11 marzo alle 11 al Consiglio di Stato.

Giorgio Pagano è ancora in sciopero totale della fame e della sete da sabato 8 marzo, perché non venga vietata la lingua italiana nel sistema d’istruzione del Paese e la neo ministra Giannini ritiri la firma da quel Ricorso al Consiglio di Stato presentato dal Politecnico di Milano per uccidere la lingua italiana in quella università e discriminare gli studenti italiani in Italia.

Con oltre 5 chili di meno il Segretario dell’Associazione Radicale Esperanto si presenterà oggi 11 marzo, alle ore 11, alla prevista udienza pubblica del Consiglio di Stato in Piazza Capo di Ferro 13 a Roma, alla quale invita tutti a partecipare con indosso qualsiasi cosa che ricordi il tricolore italiano.

Lascia un commento

0:00
0:00