E nel Regno Unito Mohammed arriva secondo

Musulmani nel Regno Unito

Il più inglese dei nomi?

Mohammed, of course

Ora è il secondo, nel 2008 scavalcherà anche Jack

di Deborah Bonetti

Tra pochi anni, nelle “nursery” di tutto il paese, ci saranno più bimbi chiamati Mohammed che George, Charles o James messi insieme. Uno studio realizzato dal quotidiano inglese Times ha rivelato infatti che, dopo Jack, il nome più comune in Gran Bretagna è diventato Mohammed, che – con tutte le sue 14 diverse forme di spelling (Mohammed, Mohamad, Muhammad, Mohamed, Mahamed, ecc.) – si è fermamente piazzato al secondo posto, soffiando la seconda posizione a nomi finora considerati più tradizionali, come Thomas (3° posto), Joshua (4°) o Oliver (5°). Soltanto nel 2006, ben 5991 bambini sono stati chiamati Mohammed (in tutte le sue variazioni) in confronto a Jack (6928 bimbi), Thomas (5921) e Joshua (5808) e gli esperti si aspettano che, se questo trend dovesse continuare, il nome conquisterà il primi posto entro l’anno prossimo, diventando il nome più comune in Gran Bretagna.

L’incremento esponenziale del nome, che è quello del profeta Maometto nel Corano, è dovuto principalmente al costante flusso di immigrazione di persone di religione islamica in Gran Bretagna. Attualmente, gli islamici costituiscono il 3% della popolazione totale del Regno Unito (circa 1,5 milioni di persone), ma il loro tasso riproduttivo è tre volte quello della popolazione autoctona.

Il nome Mohammed ha fatto per la prima volta capolino nella classifica dei primi 30 nomi inglesi nel 2000 e, in soli sei anni è riuscito ad arrivare secondo. Secondo Muhammad Anwar, professore di relazioni etniche all’università di Warwick, “Ai genitori musulmani piace dimostrare di avere qualcosa che li lega alla loro religione o al profeta”.

Il nome Mohammed, che significa “colui che è degno di lode” viene spesso dato ai bimbi come appellativo onorifico, prima del nome con cui verranno chiamati in famiglia. Mohammed sembra essere il nome più comune in tutto il mondo, anche se non ci sono database specifici a cui fare riferimento. Un imam della moschea di Finchley, Abdul Barkatullah, ha spiegato: “I genitori che chiamano i figli Mohammed pensano che questo avrà un effetto sul suo carattere e la sua personalità. Credono che diventerà un bravo giovane”. La maggior concentrazione di Mohammed si trova attualmente nello Yorkshire.

(Da La Nazione, 7/6/2007).

[addsig]

Lascia un commento

0:00
0:00