+3906689791 scrivici@era.ong
Politica e lingue

Centenario invenzione radio ed Esperanto

Centenario invenzione radio ed Esperanto.
Marcello Casali mi ha inviato i seguenti interessanti documenti.
Dare massima diffusione.

Se qualcuno mi facesse il grande favore di tradurre il testo in esperanto e di inviarmelo gliene sarei molto grato…
Ho molto lavoro arretrato e il tempo mi manca…

— * —

[] = note di Guido Gentile

Roma, 9 luglio 1995

Celebrazione del 1° Centenario della nascita della Radio
1985-1995

1° DIPLOMA
GUGLIELMO MARCONI PARLA L’ESPERANTO
iniziativa del Gruppo RANCH Radioanchio

Comitato Organizzatore:

– Maria Jesus Santos
– Marcello Casali
– Claudio De Filippis
[vedi fine documento]

Vorremmo informarVi su una iniziativa legata al mondo della Radio e all’Esperanto, intrapresa dal nostro gruppo per celebrare il 1° centenario della nascita della Radio.
[…]
Lo spirito con cui abbiamo intrapreso questa iniziativa va oltre la mera partecipazione ad un concorso. La nostra speranza è di riuscire a sensibilizzare gli appassionati di radioascolto (ci occupiamo di questo) rispetto ad un argomento cos poco diffuso ma allo stesso modo, a nostro giudizio, cos importante ed universalmente utile quale l’esperanto.
In questo periodo in cui la fratellanza tra i popoli, e soprattutto tra le varie etnie e religioni, viene spesso accantonata per lasciare posto a sentimenti di odio, vendetta e presunta superiorità razziale si evince ancora di più il valore e lo sforzo di chi, come Marconi e Zamenhof, ha cercato di costruire qualcosa che invece accomunasse ed avvicinasse gli uomini.
A questo proposito vorremmo sottolineare che una delle emittenti che compare nella nostra lista è R.Sarajevo, che coraggiosamente continua a trasmettere in esperanto da una zona di guerra, e vorremmo invitarVi a riflettere su come, anche le invenzioni pacifiche come la radio, possano poi venire usate per fini bellici, in favore di quelle due odiose parole che sempre più spesso sentiamo ripetere nelle notizie che si riferiscono alla tormentata ex Jugoslavia: "pulizia etnica".
Non riteniamo di peccare di presunzione asserendo che i pensieri di Marconi e di Zamenhof, riferiti alle loro invenzioni, fossero pensieri di pace e fratellanza.
Se la partecipazione al concorso sarà degna di attenzione, ci faremo carico di informarVi sui risultati.
[…]

— * —

Roma, 9 luglio 1995

Caro radioascoltatore
Come sicuramente già saprai, corre quest’anno il centenario della nascita della Radio.
Guglielmo Marconi nel 1895 dimstrava la validità delle sue teorie e dava forma ad un oggetto che diverrà negli anni a venire, fino ai nostri giorni, la base della comunicazione di massa.
Pur nelle sue mille varianti odierne, lo scopo della Radio è quello di favorire la comunicazione tra gli uomini e tra i popoli; perfino nell’odioso impiego bellico di questo strumento il fine è quello di comunicare, comunicare magari i risultati di un rilevamento effettuato con le medesime onde radio.
Otto anni prima, nel 1887, un altro eminente personaggio orientava i suoi sforzi al fine di favorire la comunicazione tra i popoli, questi era Ludwik Lazar Zamenhof, un medico polacco, ed il risultato dei suoi sforzi si chiama "Esperanto".
Non è un caso che la Radio e l’Esperanto vadano spesso a braccetto, d’altra parte sono l’una il complemento dell’altro. Grazie alla radio si abbattono le barriere geografiche, grazie all’esperanto si abbattono le barriere linguistiche.
Quale migliore occasione, abbiamo pensato, per stimolare i radioascoltatori all’ascolto mirato di trasmissioni broadcasting in Esperanto ?
[…]

REGOLAMENTO DEL CONCORSO

– Non è necessaria alcuna iscrizione.

DURATA :
dalle ore 00.00 UTC (Tempo Universale Coordinato-Ora di Greenwich) del 1° settembre 1995 alle ore 24.00 UTC del 31 dicembre 1995.

BANDE:
sono valide tutte le bande di radiodiffusione in onde lunghe, medie e corte, mentre NON sono valide quelle in FM e satellite.

ASCOLTI:
sono validi gli ascolti di trasmissioni in esperanto.
Per ogni trasmissione ascoltata bisognerà inviare un rapporto d’ascolto all’emittente, che confermerà con cartolina QSL o lettera di conferma.
Le conferme, complete di data d’ascolto e frequenza, andranno inviate per posta in fotocopia al:

Gruppo RANCH radioanchio
P.O. Box 38
00040 Pavona Stazione – ROMA

scrivendo a penna in stampatello sul retro di ogni conferma il nominativo e l’indirizzo completo del partecipante.
Non usare pennarelli perché macchiano
Le fotocopie inviateci non verranno restituite.
Saranno valide tutte le conferme che ci giungeranno entro e non oltre il 31 aprile 1996 (farà fede il timbro postale).

PUNTI:
ogni emittente ascoltata e confermata vale 1 punto.
Più trasmissioni della stessa emittente, anche se in giorni e su frequenze diverse, daranno come risultato il solo punto riferito all’emittente.

DIPLOMA:
il diploma è gratuito, e verrà rilasciato a tutti coloro che raggingeranno un minimo di 3 punti.
A coloro che non raggiungeranno 3 punti verrà comunque rilasciato un attestato di partecipazione. Ad ogni partecipante verrà inviata la classifica finale con il punteggio.

[Segue l’orario e l’indirizzario delle emittenti che puoi trovare nei testi precedenti dell’ "AERA" -G.Gentile]

— * —

Per informazioni, chiarimenti, richiesta dei moduli per i rappordi d’ascolto:

Gruppo RANCH radioanchio
P.O. Box 38
00040 Pavona Stazione – ROMA

Marcello CASALI
Tel. : 06/4064164
Fax : 06/49914320 (24h)
E-Mail: mc4868@mclink.it
Cod.radioamat.: SWL 3957/RM

Sergio CIATTAGLIA
Tel. : 0330/457029
Tel/Fax: 06/9306873
Cod.radioamat.: I0-557/RM

Sarà attivo un dizionario telefonico italiano-esperanto e viceversa.
Contattare:

Maria Jesus Santostel: 06/7022008 (ore serali)

Per altre informazioni e richiesta schedule:

Internet E-Mail:
kwp@rai.ping.at (Polonia R.Varsavia per richiesta skedule).

Internet gopher:
//veronica.scs.unr.edu (ricerca esperanto)

Internet E-Mail:
E.R.A.@agora.stm.it (info Esperanto Roma)

— * —

Agorà Telematica (modem-8-1-N-24h):

Roma : +39/(0)6/69920412 /69200112 /6990532
Milano : +39/(0)2/48403680
NUA ITAPAC: 26430303, 26420265

Gopher :
– Other gopher/Europe/Italia/Agora’ Telematica/Access to Agora’
– Other gopher/Europe/Italia/Esperanto: International language…

Per l’Italia è consigliabile usare il numero di telefono Telecom Easy Way: 1421, per collegarsi ad Itapac, da qui digitare la NUA.
In questo modo si evita di fare l’interurbana e la spesa telefonica è di un solo scatto (+TUT).

Lascia un commento

0:00
0:00