+3906689791 scrivici@era.ong
L'ERA comunica

Esteri: Bene l’Egitto che fa obiezione linguistica all’inglese!

«L’Egitto ha scelto di cessare la pubblicazione del settimanale in lingua inglese Egypt Independent (‘Al Masry el Youm’ in arabo), nonché di rimuovere il sito web ‘Ahram online’, versione anglofona online dell’omonimo quotidiano ‘Al Ahram’ (‘Le piramidi’), il più diffuso ed autorevole giornale egiziano e del mondo arabo. Sembra una nuova primavera araba ma per l’indipendenza linguistica. Mi auguro sia l’inizio della liberazione dalla schiavitù linguistica inglese non solo di quel Paese e del mondo arabo, ma anche dell’Europa continentale, per raggiungere la giustizia linguistica internazionale. Affermando il diritto dell’umanità all’Esperanto quale idioma non di un popolo o di un altro bensì della razza umana». Questo il commento del Segretario dell’Associazione Radicale Esperanto, Giorgio Pagano. Che continua: «Ecco cosa accade quando si adotta una lingua nazionale per la comunicazione internazionale: prima o poi si capisce che si stanno solo alimentando gli interessi di quei popoli contro il proprio! Suggerirò al Direttore di Al Ahram di farsi pioniere della giustizia e della libertà linguistica cominciando a promuovere ed utilizzare la Lingua Internazionale in collaborazione con le più importanti associazioni esperantiste del Medio Oriente parlandogli, ad esempio, dell’associazione ‘Stella della pace’, che dal 1924 unisce arabi, egiziani ed ebrei all’insegna della pace e della tolleranza» conclude Pagano.

Lascia un commento

0:00
0:00