E se il sardo non fosse una lingua straniera?

Paperblog.com

HOME ›
INFORMAZIONE REGIONALE
E se il sardo non fosse una lingua straniera?
Creato il 27 maggio 2011 da Zfrantziscu
di Tonino Bussu
La lingua sarda bisogna insegnarla in sardo!Mentre in Sicilia si decide di introdurre l‘insegnamento del dialetto siciliano nelle scuole di ogni ordine e grado, in Sardegna, dopo 63 anni di autonomia speciale e a 14 anni dall’approvazione della legge regionale n. 26 sulla valorizzazione della lingua e cultura sarda, non si riesce a decidere l’uso della lingua sarda nelle scuole.Si sostiene infatti che prima bisogna formare gli insegnanti e così, nel piano regionale triennale per la lingua sarda , avevano stabilito che la formazione dei formatori, all’università, avvenisse metà in lingua italiana e metà in lingua sarda. Si doveva insomma introdurre l’uso veicolare della lingua sarda che significa poter insegnare tutte le materie in lingua. Sembra una scelta rivoluzionaria, mentre è la scelta più normale che si possa fare, a meno che i professori universitari non considerino il sardo una lingua straniera per cui bisogna insegnarla in italiano.E in effetti pare che per alcuni docenti dell’università di Sassari il sardo debba essere trattato alla stessa stregua di una lingua straniera perché pare chi stiano facendo una lotta agguerrita per far passare la linea che i formatori di lingua sarda bisogna formarli in lingua italiana.E’ una prova lampante che, dopo tanti bei discorsi sulla lingua sarda, siamo in uno stato di imperante colonizzazione culturale e quindi, se a Sassari insistono su questa linea e se passa la scelta di imparare il sardo in italiano, sarà un ulteriore colpo mortale alla lingua sarda, sarà una scelta antistorica e antisarda che dimostrerà quanto siamo lontani dall’avere non l’indipendenza, ma neanche l’autonomia piena se rinunciamo ad uno dei punti cardine su cui si fonda l’essere sardi, l’essere popolo e nazione.A questo punto le forze veramente autonomistiche e nazionalitarie dovrebbero ribellarsi e iniziare una vertenza permanente affinché si decreti la fine della scuola italiana in Sardegna e si arrivi alla istituzione della Scuola sarda.Speriamo che le voci che corrono su queste intenzioni all’università di Sassari, siano solo voci lontane che svaniscano nel nulla come le immagini e i ricordi di un brutto sogno.E se il sardo non fosse una lingua straniera?

Lascia un commento

0:00
0:00