Interni, l’Associazione radicale Esperanto alla tomba di Aldo Capitini con Fondazione Capitini, Movimento Nonviolento e Amici di Aldo Capitini

COMUNICATO STAMPA

Interni, l’Associazione radicale “Esperanto” alla tomba di Aldo Capitini con Fondazione Capitini, Movimento Nonviolento e Amici di Aldo Capitini

Dichiarazione di Giorgio Pagano (Radicali/ERA)

Oggi, alle ore 17.30 al Cimitero monumentale di Perugia, l’Associazione radicale “Esperanto” si recherà alla tomba di Aldo Capitini per una commemorazione, in occasione del cinquantenario della Marcia di Pace Perugia-Assisi, insieme ad amici di Capitini, alla Fondazione Capitini, al Movimento Nonviolento Amici di Aldo Capitini

.”E’ indispensabile un momento di riflessione sul futuro della nonviolenza. Bisogna riorganizzare le forze nonviolente perché è il solo modo di superare gli ostacoli che la partitocrazia pone alle iniziative e all’espressione della nonviolenza, premiando costantemente chi fa uso della forza con il massimo della visibilità e oscurando gli scioperi della fame e della sete, come quello di Marco Pannella in questi giorni, con i temi che portano”, ha dichiarato Giorgio Pagano, Segretario dell’Associazione radicale “Esperanto”, dal Meeting dei 1000 giovani per la pace a Bastia Umbra.

“Io qui vedo tanti giovani diversi dalle immagini che la televisione mostra, riprendendo sempre chi ha il volto coperto e lancia le pietre per farsi ascoltare. I giovani che sono qui sono invece la maggioranza e il futuro del paese, ragazzi che s’immedesimano nella nonviolenza ed esprimono un rifiuto sincero della guerra e della legge del più forte: è per loro che dobbiamo riorganizzarci e costruire un faro che possa illuminare il loro percorso”, ha concluso Pagano.

Roma, 24 settembre 2011

2 commenti

  • L’associazione radicale Esperanto, in occasione della 50° Marcia di Pace, ricorda Aldo Capitini, padre del movimento non violento, con una commemorazione al Cimitero monumentale di Perugia.

    Roma, 24/09/2011 (informazione.it – comunicati stampa) Interni, l’Associazione radicale "Esperanto" alla tomba di Aldo Capitini con Fondazione Capitini, Movimento Nonviolento e Amici di Aldo Capitini

    [justify]Dichiarazione di Giorgio Pagano (Radicali/ERA)Oggi, alle ore 17.30 al Cimitero monumentale di Perugia, l'Associazione radicale "Esperanto" si recherà alla tomba di Aldo Capitini per una commemorazione, in occasione del cinquantenario della Marcia di Pace Perugia-Assisi, insieme ad amici di Capitini, alla Fondazione Capitini, al Movimento Nonviolento Amici di Aldo Capitini."E' indispensabile un momento di riflessione sul futuro della nonviolenza. Bisogna riorganizzare le forze nonviolente perché è il solo modo di superare gli ostacoli che la partitocrazia pone alle iniziative e all'espressione della nonviolenza, premiando costantemente chi fa uso della forza con il massimo della visibilità e oscurando gli scioperi della fame e della sete, come quello di Marco Pannella in questi giorni, con i temi che portano", ha dichiarato Giorgio Pagano, Segretario dell'Associazione radicale "Esperanto", dal Meeting dei 1000 giovani per la pace a Bastia Umbra."Io qui vedo tanti giovani diversi dalle immagini che la televisione mostra, riprendendo sempre chi ha il volto coperto e lancia le pietre per farsi ascoltare. I giovani che sono qui sono invece la maggioranza e il futuro del paese, ragazzi che s'immedesimano nella nonviolenza ed esprimono un rifiuto sincero della guerra e della legge del più forte: è per loro che dobbiamo riorganizzarci e costruire un faro che possa illuminare il loro percorso", ha concluso Pagano.[/justify]

  • Posted by era onlus on 24 settembre 2011

    COMUNICATO STAMPA

    Interni, l’Associazione radicale “Esperanto” alla tomba di Aldo Capitini con Fondazione Capitini, Movimento Nonviolento e Amici di Aldo Capitini

    Dichiarazione di Giorgio Pagano (Radicali/ERA)

    Oggi, alle ore 17.30 al Cimitero monumentale di Perugia, l’Associazione radicale “Esperanto” si recherà alla tomba di Aldo Capitini per una commemorazione, in occasione del cinquantenario della Marcia di Pace Perugia-Assisi, insieme ad amici di Capitini, alla Fondazione Capitini, al Movimento Nonviolento Amici di Aldo Capitini

    .”E’ indispensabile un momento di riflessione sul futuro della nonviolenza. Bisogna riorganizzare le forze nonviolente perché è il solo modo di superare gli ostacoli che la partitocrazia pone alle iniziative e all’espressione della nonviolenza, premiando costantemente chi fa uso della forza con il massimo della visibilità e oscurando gli scioperi della fame e della sete, come quello di Marco Pannella in questi giorni, con i temi che portano”, ha dichiarato Giorgio Pagano, Segretario dell’Associazione radicale “Esperanto”, dal Meeting dei 1000 giovani per la pace a Bastia Umbra.

    “Io qui vedo tanti giovani diversi dalle immagini che la televisione mostra, riprendendo sempre chi ha il volto coperto e lancia le pietre per farsi ascoltare. I giovani che sono qui sono invece la maggioranza e il futuro del paese, ragazzi che s’immedesimano nella nonviolenza ed esprimono un rifiuto sincero della guerra e della legge del più forte: è per loro che dobbiamo riorganizzarci e costruire un faro che possa illuminare il loro percorso”, ha concluso Pagano.

    Roma, 24 settembre 2011

    http://www.comunicati-stampa.eu/comunic … -capitini/

Lascia un commento

0:00
0:00