BUON SENSO

BUON SENSO

Questo vergognoso uso di parole esterofili (al 90% anglofile) andrebbe non condannato, ma preso in giro. Una campagna in tal senso sarebbe la benvenuta. Che cosa rappresenta il fatto che il DSE (dipartimento scuola e informazione) della RAI sia stato ribattezzato RAI EDUCATIONAL, mentre la gloriosa RADIO ROMA, stazione radio ad onde corte, sia adesso RAI INTERNATIONAL? Vergogna, vergogna, vergogna!
Giorni fa a Roma un albero mi copriva la vista di un negozio. Vedevo solo il primo rigo dell’insegna: MONDADORI INFORMATICA. Bene! gridai. Poi mi sono spostato e ho letto il resto: MONDADORI INFORMATICA … CENTER.
Se qualcuno si vuole guastare il fegato, l’invito e’ di contare – solo nella pubblicita’ TV – quante volte una parola inglese e’ usata a sproposito.
Chissa’ se all’ATAC, azienda di trasporti di Roma, si ricordano ancora la figuraccia che fecero anni fa, quando, per _aiutare i turisti_ (dissero loro), ma per pura esterofilia (in verita’), appesero a tutti gli autobus l’indicazione di munirsi di biglietto prima di salire a bordo. Il testo in inglese sulle vetture fu: _do not go in without a ticket_. Il che vuol dire: non andate avanti nella vita senza il biglietto dell’ATAC!
Buffoni!
Carlo Sarandrea

Lascia un commento

0:00
0:00