16 MARZO ASSEMBLEA PER LA SECONDA LINGUA COMUNITARIA

ASSEMBLEA PER LA SECONDA LINGUA COMUNITARIA

Dopo l’organizzazione della giornata di mobilitazione nazionale svoltasi il 22 febbraio presso il MInistero dell’ Istruzione e che ha visto la partecipazione di centinaia di docenti, sindacalisti e rappresentanti di associazioni, uniti per chiedere una moratoria contro la “pena di morte” inflitta dal Ministro Gelmini alla seconda lingua comunitaria nelle scuole, l’Associazione Radicale Esperanto continua la sua battaglia contro la discriminazione linguistica nel campo dell’istruzione provocata dall’adozione di una politica basata sull’egemonia della lingua inglese.

Oggi 16 marzo 2009 si terrà a Roma presso il KIRNER (Via Ippolito Nievo 35, zona Viale Trastevere) alle ore 14.30 un’assemblea organizzata dalla FLC Cgil a cui parteciperanno rappresentanti europei e dove Giorgio Pagano, Segretario dell’Associazione Radicale Esperanto, presenterà le ultime iniziative nel frattempo intercorse, tra le quali la costituzione a Parigi, lo scorso 9 marzo, del Comitato Internazionale omonimo per la salvaguardia delle lingue materne.
L’evento chiama docenti, genitori, studenti, associazioni, per unirsi ancora una volta ed esprimere un forte dissenso verso la disastrosa politica di deprivazione culturale del Governo, portatrice di un impoverimento dell’offerta formativa anche sul versante delle lingue, rendendo meno competitivi e colti i nostri alunni.

Introduzione di Joëlle Casa,
Segreteria Nazionale FLC Cgil

Intervento di Alain Mouchoux,
Presidente della Commissione Educazione e Cultura del CSEE/ETUCE

Intervento di Giorgio Pagano
Segretario Associazione Radicale Esperanto

Interverranno inoltre rappresentanti di:
Lingua e nuova didattica (LEND)
Centro di Iniziativa Democratica degli Insegnanti (CIDI)
Movimento di Cooperazione Educativa (MCE)
Docenti di inglese e di seconda lingua comunitaria

Conclusioni di Maria Brigida,
Segreteria Nazionale FLC-CGIL

[addsig]

Lascia un commento

0:00
0:00