    politiche

    linguistiche e dei diritti linguistici nell’Unione Europea” –

    organizzata

    dalla House of Europe, sotto gli auspici del Vice Primo

    Ministro del Governo

    Slovacco, Dušan Caplovic, ed in cooperazione con

    il Parlamento Europeo ed il

    Commissario Europeo all’Istruzione, la

    Cultura ed il Multilinguismo, Ian

    Figel.

    · La pubblicazione in italiano

    ed altre lingue dell’Atlante dell’UNESCO

    sulle Lingue a Rischio di

    Estinzione e del Rapporto Grin dell’Haut Conseil d

    ’Evaluation de l’

    Ecole del Ministero della Pubblica Istruzione francese;

    · La

    partecipazione al IV Congresso della Federazione dei Giovani

    Socialisti, l’adozione in quella occasione di un Ordine del Giorno

    Esperantista e la conseguente campagna dell’FGS per una lingua pubblica

    internazionale;

    Rallegrandosi in particolare per il tempismo con cui è

    stata lanciata l’

    iniziativa “centopercentoitaliano.it”.

    Prende Atto e

    Approva la costituzione dei Dipartimenti specialistici fin qui

    istituiti:

    Fundapax, per la cooperazione internazionale.

    Archiviradicali.it, per la cura e valorizzazione del patrimonio

    bibliotecario, documentario e archivistico.

    Dipartimento Giovani, per i

    giovani e le politiche giovanili.

    Istituto Zamenhof, per l’Educazione.

    INDICA le seguenti priorità da perseguire:

    · In relazione alla

    costruzione degli Stati Uniti d’Europa poggiante sul

    pilastro

    democratico delle pari opportunità tra anglofoni dalla nascita e

    non,

    la presentazione urgentissima di un piano operativo per la

    convocazione, in occasione dei 50anni del Trattato di Roma istituente

    la

    Comunità Europea, quantomeno di una fase preparatoria della prima

    Conferenza

    Europea delle Lingue. A questo proposito DA MANDATO agli

    Organi Dirigenti di

    verificare da subito la disponibilità delle

    personalità che hanno già

    collaborato con l’Associazione, come di altre

    eventualmente pronte a farlo,

    di costituire assieme un “Comitato per la

    Democrazia e l’equità Linguistica

    in Europa”;

    · La realizzazione di

    accordi, in particolare con le organizzazioni

    esperantiste, per l’

    apertura di sedi operative anche dell’Associazione in

    Europa e nel

    mondo ed essere così pronti al passaggio dell’ERA, nel 2007,

    alla terza

    categoria di Ente di Servizio civile con il conseguente possibile

    impiego fino a 200 volontari per progetti nazionali ed internazionali;

    · L’adozione di una campagna, in particolare in collaborazione con i

    parlamentari dei vari i gruppi politici che si sono già iscritti per il

    2006, per la rapida approvazione del disegno di legge sull’insegnamento

    dell

    ’esperanto seconda lingua straniera e per la possibile

    presentazione in

    altre assemblee parlamentari in Europa e nel mondo di

    iniziative legislative

    analoghe.

    · L’avvio del Progetto Verde Stella “

    Sistema d’informazione e di solidarietà

    transnazionale per i malati

    estremi” sul quale sono stati chiesti, assieme

    all’Associazione Luca

    Coscioni, i finanziamenti del 5 per mille per il 2006.

    Consapevole

    della necessità di energie economiche e finanziarie di centinaia

    di

    migliaia di Euro per la realizzazione seppur parziale delle priorità

    suindicate, IMPEGNA tutti e ciascun socio, gli Organi Dirigenti eletti,

    a

    profondere il massimo impegno proprio sul fronte economico-

    finanziario

    DECIDE, straordinariamente, di non eleggere il proprio

    Consiglio Generale,

    Dando APPUNTAMENTO per una prima analisi della

    situazione in occasione del

    prossimo Congresso del Partito Radicale

    Nonviolento, Transnazionale e

    Transpartito “pre-convocato” per la

    prossima primavera e festeggiare

    degnamente assieme i primi venti anni

    di vita della nostra Associazione nata

    il 25 aprile del 1987.

    [addsig]

  • Ciao Daniela.

    mi vergogno tantissimo.. ma non mi sono ancora iscritto

    per il 2006. E’ stato un periodo incasinatissimo. Ti faccio la

    settimana prossima l’iscrizione 2006. Poi entro qualche mese farò

    anche l’iscrizione 2007

    intanto auguri!

    Michele

    —-Messaggio

    originale—-

    Da: daniela.giglioli@linguainternazionale.it

    Data: 29-dic-

    2006 5.15 PM

    A: “Michele Gazzola”

    Ogg: Buon anno

    con l'iscrizione all'Era 2007!

    Caro Michele,

    Con gli auguri

    di buon anno t’invito all’iscrizione all’Era del 2007. Un

    invito fatto

    per tempo perché, come potrai vedere dalla mozione che ti

    accludo, gli

    impegni per il prossimo anno sono davvero importanti e gravosi.

    Poi, se

    non avessi ancora fatto l’iscrizione all’Era 2006, potresti unire le

    due quote e farci supercontenti.

    Attendendo felici notizie, di nuovo

    buon 2007! Daniela

    La Mozione dell’XI Congresso

    L’XI Congresso

    della “Esperanto” Radikala Asocio-ERA ONLUS,

    riunitosi a Firenze il 16

    dicembre 2006

    APPROVA il bilancio 2004, il bilancio 2005 e le

    Relazioni del Tesoriere, del

    Segretario.

    CONSTATA con soddisfazione la

    grande crescita operativa dell’associazione in

    virtù dello status di

    Ente di servizio civile volontario di IV Categoria con

    l’attuale

    presenza in servizio di 29 Volontari. PRENDE ATTO con

    preoccupazione

    che a tale crescita operativa non è corrisposto un’adeguata

    crescita

    economica e finanziaria.

    OSSERVA che se non verrà opportunamente

    risolto tale nodo rischiano di

    perdersi le straordinarie opportunità

    che si apriranno nel momento in cui l’

    Associazione, entro il 2007,

    potrà passare ad ente di servizio civile di

    terza categoria con il

    conseguente passaggio di impiego per progetti

    nazionali ed

    internazionali fino a 200 volontari.

    SI RALLEGRA per i successi

    conseguiti negli due ultimi anni e per la loro

    qualità, SALUTANDO in

    primis l’istituzione da parte dell’UNESCO dell’

    Osservatorio on-line

    sulle politiche linguistiche, avvenuta nella primavera

    scorsa, da noi

    per primi richiesto fin dalla Conferenza di Stoccolma del

    1998.

    RICORDA

    tra le tante recenti e positive attività svolte:

    · La presentazione del

    progetto di legge sull’insegnamento dell’esperanto

    come seconda lingua

    straniera, ad opera dell’On. Andrea Colasio nel corso

    della scorsa

    legislatura e la conseguente audizione tenuta dall’

    Associazione,

    guidata da Segretario e Vice-Segretario, in Commissione

    Cultura alla

    Camera dei Deputati cosi come l’audizione tenuta in Commissione

    Cultura della Regione Lombardia dal Segretario dell’ERA;

    · L’adozione

    del Senato francese di due emendamenti da noi suggeriti sulla

    legge

    Fillon di riforma del sistema educativo che chiedevano il monitoraggio

    della diversità linguistica e del multilinguismo nell’insegnamento

    delle

    lingue straniere;

    · Gli interventi alla Conferenza dell’UNESCO di

    Bamako sul “Multilinguismo

    per la diversità culturale e la

    partecipazione di tutti nel cyberspazio” –

    organizzata assieme all’

    Associazione Internazionale della Francofonia e dall

    ’Accademia

    Africana delle Lingue nell’ambito degli incontri preparatori del

    secondo Summit Mondiale dell’ONU sulla Società dell’Informazione -,

    alla

    Conferenza internazionale tenutasi presso l’Università di Kaunas

    su

    “Diversità Linguistica ed Integrazione nell’Europa allargata: sfide

    ed

    opportunità” ed alla Conferenza di Bratislava “Prospettive delle

    politiche

    linguistiche e dei diritti linguistici nell’Unione Europea” –

    organizzata

    dalla House of Europe, sotto gli auspici del Vice Primo

    Ministro del Governo

    Slovacco, Dušan Caplovic, ed in cooperazione con

    il Parlamento Europeo ed il

    Commissario Europeo all’Istruzione, la

    Cultura ed il Multilinguismo, Ian

    Figel.

    · La pubblicazione in italiano

    ed altre lingue dell’Atlante dell’UNESCO

    sulle Lingue a Rischio di

    Estinzione e del Rapporto Grin dell’Haut Conseil d

    ’Evaluation de l’

    Ecole del Ministero della Pubblica Istruzione francese;

    · La

    partecipazione al IV Congresso della Federazione dei Giovani

    Socialisti, l’adozione in quella occasione di un Ordine del Giorno

    Esperantista e la conseguente campagna dell’FGS per una lingua pubblica

    internazionale;

    Rallegrandosi in particolare per il tempismo con cui è

    stata lanciata l’

    iniziativa “centopercentoitaliano.it”.

    Prende Atto e

    Approva la costituzione dei Dipartimenti specialistici fin qui

    istituiti:

    Fundapax, per la cooperazione internazionale.

    Archiviradicali.it, per la cura e valorizzazione del patrimonio

    bibliotecario, documentario e archivistico.

    Dipartimento Giovani, per i

    giovani e le politiche giovanili.

    Istituto Zamenhof, per l’Educazione.

    INDICA le seguenti priorità da perseguire:

    · In relazione alla

    costruzione degli Stati Uniti d’Europa poggiante sul

    pilastro

    democratico delle pari opportunità tra anglofoni dalla nascita e

    non,

    la presentazione urgentissima di un piano operativo per la

    convocazione, in occasione dei 50anni del Trattato di Roma istituente

    la

    Comunità Europea, quantomeno di una fase preparatoria della prima

    Conferenza

    Europea delle Lingue. A questo proposito DA MANDATO agli

    Organi Dirigenti di

    verificare da subito la disponibilità delle

    personalità che hanno già

    collaborato con l’Associazione, come di altre

    eventualmente pronte a farlo,

    di costituire assieme un “Comitato per la

    Democrazia e l’equità Linguistica

    in Europa”;

    · La realizzazione di

    accordi, in particolare con le organizzazioni

    esperantiste, per l’

    apertura di sedi operative anche dell’Associazione in

    Europa e nel

    mondo ed essere così pronti al passaggio dell’ERA, nel 2007,

    alla terza

    categoria di Ente di Servizio civile con il conseguente possibile

    impiego fino a 200 volontari per progetti nazionali ed internazionali;

    · L’adozione di una campagna, in particolare in collaborazione con i

    parlamentari dei vari i gruppi politici che si sono già iscritti per il

    2006, per la rapida approvazione del disegno di legge sull’insegnamento

    dell

    ’esperanto seconda lingua straniera e per la possibile

    presentazione in

    altre assemblee parlamentari in Europa e nel mondo di

    iniziative legislative

    analoghe.

    · L’avvio del Progetto Verde Stella “

    Sistema d’informazione e di solidarietà

    transnazionale per i malati

    estremi” sul quale sono stati chiesti, assieme

    all’Associazione Luca

    Coscioni, i finanziamenti del 5 per mille per il 2006.

    Consapevole

    della necessità di energie economiche e finanziarie di centinaia

    di

    migliaia di Euro per la realizzazione seppur parziale delle priorità

    suindicate, IMPEGNA tutti e ciascun socio, gli Organi Dirigenti eletti,

    a

    profondere il massimo impegno proprio sul fronte economico-

    finanziario

    DECIDE, straordinariamente, di non eleggere il proprio

    Consiglio Generale,

    Dando APPUNTAMENTO per una prima analisi della

    situazione in occasione del

    prossimo Congresso del Partito Radicale

    Nonviolento, Transnazionale e

    Transpartito “pre-convocato” per la

    prossima primavera e festeggiare

    degnamente assieme i primi venti anni

    di vita della nostra Associazione nata

    il 25 aprile del 1987.

    [addsig]

  • Ciao Daniela.

    mi vergogno tantissimo.. ma non mi sono ancora iscritto

    per il 2006. E’ stato un periodo incasinatissimo. Ti faccio la

    settimana prossima l’iscrizione 2006. Poi entro qualche mese farò

    anche l’iscrizione 2007

    intanto auguri!

    Michele

    —-Messaggio

    originale—-

    Da: daniela.giglioli@linguainternazionale.it

    Data: 29-dic-

    2006 5.15 PM

    A: “Michele Gazzola”

    Ogg: Buon anno

    con l'iscrizione all'Era 2007!

    Caro Michele,

    Con gli auguri

    di buon anno t’invito all’iscrizione all’Era del 2007. Un

    invito fatto

    per tempo perché, come potrai vedere dalla mozione che ti

    accludo, gli

    impegni per il prossimo anno sono davvero importanti e gravosi.

    Poi, se

    non avessi ancora fatto l’iscrizione all’Era 2006, potresti unire le

    due quote e farci supercontenti.

    Attendendo felici notizie, di nuovo

    buon 2007! Daniela

    La Mozione dell’XI Congresso

    L’XI Congresso

    della “Esperanto” Radikala Asocio-ERA ONLUS,

    riunitosi a Firenze il 16

    dicembre 2006

    APPROVA il bilancio 2004, il bilancio 2005 e le

    Relazioni del Tesoriere, del

    Segretario.

    CONSTATA con soddisfazione la

    grande crescita operativa dell’associazione in

    virtù dello status di

    Ente di servizio civile volontario di IV Categoria con

    l’attuale

    presenza in servizio di 29 Volontari. PRENDE ATTO con

    preoccupazione

    che a tale crescita operativa non è corrisposto un’adeguata

    crescita

    economica e finanziaria.

    OSSERVA che se non verrà opportunamente

    risolto tale nodo rischiano di

    perdersi le straordinarie opportunità

    che si apriranno nel momento in cui l’

    Associazione, entro il 2007,

    potrà passare ad ente di servizio civile di

    terza categoria con il

    conseguente passaggio di impiego per progetti

    nazionali ed

    internazionali fino a 200 volontari.

    SI RALLEGRA per i successi

    conseguiti negli due ultimi anni e per la loro

    qualità, SALUTANDO in

    primis l’istituzione da parte dell’UNESCO dell’

    Osservatorio on-line

    sulle politiche linguistiche, avvenuta nella primavera

    scorsa, da noi

    per primi richiesto fin dalla Conferenza di Stoccolma del

    1998.

    RICORDA

    tra le tante recenti e positive attività svolte:

    · La presentazione del

    progetto di legge sull’insegnamento dell’esperanto

    come seconda lingua

    straniera, ad opera dell’On. Andrea Colasio nel corso

    della scorsa

    legislatura e la conseguente audizione tenuta dall’

    Associazione,

    guidata da Segretario e Vice-Segretario, in Commissione

    Cultura alla

    Camera dei Deputati cosi come l’audizione tenuta in Commissione

    Cultura della Regione Lombardia dal Segretario dell’ERA;

    · L’adozione

    del Senato francese di due emendamenti da noi suggeriti sulla

    legge

    Fillon di riforma del sistema educativo che chiedevano il monitoraggio

    della diversità linguistica e del multilinguismo nell’insegnamento

    delle

    lingue straniere;

    · Gli interventi alla Conferenza dell’UNESCO di

    Bamako sul “Multilinguismo

    per la diversità culturale e la

    partecipazione di tutti nel cyberspazio” –

    organizzata assieme all’

    Associazione Internazionale della Francofonia e dall

    ’Accademia

    Africana delle Lingue nell’ambito degli incontri preparatori del

    secondo Summit Mondiale dell’ONU sulla Società dell’Informazione -,

    alla

    Conferenza internazionale tenutasi presso l’Università di Kaunas

    su

    “Diversità Linguistica ed Integrazione nell’Europa allargata: sfide

    ed

    opportunità” ed alla Conferenza di Bratislava “Prospettive delle

    politiche

    linguistiche e dei diritti linguistici nell’Unione Europea” –

    organizzata

    dalla House of Europe, sotto gli auspici del Vice Primo

    Ministro del Governo

    Slovacco, Dušan Caplovic, ed in cooperazione con

    il Parlamento Europeo ed il

    Commissario Europeo all’Istruzione, la

    Cultura ed il Multilinguismo, Ian

    Figel.

    · La pubblicazione in italiano

    ed altre lingue dell’Atlante dell’UNESCO

    sulle Lingue a Rischio di

    Estinzione e del Rapporto Grin dell’Haut Conseil d

    ’Evaluation de l’

    Ecole del Ministero della Pubblica Istruzione francese;

    · La

    partecipazione al IV Congresso della Federazione dei Giovani

    Socialisti, l’adozione in quella occasione di un Ordine del Giorno

    Esperantista e la conseguente campagna dell’FGS per una lingua pubblica

    internazionale;

    Rallegrandosi in particolare per il tempismo con cui è

    stata lanciata l’

    iniziativa “centopercentoitaliano.it”.

    Prende Atto e

    Approva la costituzione dei Dipartimenti specialistici fin qui

    istituiti:

    Fundapax, per la cooperazione internazionale.

    Archiviradicali.it, per la cura e valorizzazione del patrimonio

    bibliotecario, documentario e archivistico.

    Dipartimento Giovani, per i

    giovani e le politiche giovanili.

    Istituto Zamenhof, per l’Educazione.

    INDICA le seguenti priorità da perseguire:

    · In relazione alla

    costruzione degli Stati Uniti d’Europa poggiante sul

    pilastro

    democratico delle pari opportunità tra anglofoni dalla nascita e

    non,

    la presentazione urgentissima di un piano operativo per la

    convocazione, in occasione dei 50anni del Trattato di Roma istituente

    la

    Comunità Europea, quantomeno di una fase preparatoria della prima

    Conferenza

    Europea delle Lingue. A questo proposito DA MANDATO agli

    Organi Dirigenti di

    verificare da subito la disponibilità delle

    personalità che hanno già

    collaborato con l’Associazione, come di altre

    eventualmente pronte a farlo,

    di costituire assieme un “Comitato per la

    Democrazia e l’equità Linguistica

    in Europa”;

    · La realizzazione di

    accordi, in particolare con le organizzazioni

    esperantiste, per l’

    apertura di sedi operative anche dell’Associazione in

    Europa e nel

    mondo ed essere così pronti al passaggio dell’ERA, nel 2007,

    alla terza

    categoria di Ente di Servizio civile con il conseguente possibile

    impiego fino a 200 volontari per progetti nazionali ed internazionali;

    · L’adozione di una campagna, in particolare in collaborazione con i

    parlamentari dei vari i gruppi politici che si sono già iscritti per il

    2006, per la rapida approvazione del disegno di legge sull’insegnamento

    dell

    ’esperanto seconda lingua straniera e per la possibile

    presentazione in

    altre assemblee parlamentari in Europa e nel mondo di

    iniziative legislative

    analoghe.

    · L’avvio del Progetto Verde Stella “

    Sistema d’informazione e di solidarietà

    transnazionale per i malati

    estremi” sul quale sono stati chiesti, assieme

    all’Associazione Luca

    Coscioni, i finanziamenti del 5 per mille per il 2006.

    Consapevole

    della necessità di energie economiche e finanziarie di centinaia

    di

    migliaia di Euro per la realizzazione seppur parziale delle priorità

    suindicate, IMPEGNA tutti e ciascun socio, gli Organi Dirigenti eletti,

    a

    profondere il massimo impegno proprio sul fronte economico-

    finanziario

    DECIDE, straordinariamente, di non eleggere il proprio

    Consiglio Generale,

    Dando APPUNTAMENTO per una prima analisi della

    situazione in occasione del

    prossimo Congresso del Partito Radicale

    Nonviolento, Transnazionale e

    Transpartito “pre-convocato” per la

    prossima primavera e festeggiare

    degnamente assieme i primi venti anni

    di vita della nostra Associazione nata

    il 25 aprile del 1987.

    [addsig]

  • Ciao Daniela.

    mi vergogno tantissimo.. ma non mi sono ancora iscritto

    per il 2006. E’ stato un periodo incasinatissimo. Ti faccio la

    settimana prossima l’iscrizione 2006. Poi entro qualche mese farò

    anche l’iscrizione 2007

    intanto auguri!

    Michele

    —-Messaggio

    originale—-

    Da: daniela.giglioli@linguainternazionale.it

    Data: 29-dic-

    2006 5.15 PM

    A: “Michele Gazzola”

    Ogg: Buon anno

    con l'iscrizione all'Era 2007!

    Caro Michele,

    Con gli auguri

    di buon anno t’invito all’iscrizione all’Era del 2007. Un

    invito fatto

    per tempo perché, come potrai vedere dalla mozione che ti

    accludo, gli

    impegni per il prossimo anno sono davvero importanti e gravosi.

    Poi, se

    non avessi ancora fatto l’iscrizione all’Era 2006, potresti unire le

    due quote e farci supercontenti.

    Attendendo felici notizie, di nuovo

    buon 2007! Daniela

    La Mozione dell’XI Congresso

    L’XI Congresso

    della “Esperanto” Radikala Asocio-ERA ONLUS,

    riunitosi a Firenze il 16

    dicembre 2006

    APPROVA il bilancio 2004, il bilancio 2005 e le

    Relazioni del Tesoriere, del

    Segretario.

    CONSTATA con soddisfazione la

    grande crescita operativa dell’associazione in

    virtù dello status di

    Ente di servizio civile volontario di IV Categoria con

    l’attuale

    presenza in servizio di 29 Volontari. PRENDE ATTO con

    preoccupazione

    che a tale crescita operativa non è corrisposto un’adeguata

    crescita

    economica e finanziaria.

    OSSERVA che se non verrà opportunamente

    risolto tale nodo rischiano di

    perdersi le straordinarie opportunità

    che si apriranno nel momento in cui l’

    Associazione, entro il 2007,

    potrà passare ad ente di servizio civile di

    terza categoria con il

    conseguente passaggio di impiego per progetti

    nazionali ed

    internazionali fino a 200 volontari.

    SI RALLEGRA per i successi

    conseguiti negli due ultimi anni e per la loro

    qualità, SALUTANDO in

    primis l’istituzione da parte dell’UNESCO dell’

    Osservatorio on-line

    sulle politiche linguistiche, avvenuta nella primavera

    scorsa, da noi

    per primi richiesto fin dalla Conferenza di Stoccolma del

    1998.

    RICORDA

    tra le tante recenti e positive attività svolte:

    · La presentazione del

    progetto di legge sull’insegnamento dell’esperanto

    come seconda lingua

    straniera, ad opera dell’On. Andrea Colasio nel corso

    della scorsa

    legislatura e la conseguente audizione tenuta dall’

    Associazione,

    guidata da Segretario e Vice-Segretario, in Commissione

    Cultura alla

    Camera dei Deputati cosi come l’audizione tenuta in Commissione

    Cultura della Regione Lombardia dal Segretario dell’ERA;

    · L’adozione

    del Senato francese di due emendamenti da noi suggeriti sulla

    legge

    Fillon di riforma del sistema educativo che chiedevano il monitoraggio

    della diversità linguistica e del multilinguismo nell’insegnamento

    delle

    lingue straniere;

    · Gli interventi alla Conferenza dell’UNESCO di

    Bamako sul “Multilinguismo

    per la diversità culturale e la

    partecipazione di tutti nel cyberspazio” –

    organizzata assieme all’

    Associazione Internazionale della Francofonia e dall

    ’Accademia

    Africana delle Lingue nell’ambito degli incontri preparatori del

    secondo Summit Mondiale dell’ONU sulla Società dell’Informazione -,

    alla

    Conferenza internazionale tenutasi presso l’Università di Kaunas

    su

    “Diversità Linguistica ed Integrazione nell’Europa allargata: sfide

    ed

    opportunità” ed alla Conferenza di Bratislava “Prospettive delle

    politiche

    linguistiche e dei diritti linguistici nell’Unione Europea” –

    organizzata

    dalla House of Europe, sotto gli auspici del Vice Primo

    Ministro del Governo

    Slovacco, Dušan Caplovic, ed in cooperazione con

    il Parlamento Europeo ed il

    Commissario Europeo all’Istruzione, la

    Cultura ed il Multilinguismo, Ian

    Figel.

    · La pubblicazione in italiano

    ed altre lingue dell’Atlante dell’UNESCO

    sulle Lingue a Rischio di

    Estinzione e del Rapporto Grin dell’Haut Conseil d

    ’Evaluation de l’

    Ecole del Ministero della Pubblica Istruzione francese;

    · La

    partecipazione al IV Congresso della Federazione dei Giovani

    Socialisti, l’adozione in quella occasione di un Ordine del Giorno

    Esperantista e la conseguente campagna dell’FGS per una lingua pubblica

    internazionale;

    Rallegrandosi in particolare per il tempismo con cui è

    stata lanciata l’

    iniziativa “centopercentoitaliano.it”.

    Prende Atto e

    Approva la costituzione dei Dipartimenti specialistici fin qui

    istituiti:

    Fundapax, per la cooperazione internazionale.

    Archiviradicali.it, per la cura e valorizzazione del patrimonio

    bibliotecario, documentario e archivistico.

    Dipartimento Giovani, per i

    giovani e le politiche giovanili.

    Istituto Zamenhof, per l’Educazione.

    INDICA le seguenti priorità da perseguire:

    · In relazione alla

    costruzione degli Stati Uniti d’Europa poggiante sul

    pilastro

    democratico delle pari opportunità tra anglofoni dalla nascita e

    non,

    la presentazione urgentissima di un piano operativo per la

    convocazione, in occasione dei 50anni del Trattato di Roma istituente

    la

    Comunità Europea, quantomeno di una fase preparatoria della prima

    Conferenza

    Europea delle Lingue. A questo proposito DA MANDATO agli

    Organi Dirigenti di

    verificare da subito la disponibilità delle

    personalità che hanno già

    collaborato con l’Associazione, come di altre

    eventualmente pronte a farlo,

    di costituire assieme un “Comitato per la

    Democrazia e l’equità Linguistica

    in Europa”;

    · La realizzazione di

    accordi, in particolare con le organizzazioni

    esperantiste, per l’

    apertura di sedi operative anche dell’Associazione in

    Europa e nel

    mondo ed essere così pronti al passaggio dell’ERA, nel 2007,

    alla terza

    categoria di Ente di Servizio civile con il conseguente possibile

    impiego fino a 200 volontari per progetti nazionali ed internazionali;

    · L’adozione di una campagna, in particolare in collaborazione con i

    parlamentari dei vari i gruppi politici che si sono già iscritti per il

    2006, per la rapida approvazione del disegno di legge sull’insegnamento

    dell

    ’esperanto seconda lingua straniera e per la possibile

    presentazione in

    altre assemblee parlamentari in Europa e nel mondo di

    iniziative legislative

    analoghe.

    · L’avvio del Progetto Verde Stella “

    Sistema d’informazione e di solidarietà

    transnazionale per i malati

    estremi” sul quale sono stati chiesti, assieme

    all’Associazione Luca

    Coscioni, i finanziamenti del 5 per mille per il 2006.

    Consapevole

    della necessità di energie economiche e finanziarie di centinaia

    di

    migliaia di Euro per la realizzazione seppur parziale delle priorità

    suindicate, IMPEGNA tutti e ciascun socio, gli Organi Dirigenti eletti,

    a

    profondere il massimo impegno proprio sul fronte economico-

    finanziario

    DECIDE, straordinariamente, di non eleggere il proprio

    Consiglio Generale,

    Dando APPUNTAMENTO per una prima analisi della

    situazione in occasione del

    prossimo Congresso del Partito Radicale

    Nonviolento, Transnazionale e

    Transpartito “pre-convocato” per la

    prossima primavera e festeggiare

    degnamente assieme i primi venti anni

    di vita della nostra Associazione nata

    il 25 aprile del 1987.

    [addsig]

  • Ciao Daniela.

    mi vergogno tantissimo.. ma non mi sono ancora iscritto

    per il 2006. E’ stato un periodo incasinatissimo. Ti faccio la

    settimana prossima l’iscrizione 2006. Poi entro qualche mese farò

    anche l’iscrizione 2007

    intanto auguri!

    Michele

    —-Messaggio

    originale—-

    Da: daniela.giglioli@linguainternazionale.it

    Data: 29-dic-

    2006 5.15 PM

    A: “Michele Gazzola”

    Ogg: Buon anno

    con l'iscrizione all'Era 2007!

    Caro Michele,

    Con gli auguri

    di buon anno t’invito all’iscrizione all’Era del 2007. Un

    invito fatto

    per tempo perché, come potrai vedere dalla mozione che ti

    accludo, gli

    impegni per il prossimo anno sono davvero importanti e gravosi.

    Poi, se

    non avessi ancora fatto l’iscrizione all’Era 2006, potresti unire le

    due quote e farci supercontenti.

    Attendendo felici notizie, di nuovo

    buon 2007! Daniela

    La Mozione dell’XI Congresso

    L’XI Congresso

    della “Esperanto” Radikala Asocio-ERA ONLUS,

    riunitosi a Firenze il 16

    dicembre 2006

    APPROVA il bilancio 2004, il bilancio 2005 e le

    Relazioni del Tesoriere, del

    Segretario.

    CONSTATA con soddisfazione la

    grande crescita operativa dell’associazione in

    virtù dello status di

    Ente di servizio civile volontario di IV Categoria con

    l’attuale

    presenza in servizio di 29 Volontari. PRENDE ATTO con

    preoccupazione

    che a tale crescita operativa non è corrisposto un’adeguata

    crescita

    economica e finanziaria.

    OSSERVA che se non verrà opportunamente

    risolto tale nodo rischiano di

    perdersi le straordinarie opportunità

    che si apriranno nel momento in cui l’

    Associazione, entro il 2007,

    potrà passare ad ente di servizio civile di

    terza categoria con il

    conseguente passaggio di impiego per progetti

    nazionali ed

    internazionali fino a 200 volontari.

    SI RALLEGRA per i successi

    conseguiti negli due ultimi anni e per la loro

    qualità, SALUTANDO in

    primis l’istituzione da parte dell’UNESCO dell’

    Osservatorio on-line

    sulle politiche linguistiche, avvenuta nella primavera

    scorsa, da noi

    per primi richiesto fin dalla Conferenza di Stoccolma del

    1998.

    RICORDA

    tra le tante recenti e positive attività svolte:

    · La presentazione del

    progetto di legge sull’insegnamento dell’esperanto

    come seconda lingua

    straniera, ad opera dell’On. Andrea Colasio nel corso

    della scorsa

    legislatura e la conseguente audizione tenuta dall’

    Associazione,

    guidata da Segretario e Vice-Segretario, in Commissione

    Cultura alla

    Camera dei Deputati cosi come l’audizione tenuta in Commissione

    Cultura della Regione Lombardia dal Segretario dell’ERA;

    · L’adozione

    del Senato francese di due emendamenti da noi suggeriti sulla

    legge

    Fillon di riforma del sistema educativo che chiedevano il monitoraggio

    della diversità linguistica e del multilinguismo nell’insegnamento

    delle

    lingue straniere;

    · Gli interventi alla Conferenza dell’UNESCO di

    Bamako sul “Multilinguismo

    per la diversità culturale e la

    partecipazione di tutti nel cyberspazio” –

    organizzata assieme all’

    Associazione Internazionale della Francofonia e dall

    ’Accademia

    Africana delle Lingue nell’ambito degli incontri preparatori del

    secondo Summit Mondiale dell’ONU sulla Società dell’Informazione -,

    alla

    Conferenza internazionale tenutasi presso l’Università di Kaunas

    su

    “Diversità Linguistica ed Integrazione nell’Europa allargata: sfide

    ed

    opportunità” ed alla Conferenza di Bratislava “Prospettive delle

    politiche

    linguistiche e dei diritti linguistici nell’Unione Europea” –

    organizzata

    dalla House of Europe, sotto gli auspici del Vice Primo

    Ministro del Governo

    Slovacco, Dušan Caplovic, ed in cooperazione con

    il Parlamento Europeo ed il

    Commissario Europeo all’Istruzione, la

    Cultura ed il Multilinguismo, Ian

    Figel.

    · La pubblicazione in italiano

    ed altre lingue dell’Atlante dell’UNESCO

    sulle Lingue a Rischio di

    Estinzione e del Rapporto Grin dell’Haut Conseil d

    ’Evaluation de l’

    Ecole del Ministero della Pubblica Istruzione francese;

    · La

    partecipazione al IV Congresso della Federazione dei Giovani

    Socialisti, l’adozione in quella occasione di un Ordine del Giorno

    Esperantista e la conseguente campagna dell’FGS per una lingua pubblica

    internazionale;

    Rallegrandosi in particolare per il tempismo con cui è

    stata lanciata l’

    iniziativa “centopercentoitaliano.it”.

    Prende Atto e

    Approva la costituzione dei Dipartimenti specialistici fin qui

    istituiti:

    Fundapax, per la cooperazione internazionale.

    Archiviradicali.it, per la cura e valorizzazione del patrimonio

    bibliotecario, documentario e archivistico.

    Dipartimento Giovani, per i

    giovani e le politiche giovanili.

    Istituto Zamenhof, per l’Educazione.

    INDICA le seguenti priorità da perseguire:

    · In relazione alla

    costruzione degli Stati Uniti d’Europa poggiante sul

    pilastro

    democratico delle pari opportunità tra anglofoni dalla nascita e

    non,

    la presentazione urgentissima di un piano operativo per la

    convocazione, in occasione dei 50anni del Trattato di Roma istituente

    la

    Comunità Europea, quantomeno di una fase preparatoria della prima

    Conferenza

    Europea delle Lingue. A questo proposito DA MANDATO agli

    Organi Dirigenti di

    verificare da subito la disponibilità delle

    personalità che hanno già

    collaborato con l’Associazione, come di altre

    eventualmente pronte a farlo,

    di costituire assieme un “Comitato per la

    Democrazia e l’equità Linguistica

    in Europa”;

    · La realizzazione di

    accordi, in particolare con le organizzazioni

    esperantiste, per l’

    apertura di sedi operative anche dell’Associazione in

    Europa e nel

    mondo ed essere così pronti al passaggio dell’ERA, nel 2007,

    alla terza

    categoria di Ente di Servizio civile con il conseguente possibile

    impiego fino a 200 volontari per progetti nazionali ed internazionali;

    · L’adozione di una campagna, in particolare in collaborazione con i

    parlamentari dei vari i gruppi politici che si sono già iscritti per il

    2006, per la rapida approvazione del disegno di legge sull’insegnamento

    dell

    ’esperanto seconda lingua straniera e per la possibile

    presentazione in

    altre assemblee parlamentari in Europa e nel mondo di

    iniziative legislative

    analoghe.

    · L’avvio del Progetto Verde Stella “

    Sistema d’informazione e di solidarietà

    transnazionale per i malati

    estremi” sul quale sono stati chiesti, assieme

    all’Associazione Luca

    Coscioni, i finanziamenti del 5 per mille per il 2006.

    Consapevole

    della necessità di energie economiche e finanziarie di centinaia

    di

    migliaia di Euro per la realizzazione seppur parziale delle priorità

    suindicate, IMPEGNA tutti e ciascun socio, gli Organi Dirigenti eletti,

    a

    profondere il massimo impegno proprio sul fronte economico-

    finanziario

    DECIDE, straordinariamente, di non eleggere il proprio

    Consiglio Generale,

    Dando APPUNTAMENTO per una prima analisi della

    situazione in occasione del

    prossimo Congresso del Partito Radicale

    Nonviolento, Transnazionale e

    Transpartito “pre-convocato” per la

    prossima primavera e festeggiare

    degnamente assieme i primi venti anni

    di vita della nostra Associazione nata

    il 25 aprile del 1987.

    [addsig]

  • Ciao Daniela.

    mi vergogno tantissimo.. ma non mi sono ancora iscritto

    per il 2006. E’ stato un periodo incasinatissimo. Ti faccio la

    settimana prossima l’iscrizione 2006. Poi entro qualche mese farò

    anche l’iscrizione 2007

    intanto auguri!

    Michele

    —-Messaggio

    originale—-

    Da: daniela.giglioli@linguainternazionale.it

    Data: 29-dic-

    2006 5.15 PM

    A: “Michele Gazzola”

    Ogg: Buon anno

    con l'iscrizione all'Era 2007!

    Caro Michele,

    Con gli auguri

    di buon anno t’invito all’iscrizione all’Era del 2007. Un

    invito fatto

    per tempo perché, come potrai vedere dalla mozione che ti

    accludo, gli

    impegni per il prossimo anno sono davvero importanti e gravosi.

    Poi, se

    non avessi ancora fatto l’iscrizione all’Era 2006, potresti unire le

    due quote e farci supercontenti.

    Attendendo felici notizie, di nuovo

    buon 2007! Daniela

    La Mozione dell’XI Congresso

    L’XI Congresso

    della “Esperanto” Radikala Asocio-ERA ONLUS,

    riunitosi a Firenze il 16

    dicembre 2006

    APPROVA il bilancio 2004, il bilancio 2005 e le

    Relazioni del Tesoriere, del

    Segretario.

    CONSTATA con soddisfazione la

    grande crescita operativa dell’associazione in

    virtù dello status di

    Ente di servizio civile volontario di IV Categoria con

    l’attuale

    presenza in servizio di 29 Volontari. PRENDE ATTO con

    preoccupazione

    che a tale crescita operativa non è corrisposto un’adeguata

    crescita

    economica e finanziaria.

    OSSERVA che se non verrà opportunamente

    risolto tale nodo rischiano di

    perdersi le straordinarie opportunità

    che si apriranno nel momento in cui l’

    Associazione, entro il 2007,

    potrà passare ad ente di servizio civile di

    terza categoria con il

    conseguente passaggio di impiego per progetti

    nazionali ed

    internazionali fino a 200 volontari.

    SI RALLEGRA per i successi

    conseguiti negli due ultimi anni e per la loro

    qualità, SALUTANDO in

    primis l’istituzione da parte dell’UNESCO dell’

    Osservatorio on-line

    sulle politiche linguistiche, avvenuta nella primavera

    scorsa, da noi

    per primi richiesto fin dalla Conferenza di Stoccolma del

    1998.

    RICORDA

    tra le tante recenti e positive attività svolte:

    · La presentazione del

    progetto di legge sull’insegnamento dell’esperanto

    come seconda lingua

    straniera, ad opera dell’On. Andrea Colasio nel corso

    della scorsa

    legislatura e la conseguente audizione tenuta dall’

    Associazione,

    guidata da Segretario e Vice-Segretario, in Commissione

    Cultura alla

    Camera dei Deputati cosi come l’audizione tenuta in Commissione

    Cultura della Regione Lombardia dal Segretario dell’ERA;

    · L’adozione

    del Senato francese di due emendamenti da noi suggeriti sulla

    legge

    Fillon di riforma del sistema educativo che chiedevano il monitoraggio

    della diversità linguistica e del multilinguismo nell’insegnamento

    delle

    lingue straniere;

    · Gli interventi alla Conferenza dell’UNESCO di

    Bamako sul “Multilinguismo

    per la diversità culturale e la

    partecipazione di tutti nel cyberspazio” –

    organizzata assieme all’

    Associazione Internazionale della Francofonia e dall

    ’Accademia

    Africana delle Lingue nell’ambito degli incontri preparatori del

    secondo Summit Mondiale dell’ONU sulla Società dell’Informazione -,

    alla

    Conferenza internazionale tenutasi presso l’Università di Kaunas

    su

    “Diversità Linguistica ed Integrazione nell’Europa allargata: sfide

    ed

    opportunità” ed alla Conferenza di Bratislava “Prospettive delle

    politiche

    linguistiche e dei diritti linguistici nell’Unione Europea” –

    organizzata

    dalla House of Europe, sotto gli auspici del Vice Primo

    Ministro del Governo

    Slovacco, Dušan Caplovic, ed in cooperazione con

    il Parlamento Europeo ed il

    Commissario Europeo all’Istruzione, la

    Cultura ed il Multilinguismo, Ian

    Figel.

    · La pubblicazione in italiano

    ed altre lingue dell’Atlante dell’UNESCO

    sulle Lingue a Rischio di

    Estinzione e del Rapporto Grin dell’Haut Conseil d

    ’Evaluation de l’

    Ecole del Ministero della Pubblica Istruzione francese;

    · La

    partecipazione al IV Congresso della Federazione dei Giovani

    Socialisti, l’adozione in quella occasione di un Ordine del Giorno

    Esperantista e la conseguente campagna dell’FGS per una lingua pubblica

    internazionale;

    Rallegrandosi in particolare per il tempismo con cui è

    stata lanciata l’

    iniziativa “centopercentoitaliano.it”.

    Prende Atto e

    Approva la costituzione dei Dipartimenti specialistici fin qui

    istituiti:

    Fundapax, per la cooperazione internazionale.

    Archiviradicali.it, per la cura e valorizzazione del patrimonio

    bibliotecario, documentario e archivistico.

    Dipartimento Giovani, per i

    giovani e le politiche giovanili.

    Istituto Zamenhof, per l’Educazione.

    INDICA le seguenti priorità da perseguire:

    · In relazione alla

    costruzione degli Stati Uniti d’Europa poggiante sul

    pilastro

    democratico delle pari opportunità tra anglofoni dalla nascita e

    non,

    la presentazione urgentissima di un piano operativo per la

    convocazione, in occasione dei 50anni del Trattato di Roma istituente

    la

    Comunità Europea, quantomeno di una fase preparatoria della prima

    Conferenza

    Europea delle Lingue. A questo proposito DA MANDATO agli

    Organi Dirigenti di

    verificare da subito la disponibilità delle

    personalità che hanno già

    collaborato con l’Associazione, come di altre

    eventualmente pronte a farlo,

    di costituire assieme un “Comitato per la

    Democrazia e l’equità Linguistica

    in Europa”;

    · La realizzazione di

    accordi, in particolare con le organizzazioni

    esperantiste, per l’

    apertura di sedi operative anche dell’Associazione in

    Europa e nel

    mondo ed essere così pronti al passaggio dell’ERA, nel 2007,

    alla terza

    categoria di Ente di Servizio civile con il conseguente possibile

    impiego fino a 200 volontari per progetti nazionali ed internazionali;

    · L’adozione di una campagna, in particolare in collaborazione con i

    parlamentari dei vari i gruppi politici che si sono già iscritti per il

    2006, per la rapida approvazione del disegno di legge sull’insegnamento

    dell

    ’esperanto seconda lingua straniera e per la possibile

    presentazione in

    altre assemblee parlamentari in Europa e nel mondo di

    iniziative legislative

    analoghe.

    · L’avvio del Progetto Verde Stella “

    Sistema d’informazione e di solidarietà

    transnazionale per i malati

    estremi” sul quale sono stati chiesti, assieme

    all’Associazione Luca

    Coscioni, i finanziamenti del 5 per mille per il 2006.

    Consapevole

    della necessità di energie economiche e finanziarie di centinaia

    di

    migliaia di Euro per la realizzazione seppur parziale delle priorità

    suindicate, IMPEGNA tutti e ciascun socio, gli Organi Dirigenti eletti,

    a

    profondere il massimo impegno proprio sul fronte economico-

    finanziario

    DECIDE, straordinariamente, di non eleggere il proprio

    Consiglio Generale,

    Dando APPUNTAMENTO per una prima analisi della

    situazione in occasione del

    prossimo Congresso del Partito Radicale

    Nonviolento, Transnazionale e

    Transpartito “pre-convocato” per la

    prossima primavera e festeggiare

    degnamente assieme i primi venti anni

    di vita della nostra Associazione nata

    il 25 aprile del 1987.

    [addsig]

  • Ciao Daniela.

    mi vergogno tantissimo.. ma non mi sono ancora iscritto

    per il 2006. E’ stato un periodo incasinatissimo. Ti faccio la

    settimana prossima l’iscrizione 2006. Poi entro qualche mese farò

    anche l’iscrizione 2007

    intanto auguri!

    Michele

    —-Messaggio

    originale—-

    Da: daniela.giglioli@linguainternazionale.it

    Data: 29-dic-

    2006 5.15 PM

    A: “Michele Gazzola”

    Ogg: Buon anno

    con l'iscrizione all'Era 2007!

    Caro Michele,

    Con gli auguri

    di buon anno t’invito all’iscrizione all’Era del 2007. Un

    invito fatto

    per tempo perché, come potrai vedere dalla mozione che ti

    accludo, gli

    impegni per il prossimo anno sono davvero importanti e gravosi.

    Poi, se

    non avessi ancora fatto l’iscrizione all’Era 2006, potresti unire le

    due quote e farci supercontenti.

    Attendendo felici notizie, di nuovo

    buon 2007! Daniela

    La Mozione dell’XI Congresso

    L’XI Congresso

    della “Esperanto” Radikala Asocio-ERA ONLUS,

    riunitosi a Firenze il 16

    dicembre 2006

    APPROVA il bilancio 2004, il bilancio 2005 e le

    Relazioni del Tesoriere, del

    Segretario.

    CONSTATA con soddisfazione la

    grande crescita operativa dell’associazione in

    virtù dello status di

    Ente di servizio civile volontario di IV Categoria con

    l’attuale

    presenza in servizio di 29 Volontari. PRENDE ATTO con

    preoccupazione

    che a tale crescita operativa non è corrisposto un’adeguata

    crescita

    economica e finanziaria.

    OSSERVA che se non verrà opportunamente

    risolto tale nodo rischiano di

    perdersi le straordinarie opportunità

    che si apriranno nel momento in cui l’

    Associazione, entro il 2007,

    potrà passare ad ente di servizio civile di

    terza categoria con il

    conseguente passaggio di impiego per progetti

    nazionali ed

    internazionali fino a 200 volontari.

    SI RALLEGRA per i successi

    conseguiti negli due ultimi anni e per la loro

    qualità, SALUTANDO in

    primis l’istituzione da parte dell’UNESCO dell’

    Osservatorio on-line

    sulle politiche linguistiche, avvenuta nella primavera

    scorsa, da noi

    per primi richiesto fin dalla Conferenza di Stoccolma del

    1998.

    RICORDA

    tra le tante recenti e positive attività svolte:

    · La presentazione del

    progetto di legge sull’insegnamento dell’esperanto

    come seconda lingua

    straniera, ad opera dell’On. Andrea Colasio nel corso

    della scorsa

    legislatura e la conseguente audizione tenuta dall’

    Associazione,

    guidata da Segretario e Vice-Segretario, in Commissione

    Cultura alla

    Camera dei Deputati cosi come l’audizione tenuta in Commissione

    Cultura della Regione Lombardia dal Segretario dell’ERA;

    · L’adozione

    del Senato francese di due emendamenti da noi suggeriti sulla

    legge

    Fillon di riforma del sistema educativo che chiedevano il monitoraggio

    della diversità linguistica e del multilinguismo nell’insegnamento

    delle

    lingue straniere;

    · Gli interventi alla Conferenza dell’UNESCO di

    Bamako sul “Multilinguismo

    per la diversità culturale e la

    partecipazione di tutti nel cyberspazio” –

    organizzata assieme all’

    Associazione Internazionale della Francofonia e dall

    ’Accademia

    Africana delle Lingue nell’ambito degli incontri preparatori del

    secondo Summit Mondiale dell’ONU sulla Società dell’Informazione -,

    alla

    Conferenza internazionale tenutasi presso l’Università di Kaunas

    su

    “Diversità Linguistica ed Integrazione nell’Europa allargata: sfide

    ed

    opportunità” ed alla Conferenza di Bratislava “Prospettive delle

    politiche

    linguistiche e dei diritti linguistici nell’Unione Europea” –

    organizzata

    dalla House of Europe, sotto gli auspici del Vice Primo

    Ministro del Governo

    Slovacco, Dušan Caplovic, ed in cooperazione con

    il Parlamento Europeo ed il

    Commissario Europeo all’Istruzione, la

    Cultura ed il Multilinguismo, Ian

    Figel.

    · La pubblicazione in italiano

    ed altre lingue dell’Atlante dell’UNESCO

    sulle Lingue a Rischio di

    Estinzione e del Rapporto Grin dell’Haut Conseil d

    ’Evaluation de l’

    Ecole del Ministero della Pubblica Istruzione francese;

    · La

    partecipazione al IV Congresso della Federazione dei Giovani

    Socialisti, l’adozione in quella occasione di un Ordine del Giorno

    Esperantista e la conseguente campagna dell’FGS per una lingua pubblica

    internazionale;

    Rallegrandosi in particolare per il tempismo con cui è

    stata lanciata l’

    iniziativa “centopercentoitaliano.it”.

    Prende Atto e

    Approva la costituzione dei Dipartimenti specialistici fin qui

    istituiti:

    Fundapax, per la cooperazione internazionale.

    Archiviradicali.it, per la cura e valorizzazione del patrimonio

    bibliotecario, documentario e archivistico.

    Dipartimento Giovani, per i

    giovani e le politiche giovanili.

    Istituto Zamenhof, per l’Educazione.

    INDICA le seguenti priorità da perseguire:

    · In relazione alla

    costruzione degli Stati Uniti d’Europa poggiante sul

    pilastro

    democratico delle pari opportunità tra anglofoni dalla nascita e

    non,

    la presentazione urgentissima di un piano operativo per la

    convocazione, in occasione dei 50anni del Trattato di Roma istituente

    la

    Comunità Europea, quantomeno di una fase preparatoria della prima

    Conferenza

    Europea delle Lingue. A questo proposito DA MANDATO agli

    Organi Dirigenti di

    verificare da subito la disponibilità delle

    personalità che hanno già

    collaborato con l’Associazione, come di altre

    eventualmente pronte a farlo,

    di costituire assieme un “Comitato per la

    Democrazia e l’equità Linguistica

    in Europa”;

    · La realizzazione di

    accordi, in particolare con le organizzazioni

    esperantiste, per l’

    apertura di sedi operative anche dell’Associazione in

    Europa e nel

    mondo ed essere così pronti al passaggio dell’ERA, nel 2007,

    alla terza

    categoria di Ente di Servizio civile con il conseguente possibile

    impiego fino a 200 volontari per progetti nazionali ed internazionali;

    · L’adozione di una campagna, in particolare in collaborazione con i

    parlamentari dei vari i gruppi politici che si sono già iscritti per il

    2006, per la rapida approvazione del disegno di legge sull’insegnamento

    dell

    ’esperanto seconda lingua straniera e per la possibile

    presentazione in

    altre assemblee parlamentari in Europa e nel mondo di

    iniziative legislative

    analoghe.

    · L’avvio del Progetto Verde Stella “

    Sistema d’informazione e di solidarietà

    transnazionale per i malati

    estremi” sul quale sono stati chiesti, assieme

    all’Associazione Luca

    Coscioni, i finanziamenti del 5 per mille per il 2006.

    Consapevole

    della necessità di energie economiche e finanziarie di centinaia

    di

    migliaia di Euro per la realizzazione seppur parziale delle priorità

    suindicate, IMPEGNA tutti e ciascun socio, gli Organi Dirigenti eletti,

    a

    profondere il massimo impegno proprio sul fronte economico-

    finanziario

    DECIDE, straordinariamente, di non eleggere il proprio

    Consiglio Generale,

    Dando APPUNTAMENTO per una prima analisi della

    situazione in occasione del

    prossimo Congresso del Partito Radicale

    Nonviolento, Transnazionale e

    Transpartito “pre-convocato” per la

    prossima primavera e festeggiare

    degnamente assieme i primi venti anni

    di vita della nostra Associazione nata

    il 25 aprile del 1987.

    [addsig]

  • Ciao Daniela.

    mi vergogno tantissimo.. ma non mi sono ancora iscritto

    per il 2006. E’ stato un periodo incasinatissimo. Ti faccio la

    settimana prossima l’iscrizione 2006. Poi entro qualche mese farò

    anche l’iscrizione 2007

    intanto auguri!

    Michele

    —-Messaggio

    originale—-

    Da: daniela.giglioli@linguainternazionale.it

    Data: 29-dic-

    2006 5.15 PM

    A: “Michele Gazzola”

    Ogg: Buon anno

    con l'iscrizione all'Era 2007!

    Caro Michele,

    Con gli auguri

    di buon anno t’invito all’iscrizione all’Era del 2007. Un

    invito fatto

    per tempo perché, come potrai vedere dalla mozione che ti

    accludo, gli

    impegni per il prossimo anno sono davvero importanti e gravosi.

    Poi, se

    non avessi ancora fatto l’iscrizione all’Era 2006, potresti unire le

    due quote e farci supercontenti.

    Attendendo felici notizie, di nuovo

    buon 2007! Daniela

    La Mozione dell’XI Congresso

    L’XI Congresso

    della “Esperanto” Radikala Asocio-ERA ONLUS,

    riunitosi a Firenze il 16

    dicembre 2006

    APPROVA il bilancio 2004, il bilancio 2005 e le

    Relazioni del Tesoriere, del

    Segretario.

    CONSTATA con soddisfazione la

    grande crescita operativa dell’associazione in

    virtù dello status di

    Ente di servizio civile volontario di IV Categoria con

    l’attuale

    presenza in servizio di 29 Volontari. PRENDE ATTO con

    preoccupazione

    che a tale crescita operativa non è corrisposto un’adeguata

    crescita

    economica e finanziaria.

    OSSERVA che se non verrà opportunamente

    risolto tale nodo rischiano di

    perdersi le straordinarie opportunità

    che si apriranno nel momento in cui l’

    Associazione, entro il 2007,

    potrà passare ad ente di servizio civile di

    terza categoria con il

    conseguente passaggio di impiego per progetti

    nazionali ed

    internazionali fino a 200 volontari.

    SI RALLEGRA per i successi

    conseguiti negli due ultimi anni e per la loro

    qualità, SALUTANDO in

    primis l’istituzione da parte dell’UNESCO dell’

    Osservatorio on-line

    sulle politiche linguistiche, avvenuta nella primavera

    scorsa, da noi

    per primi richiesto fin dalla Conferenza di Stoccolma del

    1998.

    RICORDA

    tra le tante recenti e positive attività svolte:

    · La presentazione del

    progetto di legge sull’insegnamento dell’esperanto

    come seconda lingua

    straniera, ad opera dell’On. Andrea Colasio nel corso

    della scorsa

    legislatura e la conseguente audizione tenuta dall’

    Associazione,

    guidata da Segretario e Vice-Segretario, in Commissione

    Cultura alla

    Camera dei Deputati cosi come l’audizione tenuta in Commissione

    Cultura della Regione Lombardia dal Segretario dell’ERA;

    · L’adozione

    del Senato francese di due emendamenti da noi suggeriti sulla

    legge

    Fillon di riforma del sistema educativo che chiedevano il monitoraggio

    della diversità linguistica e del multilinguismo nell’insegnamento

    delle

    lingue straniere;

    · Gli interventi alla Conferenza dell’UNESCO di

    Bamako sul “Multilinguismo

    per la diversità culturale e la

    partecipazione di tutti nel cyberspazio” –

    organizzata assieme all’

    Associazione Internazionale della Francofonia e dall

    ’Accademia

    Africana delle Lingue nell’ambito degli incontri preparatori del

    secondo Summit Mondiale dell’ONU sulla Società dell’Informazione -,

    alla

    Conferenza internazionale tenutasi presso l’Università di Kaunas

    su

    “Diversità Linguistica ed Integrazione nell’Europa allargata: sfide

    ed

    opportunità” ed alla Conferenza di Bratislava “Prospettive delle

    politiche

    linguistiche e dei diritti linguistici nell’Unione Europea” –

    organizzata

    dalla House of Europe, sotto gli auspici del Vice Primo

    Ministro del Governo

    Slovacco, Dušan Caplovic, ed in cooperazione con

    il Parlamento Europeo ed il

    Commissario Europeo all’Istruzione, la

    Cultura ed il Multilinguismo, Ian

    Figel.

    · La pubblicazione in italiano

    ed altre lingue dell’Atlante dell’UNESCO

    sulle Lingue a Rischio di

    Estinzione e del Rapporto Grin dell’Haut Conseil d

    ’Evaluation de l’

    Ecole del Ministero della Pubblica Istruzione francese;

    · La

    partecipazione al IV Congresso della Federazione dei Giovani

    Socialisti, l’adozione in quella occasione di un Ordine del Giorno

    Esperantista e la conseguente campagna dell’FGS per una lingua pubblica

    internazionale;

    Rallegrandosi in particolare per il tempismo con cui è

    stata lanciata l’

    iniziativa “centopercentoitaliano.it”.

    Prende Atto e

    Approva la costituzione dei Dipartimenti specialistici fin qui

    istituiti:

    Fundapax, per la cooperazione internazionale.

    Archiviradicali.it, per la cura e valorizzazione del patrimonio

    bibliotecario, documentario e archivistico.

    Dipartimento Giovani, per i

    giovani e le politiche giovanili.

    Istituto Zamenhof, per l’Educazione.

    INDICA le seguenti priorità da perseguire:

    · In relazione alla

    costruzione degli Stati Uniti d’Europa poggiante sul

    pilastro

    democratico delle pari opportunità tra anglofoni dalla nascita e

    non,

    la presentazione urgentissima di un piano operativo per la

    convocazione, in occasione dei 50anni del Trattato di Roma istituente

    la

    Comunità Europea, quantomeno di una fase preparatoria della prima

    Conferenza

    Europea delle Lingue. A questo proposito DA MANDATO agli

    Organi Dirigenti di

    verificare da subito la disponibilità delle

    personalità che hanno già

    collaborato con l’Associazione, come di altre

    eventualmente pronte a farlo,

    di costituire assieme un “Comitato per la

    Democrazia e l’equità Linguistica

    in Europa”;

    · La realizzazione di

    accordi, in particolare con le organizzazioni

    esperantiste, per l’

    apertura di sedi operative anche dell’Associazione in

    Europa e nel

    mondo ed essere così pronti al passaggio dell’ERA, nel 2007,

    alla terza

    categoria di Ente di Servizio civile con il conseguente possibile

    impiego fino a 200 volontari per progetti nazionali ed internazionali;

    · L’adozione di una campagna, in particolare in collaborazione con i

    parlamentari dei vari i gruppi politici che si sono già iscritti per il

    2006, per la rapida approvazione del disegno di legge sull’insegnamento

    dell

    ’esperanto seconda lingua straniera e per la possibile

    presentazione in

    altre assemblee parlamentari in Europa e nel mondo di

    iniziative legislative

    analoghe.

    · L’avvio del Progetto Verde Stella “

    Sistema d’informazione e di solidarietà

    transnazionale per i malati

    estremi” sul quale sono stati chiesti, assieme

    all’Associazione Luca

    Coscioni, i finanziamenti del 5 per mille per il 2006.

    Consapevole

    della necessità di energie economiche e finanziarie di centinaia

    di

    migliaia di Euro per la realizzazione seppur parziale delle priorità

    suindicate, IMPEGNA tutti e ciascun socio, gli Organi Dirigenti eletti,

    a

    profondere il massimo impegno proprio sul fronte economico-

    finanziario

    DECIDE, straordinariamente, di non eleggere il proprio

    Consiglio Generale,

    Dando APPUNTAMENTO per una prima analisi della

    situazione in occasione del

    prossimo Congresso del Partito Radicale

    Nonviolento, Transnazionale e

    Transpartito “pre-convocato” per la

    prossima primavera e festeggiare

    degnamente assieme i primi venti anni

    di vita della nostra Associazione nata

    il 25 aprile del 1987.

    [addsig]

  • Ciao Daniela.

    mi vergogno tantissimo.. ma non mi sono ancora iscritto

    per il 2006. E’ stato un periodo incasinatissimo. Ti faccio la

    settimana prossima l’iscrizione 2006. Poi entro qualche mese farò

    anche l’iscrizione 2007

    intanto auguri!

    Michele

    —-Messaggio

    originale—-

    Da: daniela.giglioli@linguainternazionale.it

    Data: 29-dic-

    2006 5.15 PM

    A: “Michele Gazzola”

    Ogg: Buon anno

    con l'iscrizione all'Era 2007!

    Caro Michele,

    Con gli auguri

    di buon anno t’invito all’iscrizione all’Era del 2007. Un

    invito fatto

    per tempo perché, come potrai vedere dalla mozione che ti

    accludo, gli

    impegni per il prossimo anno sono davvero importanti e gravosi.

    Poi, se

    non avessi ancora fatto l’iscrizione all’Era 2006, potresti unire le

    due quote e farci supercontenti.

    Attendendo felici notizie, di nuovo

    buon 2007! Daniela

    La Mozione dell’XI Congresso

    L’XI Congresso

    della “Esperanto” Radikala Asocio-ERA ONLUS,

    riunitosi a Firenze il 16

    dicembre 2006

    APPROVA il bilancio 2004, il bilancio 2005 e le

    Relazioni del Tesoriere, del

    Segretario.

    CONSTATA con soddisfazione la

    grande crescita operativa dell’associazione in

    virtù dello status di

    Ente di servizio civile volontario di IV Categoria con

    l’attuale

    presenza in servizio di 29 Volontari. PRENDE ATTO con

    preoccupazione

    che a tale crescita operativa non è corrisposto un’adeguata

    crescita

    economica e finanziaria.

    OSSERVA che se non verrà opportunamente

    risolto tale nodo rischiano di

    perdersi le straordinarie opportunità

    che si apriranno nel momento in cui l’

    Associazione, entro il 2007,

    potrà passare ad ente di servizio civile di

    terza categoria con il

    conseguente passaggio di impiego per progetti

    nazionali ed

    internazionali fino a 200 volontari.

    SI RALLEGRA per i successi

    conseguiti negli due ultimi anni e per la loro

    qualità, SALUTANDO in

    primis l’istituzione da parte dell’UNESCO dell’

    Osservatorio on-line

    sulle politiche linguistiche, avvenuta nella primavera

    scorsa, da noi

    per primi richiesto fin dalla Conferenza di Stoccolma del

    1998.

    RICORDA

    tra le tante recenti e positive attività svolte:

    · La presentazione del

    progetto di legge sull’insegnamento dell’esperanto

    come seconda lingua

    straniera, ad opera dell’On. Andrea Colasio nel corso

    della scorsa

    legislatura e la conseguente audizione tenuta dall’

    Associazione,

    guidata da Segretario e Vice-Segretario, in Commissione

    Cultura alla

    Camera dei Deputati cosi come l’audizione tenuta in Commissione

    Cultura della Regione Lombardia dal Segretario dell’ERA;

    · L’adozione

    del Senato francese di due emendamenti da noi suggeriti sulla

    legge

    Fillon di riforma del sistema educativo che chiedevano il monitoraggio

    della diversità linguistica e del multilinguismo nell’insegnamento

    delle

    lingue straniere;

    · Gli interventi alla Conferenza dell’UNESCO di

    Bamako sul “Multilinguismo

    per la diversità culturale e la

    partecipazione di tutti nel cyberspazio” –

    organizzata assieme all’

    Associazione Internazionale della Francofonia e dall

    ’Accademia

    Africana delle Lingue nell’ambito degli incontri preparatori del

    secondo Summit Mondiale dell’ONU sulla Società dell’Informazione -,

    alla

    Conferenza internazionale tenutasi presso l’Università di Kaunas

    su

    “Diversità Linguistica ed Integrazione nell’Europa allargata: sfide

    ed

    opportunità” ed alla Conferenza di Bratislava “Prospettive delle

    politiche

    linguistiche e dei diritti linguistici nell’Unione Europea” –

    organizzata

    dalla House of Europe, sotto gli auspici del Vice Primo

    Ministro del Governo

    Slovacco, Dušan Caplovic, ed in cooperazione con

    il Parlamento Europeo ed il

    Commissario Europeo all’Istruzione, la

    Cultura ed il Multilinguismo, Ian

    Figel.

    · La pubblicazione in italiano

    ed altre lingue dell’Atlante dell’UNESCO

    sulle Lingue a Rischio di

    Estinzione e del Rapporto Grin dell’Haut Conseil d

    ’Evaluation de l’

    Ecole del Ministero della Pubblica Istruzione francese;

    · La

    partecipazione al IV Congresso della Federazione dei Giovani

    Socialisti, l’adozione in quella occasione di un Ordine del Giorno

    Esperantista e la conseguente campagna dell’FGS per una lingua pubblica

    internazionale;

    Rallegrandosi in particolare per il tempismo con cui è

    stata lanciata l’

    iniziativa “centopercentoitaliano.it”.

    Prende Atto e

    Approva la costituzione dei Dipartimenti specialistici fin qui

    istituiti:

    Fundapax, per la cooperazione internazionale.

    Archiviradicali.it, per la cura e valorizzazione del patrimonio

    bibliotecario, documentario e archivistico.

    Dipartimento Giovani, per i

    giovani e le politiche giovanili.

    Istituto Zamenhof, per l’Educazione.

    INDICA le seguenti priorità da perseguire:

    · In relazione alla

    costruzione degli Stati Uniti d’Europa poggiante sul

    pilastro

    democratico delle pari opportunità tra anglofoni dalla nascita e

    non,

    la presentazione urgentissima di un piano operativo per la

    convocazione, in occasione dei 50anni del Trattato di Roma istituente

    la

    Comunità Europea, quantomeno di una fase preparatoria della prima

    Conferenza

    Europea delle Lingue. A questo proposito DA MANDATO agli

    Organi Dirigenti di

    verificare da subito la disponibilità delle

    personalità che hanno già

    collaborato con l’Associazione, come di altre

    eventualmente pronte a farlo,

    di costituire assieme un “Comitato per la

    Democrazia e l’equità Linguistica

    in Europa”;

    · La realizzazione di

    accordi, in particolare con le organizzazioni

    esperantiste, per l’

    apertura di sedi operative anche dell’Associazione in

    Europa e nel

    mondo ed essere così pronti al passaggio dell’ERA, nel 2007,

    alla terza

    categoria di Ente di Servizio civile con il conseguente possibile

    impiego fino a 200 volontari per progetti nazionali ed internazionali;

    · L’adozione di una campagna, in particolare in collaborazione con i

    parlamentari dei vari i gruppi politici che si sono già iscritti per il

    2006, per la rapida approvazione del disegno di legge sull’insegnamento

    dell

    ’esperanto seconda lingua straniera e per la possibile

    presentazione in

    altre assemblee parlamentari in Europa e nel mondo di

    iniziative legislative

    analoghe.

    · L’avvio del Progetto Verde Stella “

    Sistema d’informazione e di solidarietà

    transnazionale per i malati

    estremi” sul quale sono stati chiesti, assieme

    all’Associazione Luca

    Coscioni, i finanziamenti del 5 per mille per il 2006.

    Consapevole

    della necessità di energie economiche e finanziarie di centinaia

    di

    migliaia di Euro per la realizzazione seppur parziale delle priorità

    suindicate, IMPEGNA tutti e ciascun socio, gli Organi Dirigenti eletti,

    a

    profondere il massimo impegno proprio sul fronte economico-

    finanziario

    DECIDE, straordinariamente, di non eleggere il proprio

    Consiglio Generale,

    Dando APPUNTAMENTO per una prima analisi della

    situazione in occasione del

    prossimo Congresso del Partito Radicale

    Nonviolento, Transnazionale e

    Transpartito “pre-convocato” per la

    prossima primavera e festeggiare

    degnamente assieme i primi venti anni

    di vita della nostra Associazione nata

    il 25 aprile del 1987.

    [addsig]

  • Ciao Daniela.

    mi vergogno tantissimo.. ma non mi sono ancora iscritto

    per il 2006. E’ stato un periodo incasinatissimo. Ti faccio la

    settimana prossima l’iscrizione 2006. Poi entro qualche mese farò

    anche l’iscrizione 2007

    intanto auguri!

    Michele

    —-Messaggio

    originale—-

    Da: daniela.giglioli@linguainternazionale.it

    Data: 29-dic-

    2006 5.15 PM

    A: “Michele Gazzola”

    Ogg: Buon anno

    con l'iscrizione all'Era 2007!

    Caro Michele,

    Con gli auguri

    di buon anno t’invito all’iscrizione all’Era del 2007. Un

    invito fatto

    per tempo perché, come potrai vedere dalla mozione che ti

    accludo, gli

    impegni per il prossimo anno sono davvero importanti e gravosi.

    Poi, se

    non avessi ancora fatto l’iscrizione all’Era 2006, potresti unire le

    due quote e farci supercontenti.

    Attendendo felici notizie, di nuovo

    buon 2007! Daniela

    La Mozione dell’XI Congresso

    L’XI Congresso

    della “Esperanto” Radikala Asocio-ERA ONLUS,

    riunitosi a Firenze il 16

    dicembre 2006

    APPROVA il bilancio 2004, il bilancio 2005 e le

    Relazioni del Tesoriere, del

    Segretario.

    CONSTATA con soddisfazione la

    grande crescita operativa dell’associazione in

    virtù dello status di

    Ente di servizio civile volontario di IV Categoria con

    l’attuale

    presenza in servizio di 29 Volontari. PRENDE ATTO con

    preoccupazione

    che a tale crescita operativa non è corrisposto un’adeguata

    crescita

    economica e finanziaria.

    OSSERVA che se non verrà opportunamente

    risolto tale nodo rischiano di

    perdersi le straordinarie opportunità

    che si apriranno nel momento in cui l’

    Associazione, entro il 2007,

    potrà passare ad ente di servizio civile di

    terza categoria con il

    conseguente passaggio di impiego per progetti

    nazionali ed

    internazionali fino a 200 volontari.

    SI RALLEGRA per i successi

    conseguiti negli due ultimi anni e per la loro

    qualità, SALUTANDO in

    primis l’istituzione da parte dell’UNESCO dell’

    Osservatorio on-line

    sulle politiche linguistiche, avvenuta nella primavera

    scorsa, da noi

    per primi richiesto fin dalla Conferenza di Stoccolma del

    1998.

    RICORDA

    tra le tante recenti e positive attività svolte:

    · La presentazione del

    progetto di legge sull’insegnamento dell’esperanto

    come seconda lingua

    straniera, ad opera dell’On. Andrea Colasio nel corso

    della scorsa

    legislatura e la conseguente audizione tenuta dall’

    Associazione,

    guidata da Segretario e Vice-Segretario, in Commissione

    Cultura alla

    Camera dei Deputati cosi come l’audizione tenuta in Commissione

    Cultura della Regione Lombardia dal Segretario dell’ERA;

    · L’adozione

    del Senato francese di due emendamenti da noi suggeriti sulla

    legge

    Fillon di riforma del sistema educativo che chiedevano il monitoraggio

    della diversità linguistica e del multilinguismo nell’insegnamento

    delle

    lingue straniere;

    · Gli interventi alla Conferenza dell’UNESCO di

    Bamako sul “Multilinguismo

    per la diversità culturale e la

    partecipazione di tutti nel cyberspazio” –

    organizzata assieme all’

    Associazione Internazionale della Francofonia e dall

    ’Accademia

    Africana delle Lingue nell’ambito degli incontri preparatori del

    secondo Summit Mondiale dell’ONU sulla Società dell’Informazione -,

    alla

    Conferenza internazionale tenutasi presso l’Università di Kaunas

    su

    “Diversità Linguistica ed Integrazione nell’Europa allargata: sfide

    ed

    opportunità” ed alla Conferenza di Bratislava “Prospettive delle

    politiche

    linguistiche e dei diritti linguistici nell’Unione Europea” –

    organizzata

    dalla House of Europe, sotto gli auspici del Vice Primo

    Ministro del Governo

    Slovacco, Dušan Caplovic, ed in cooperazione con

    il Parlamento Europeo ed il

    Commissario Europeo all’Istruzione, la

    Cultura ed il Multilinguismo, Ian

    Figel.

    · La pubblicazione in italiano

    ed altre lingue dell’Atlante dell’UNESCO

    sulle Lingue a Rischio di

    Estinzione e del Rapporto Grin dell’Haut Conseil d

    ’Evaluation de l’

    Ecole del Ministero della Pubblica Istruzione francese;

    · La

    partecipazione al IV Congresso della Federazione dei Giovani

    Socialisti, l’adozione in quella occasione di un Ordine del Giorno

    Esperantista e la conseguente campagna dell’FGS per una lingua pubblica

    internazionale;

    Rallegrandosi in particolare per il tempismo con cui è

    stata lanciata l’

    iniziativa “centopercentoitaliano.it”.

    Prende Atto e

    Approva la costituzione dei Dipartimenti specialistici fin qui

    istituiti:

    Fundapax, per la cooperazione internazionale.

    Archiviradicali.it, per la cura e valorizzazione del patrimonio

    bibliotecario, documentario e archivistico.

    Dipartimento Giovani, per i

    giovani e le politiche giovanili.

    Istituto Zamenhof, per l’Educazione.

    INDICA le seguenti priorità da perseguire:

    · In relazione alla

    costruzione degli Stati Uniti d’Europa poggiante sul

    pilastro

    democratico delle pari opportunità tra anglofoni dalla nascita e

    non,

    la presentazione urgentissima di un piano operativo per la

    convocazione, in occasione dei 50anni del Trattato di Roma istituente

    la

    Comunità Europea, quantomeno di una fase preparatoria della prima

    Conferenza

    Europea delle Lingue. A questo proposito DA MANDATO agli

    Organi Dirigenti di

    verificare da subito la disponibilità delle

    personalità che hanno già

    collaborato con l’Associazione, come di altre

    eventualmente pronte a farlo,

    di costituire assieme un “Comitato per la

    Democrazia e l’equità Linguistica

    in Europa”;

    · La realizzazione di

    accordi, in particolare con le organizzazioni

    esperantiste, per l’

    apertura di sedi operative anche dell’Associazione in

    Europa e nel

    mondo ed essere così pronti al passaggio dell’ERA, nel 2007,

    alla terza

    categoria di Ente di Servizio civile con il conseguente possibile

    impiego fino a 200 volontari per progetti nazionali ed internazionali;

    · L’adozione di una campagna, in particolare in collaborazione con i

    parlamentari dei vari i gruppi politici che si sono già iscritti per il

    2006, per la rapida approvazione del disegno di legge sull’insegnamento

    dell

    ’esperanto seconda lingua straniera e per la possibile

    presentazione in

    altre assemblee parlamentari in Europa e nel mondo di

    iniziative legislative

    analoghe.

    · L’avvio del Progetto Verde Stella “

    Sistema d’informazione e di solidarietà

    transnazionale per i malati

    estremi” sul quale sono stati chiesti, assieme

    all’Associazione Luca

    Coscioni, i finanziamenti del 5 per mille per il 2006.

    Consapevole

    della necessità di energie economiche e finanziarie di centinaia

    di

    migliaia di Euro per la realizzazione seppur parziale delle priorità

    suindicate, IMPEGNA tutti e ciascun socio, gli Organi Dirigenti eletti,

    a

    profondere il massimo impegno proprio sul fronte economico-

    finanziario

    DECIDE, straordinariamente, di non eleggere il proprio

    Consiglio Generale,

    Dando APPUNTAMENTO per una prima analisi della

    situazione in occasione del

    prossimo Congresso del Partito Radicale

    Nonviolento, Transnazionale e

    Transpartito “pre-convocato” per la

    prossima primavera e festeggiare

    degnamente assieme i primi venti anni

    di vita della nostra Associazione nata

    il 25 aprile del 1987.

    [addsig]

Lascia un commento

0:00
0:00