Continua la distruzione delle lingue del mondo

L’inglese cresce di 8500 parole all’anno

La lingua inglese continua a crescere in vocaboli, mentre nel mondo altri idiomi continuano a scomparire. Secondo un rapporto realizzato dall’università di Harvard e Google, le cui conclusioni sono riportate dall’ “Indipendent”, il vocabolario inglese si starebbe arricchendo con 8.500 nuove parole ogni anno e ammonterebbe a oltre un milione di vocaboli. Ma di tutti questi, il britannico medio ne conoscerebbe circa 75.000 e ne userebbe comunemente soltanto 50.000. L’inglese dell’età elisabettiana comprendeva circa 150.000 parole. A causa della globalizzazione e dei flussi migratori, in altre parti del mondo invece lingue e dialetti, che sarebbero tra 4.000 e 6.000 in tutto, continuano a scomparire. A febbraio con la scomparsa dell’85enne Boa Sr, l’ultimo membro della tribù di Bo sulle isole Andamane, anche la lingua di questo popolo se n’è andata. David Willis, professore di linguistica a Cambridge, non ha dubbi: “Sono certo che nei prossimi 200 anni perderemo la metà delle lingue del mondo”.
(Da La Nazione, 4/1/2011).

Lascia un commento

0:00
0:00