Politica e lingue

A Lecco dal 4 al 6 ottobre #leparolevalgono

L'auto in cui Giorgio Pagano ha passato 50 giorni di sciopero della fame per la lingua italiana e contro la decisione del Politecnico di Milano di vietarla nello studio.
93
Tempo di lettura: < 1 minuto

A Lecco dal 4 al 6 ottobre

#leparolevalgono

La lingua italiana diventa un festival

Il significato delle parole, il loro uso, la coesione del testo, i segni di interpunzione, insomma l’italiano: è la sostanza della prima edizione della rassegna #leparolevalgono, il Festival della Lingua italiana organizzato da Treccani che si svolgerà a Lecco, a Palazzo delle Paure e in altre sedi, dal 4 al 6 ottobre. Ciascuna delle tre giornate sarà dedicata a un vocabolo, una parola che sarà insieme tema del giorno e oggetto di analisi e studio: si comincia venerdì 4 con Verità, e si prosegue con Ambiente ed Empatia.
Il programma prevede incontri per il pubblico e spettacoli, ma anche laboratori per gli studenti e un corso per gli insegnanti. Venerdì 4 si apre con i laboratori didattici Lavoriamo con l’italiano di Valeria Della Valle e Dalila Bachis, e con il corso di formazione per i docenti con Giuseppe Patota; poi i primi eventi della giornata, l’intervento sulla parola Verità con il filosofo Maurizio Ferraris e una lectio di Roberto Koch sulla fotografia tra linguaggio e realtà; chiude lo spettacolo di Manuel Agnelli. Sabato 5, dopo la sezione laboratoriale, la conversazione di Massimo Bray e Giuseppe Patota su Le parole dell’enciclica Laudato si`, e l’esibizione di Vinicio Capossela. Domenica 6, il dialogo dello scrittore Giordano Meacci sulle parole delle canzoni, con il duo dei Coma Cose, e concerto finale del Canzoniere Grecanico Salentino.

Ida Bozzi | Corriere della Sera | 17.9.2019

Lascia un commento

Translate »