+3906689791 scrivici@era.ong
Europa e oltre

Carta. Ue, anticipata la firma

La nuova data cade due giorni prima della scadenza del mandato del presidente Ue
Carta. Ue, anticipata la firma.
La cerimonia a Roma i129 ottobre, parteciperà ancheProdi
BRUXELLES – La Costituzione europea sarà firmata a Roma il 29 ottobre: appena in tempo per far partecipare alla manifestazione solenne Romano Prodi e la sua Commissione. Ladecisioneè stata presa dalla presidenza olandese, che dal l' luglio guida l'Unione, dopo aver avuto l'assenso dei capi degli altri 24 paesi della Ue. Quindi anche di Silvio Berlusconi, che una settimana fa a Parigi dopo aver incontrato Chirac aveva annunciato la firma per il 20 novembre, quando cioè sarà già in carica la nuova Commissione diJosèManuelDuraoBarroso.La volontà di far partecipare Prodi e i suoi commissari all'evento, come ultimo omaggio, era già stata manifestata a fine giugno da B ertieAhern, il premier irlandese allora allapresidenza della Ue, che pur a b otta calda il 18 giugno, appena raggiunto l'accordo sulla Costituzione, aveva parlato di novembre. L'impegno era poi stato ripreso dal primo ministro olandese Jan Peter Balkenende, che il l' luglio incontrando Prodi all'Aj a aveva fissato una data fra il 22 e il 29 ottobre. Tutta la Commissione Ue aveva fatto presente il suo interesse a partecipare allo storico appuntamento.La convergenza dei capi di governo è avvenuto sul 29 ottobre: due giorni prima dell'addio della Commissione Prodi, che ha partecipato attivamente ai lavori della Convenzione costituzionale con i commissari Michel Barnier, ora ministro degli Esteri francese, ed Antonio Vitorino, portoghese come Barroso e in predicato di divenire il candidato socialista alle prossime elezioni politiche. La ratifica formale del 29 ottobre avverrà lunedì a Bruxelles alla riunione dei ministri degli Esteri della Ue. La firma della Costituzione avverrà in Campidoglio, nella sala degli Orazi e Curiazi: il documento sarà custodito a Roma come il Trattato costitutivo della Ue. Berlusconi dopo potrebbe recarsia Madrid per ringraziare la Spagna che ha dato il via libera alla firma a Roma anche se dopo le stragi dell' 11 marzosi era ventilata l'ipotesi di Madrid come sede della cerimonia.(m.ma)

LA REPUBBLICA p,21
10.07.2004

[addsig]

Lascia un commento

0:00
0:00