Gli europei alle prese con le lingue straniere: l’obiettivo dell’Unione europea è ancora lontano

Il 56% degli europei è capace di conversare in una lingua straniera. Lo sostiene una recente inchiesta di Eurobarometro. Ma è davvero cosi'?

Proviamo a rispondere noi al dubbio finale. E proviamo a farlo da italiani. Secondo voi il 56% dei nostri connazionali parla correntemente una lingua straniera? Ovvio che no. La media continentale è così elevata solo grazie, ad esempio, ai Paesi Scandinavi, dove l'inglese è parlato quasi dalla completa totalità della popolazione.

In Italia la situazione è più preoccupante. Qualcuno parla inglese. Ma sono davvero pochi i connazionali che riescono a farsi capire in un'altra lingua diversa dall'italiano.

Cosa fare per migliorare questa situazione? Innanzitutto cerchiamo di incentivare e migliorare lo studio delle lingue nelle scuole. L'inglese scolastico è imbarazzante, gli insegnanti non sono all'altezza. Per fortuna che c'è la musica, veicolo importantissimo anche di competenze linguistiche.

I giovani italiani sembrano averlo capito e preferisco imparare l'inglese sui testi delle canzoni che ripetendo noiosamente “The pen is on the table”.

Questo messaggio è stato modificato da: Fabio_Oliva, 19 Apr 2007 – 02:58 [addsig]

Lascia un commento

0:00
0:00